Vagliasindi: 'L'accoglimento del TFN determinerebbe l'immediato blocco della B'

L'avvocato e giornalista Alessandro Vagliasindi

L'avvocato e giornalista Alessandro Vagliasindi  Foto: CalcioCatania.com

I possibili scenari spiegati chiaramente, attraverso il proprio profilo Twitter, dal giornalista di Repubblica

Il verdetto del Collegio di Garanzia del Coni, che ha dichiarato inammissibili i ricorsi presentati contro Lega B e Figc sul format della cadetteria, sembra aver messo la parola fine a questa incresciosa e grottesca storia che ha messo a nudo lo stato pietoso nel quale versa il calcio italiano. Sembra la fine, ma non lo è. Nella giornata di domani, infatti, il Tribunale Nazionale Federale sarà chiamato a giudicare il ricorso del Calcio Catania sull’annullamento degli atti che il 13 agosto hanno cambiato il format della serie cadetta. I possibili scenari spiegati chiaramente, attraverso il proprio profilo Twitter, dal giornalista di Repubblica Alessandro Vagliasindi:

"L’ultima parola verrà sancita domani dal TFN, chiamato alle ore 14 a giudicare il ricorso del Catania (complimenti al collegio difensivo ed al segretario generale per aver correttamente scelto il rito) sull'annullamento degli atti che il 13 agosto hanno portato il Format della B a 19 squadre. Il TFN, in composizione collegiale, potrà decidere nel merito, e arrivare anche all'annullamento degli atti del 13 agosto ripristinando il format a 22 squadre, con effetto immediato (il dispositivo verrà pubblicato entro domani sera). Da non sottovalutare il "peso" delle dichiarazioni oggi rilasciate da Frattini "Per me la B era a 22 squadre" che evidenziano l'illegittimità degli atti adottati da Fabbricini. Se il TFN accogliesse il ricorso del Catania, la decisione oltre a riportare il Format a 22, ripristinerebbe il comunicato 54 FIGC del 30.5.2018, con i criteri di ripescaggio, ma cassato del Comma D4, per effetto del passaggio in giudicato della sentenza CAF pro Novara, oggi derivato dalla pronunzia di inammissibilità del CGC sui ricorsi di Ternana, Siena e Pro Vercelli. Significa che in ottica eventuali ripescaggi, si seguirebbe quella graduatoria nota da Luglio, e con Catania e Novara in testa. La decisione di accoglimento del TFN, sarebbe esecutiva, e quindi determinerebbe il blocco immediato del campionato di B. La Lega C nelle prossime ore dovrebbe diramare un comunicato, con cui preciserà che in caso di decisione pro ripescaggi del TFN, i calendari di C, diramati domani mattina alle 11.30, non terranno conto delle 3 squadre ripescate in B. Concludo dandovi conto della circostanza che Novara e Siena domani interverranno nel procedimento del Catania al TFN, in quanto un pronunciamento favorevole ai rossazzurri spianerebbe anche a loro la strada del ripescaggio in B".