Siracusa-Catania 0-1: numeri e curiosità post-partita

La rabbiosa esultanza degli etnei a fine partita

La rabbiosa esultanza degli etnei a fine partita  Foto: Nino Russo

Numeri, statistiche e curiosità sulla vittoria degli etnei in quel di Siracusa

PIERO ANDREOLI NEL MIRINO
Lecce, Virtus Francavilla, Fidelis Andria, Cosenza, Monopoli e Siracusa: ecco la sestina vincente di mister Cristiano Lucarelli. Con il successo nel derby del "Nicola De Simone", siglato dalla rete di Mazzarani, i rossazzurri hanno conquistato la sesta vittoria di fila, eguagliando la striscia stabilita dal Catania di Pasquale Marino nell'anno di grazia 2005-06, concluso con la promozione in Serie A. Prossimo obiettivo nel mirino del tecnico labronico la sette vittorie di fila stabilite dalla formazione di Piero Andreoli nel campionato cadetto 1953-54, anch'esso concluso con una promozione in massima serie, la prima della storia del club dell'Elefante. La Sicula Leonzio è già avvisata! Nel dettaglio tutte le migliori strisce di vittorie consecutive del Catania dal 1946 ai giorni nostri:

DIECI VITTORIE
1994-95 (CND): Catania-AS Messina 2.1, Leonzio-Catania 0-1, Catania-La Cariatese 2-0, Milazzo-Catania 1-2, Catania-Rotonda 1-0, Real Catanzaro-Catania 1-3, Catania-Canicattì 2-1, Agropoli-Catania 0-1, Catania-Comiso 5-0, Gangi-Catania 0-3. Allenatore: Angelo Busetta

SETTE VITTORIE
1953-54 (Serie B): Piombino-Catania 1-2, Catania-Modena 1-0, Catania-Brescia 4-1, Messina-Catania 0-1, Catania-L.R. Vicenza 2-1, Catania-Treviso 3-1, Catania-Verona 3-1. Allenatore Piero Andreolli

SEI VITTORIE
2005-06 (Serie B): Rimini-Catania 1-2,Catania-Cremonese 2-1, Hellas Verona-Catania 1-2, Catania-Modena 3-2, Pescara-Catania 0-1, Catania-Catanzaro 3-0. Allenatore Pasquale Marino

2017-18 (Serie C): Catania-Lecce 3-0, Virtus Francavilla-Catania 0-3, Catania-Fidelis Andria 1-0, Cosenza-Catania 0-1, Catania-Monopoli 1-0, Siracusa-Catania 0-1 Allenatore: Cristiano Lucarelli

La forza del gruppo: l'arma vincente del Catania di Lucarelli 



VITTORIA A SIRACUSA DOPO 25 ANNI
Dall'1-0 di Pippetto Romano a quello firmato da Andrea Mazzarani. A venticinque anni dall'ultima volta, era il 23 febbraio del 1992, il Catania espugna nuovamente lo stadio "Nicola De Simone" di Siracusa. Per gli etnei si tratta del sesto successo in terra aretusea considerando le gare disputate dal 1946. Cinque i successi per gli azzurri, l'ultimo dei quali nella scorsa stagione, 8 i pareggi. Nel dettaglio il quadro completo delle gare disputate in terra aretusea dal 1946:

1949-50: Siracusa-Catania 3-1 (Serie B)
1950-51: Siracusa-Catania 2-0 (Serie B)
1951-52: Siracusa-Catania 3-1 (Serie B)
1952-53: Siracusa-Catania 1-2 (Serie B)
1974-75: Siracusa-Catania 0-0 (Serie C)
1974-75: Siracusa-Catania 0-0 (Coppa Italia)
1977-78: Siracusa-Catania 1-1 (Serie C)
1977-78: Siracusa-Catania 0-0 (Coppa Italia)
1979-80: Siracusa-Catania 0-1 (Serie C1)
1988-89: Siracusa-Catania 2-2 (Coppa Italia)
1989-90: Siracusa-Catania 2-3 (Serie C1)
1990-91: Siracusa-Catania 1-2 (Serie C1)
1991-92: Siracusa-Catania 0-1 (Serie C1)
1991-92: Siracusa-Catania 2-0 (Coppa Italia) A Tavolino
1992-93: Siracusa-Catania 0-0 (Coppa Italia)
1992-93: Siracusa-Catania 0-0 (Serie C1)
2016-17: Siracusa-Catania 1-1 (Coppa Italia)
2016-17: Siracusa-Catania 1-0 (Lega Pro)
2017-18: Siracusa-Catania 0-1 (Serie C)

L'esultanza dei calciatori del Catania sotto il settore ospiti idealmente occupato dai tifosi rossazzurri 




PROSPETTO DISCIPLINARE
Nella tesa notte di Siracusa, che ha portato in dote la sesta vittoria consecutiva, il Catania ha rimediato anche due cartellini gialli. I due "cattivi" di turno sono capitan Marco Biagianti e il match-winner Andrea Mazzarani, per entrambi si tratta della seconda ammonizione in campionato. In totale, i calciatori del catania ad aver rimediato almeno un cartellino giallo in campionato, sono 10. Di seguito il prospetto disciplinare aggiornato:

Due sanzioni: Biagianti e Mazzarani
Una sanzione: Curiale, Ripa, Tedeschi, Correia, Esposito, Di Grazia, Russotto e Caccetta



MARCATORI: QUARTETTO IN VETTA
Seconda rete in campionato per Andrea Mazzarani. Dopo il gol vittoria di Cosenza, l'ex centrocampista di Modena e Crotone si è ripetuto anche a Siracusa. In virtù di questa rete Mazzarani aggancia Russotto, Curiale e Lodi nella classifica dei bomber rossazzurri in campionato. In termini generali, considerando anche la Coppa Italia, si tratta della terza marcatura in stagione, la numero 11 con la casacca del Catania considerando le 9 messe a segno nella passata stagione.

Marcatori in campionato
DUE GOL: Russotto, Lodi, Curiale e Mazzarani
UN GOL: Marchese, Biagianti e Djordjevic

Marcatori in Coppa Italia
DUE GOL: Ripa
UN GOL: Pozzebon, Curiale, Tedeschi, Zé Turbo, Mazzarani, Russotto e Rossetti

Marcatori in stagione (Campionato e coppa)
TRE GOL: Russotto, Curiale e Mazzarani
DUE GOL: Ripa e Lodi
UN GOL: Biagiianti, Marchese, Pozzebon, Tedeschi, Zé Turbo, Rossetti e Djordjevic.

Il sintetico di Siracusa, tabù sfatato! 



SFATATO IL TABU' SINTETICO
Era ora! Finalmente, al decimo tentativo, il Catania ha sfatato il tabù rappresentato dal terreno di gioco in erba sintetica. In quel di Siracusa, infatti, la compagine rossazzurra di mister Cristiano Lucarelli ha vinto per la prima volta una partita disputata in un terreno di gioco avente il manto artificiale. Vittoria sul sintetico, attesissima ed agognata, che migliora un bilancio tutt'altro che soddisfacente: quattro pareggi (l'ultimo dei quali a Castellammare di Stabia lo scorso 14 maggio) e cinque sconfitte (ultima delle quali sempre in casa delle vespe stabiesi). Nel dettaglio tutte le gare dei rossazzurri disputate sul sintetico:

2011-12: NOVARA-CATANIA 3-3 (Serie A)
2011-12: CESENA-CATANIA 0-0 (Serie A)
2014-15: PRO VERCELLI-CATANIA 3-2 (Serie B)
2014-15: TRAPANI-CATANIA 2-2 (Serie B)
2014-15: VIRTUS ENTELLA-CATANIA 2-0 (Serie B)
2015-16: JUVE STABIA-CATANIA 2-1 (Lega Pro)
2016-17: VIRTUS FRANCAVILLA-CATANIA 1-0 (Lega Pro)
2016-17: JUVE STABIA-CATANIA 4-0 (Lega Pro)
2016-17: JUVE STABIA-CATANIA 0-0 (Lega Pro – Play Off)
2017-18: SIRACUSA-CATANIA 0-1 (Serie C)

Pisseri, Aya, Tedeschi e Bogdan: la miglior difesa d'Italia è quella rossazzurra 



L'IMBATTIBILITA' DELLA SUPER-BAT
Anche dopo la corrida (evitabile) del "Nicola De Simone" la difesa del Catania si conferma imperforabile, anzi, SuperBAT . Il "muro" formato da Matteo Pisseri in porta, Ramzi Aya, Luca Tedeschi e Luka Bogdan, con l'apporto prezioso degli esterni Daniel Semenzato e Giovanni Marchese, ha retto per la sesta partita di fila. Dal gol incassato dal casertano De Marco, al minuto 78 della gara del “Pinto” dello scorso 2 settembre, nei successivi 600 minuti di gioco (recupero compreso) la porta di Matteo Pisseri è rimasta inviolata. Disinnescati, in sequenza, gli attacchi di Lecce, Virtus Francavilla, Fidelis Andria, Cosenza, Monopoli e Siracusa. Numeri da primato che confermano la solidità di un reparto arretrato impermeabile (puntellato quando serve dagli inserimenti a gara in corso di Edoardo Blondett, "panchinaro" di lusso) impreziositi da un altro record parziale. Al momento la retroguardia degli etnei, con appena due reti incassate in otto gare, considerando tutti i campionati professionistici (Serie A, B e i tre gironi di Serie C), è la meno battuta d'Italia. Un primato momentaneo - in verità assaporato anche nella parte iniziale della scorsa stagione con Pino Rigoli - che valorizza ulteriormente il lavoro svolto da mister Cristiano Lucarelli, bravo a cementare il gruppo, a rendere la squadra cinica e spietata e blindare una difesa che, numeri alla mano, subisce meno tiri in porta rispetto alla scorsa stagione, quando il buon Matteo Pisseri sfornava parate miracolose ogni gara. Nel dettaglio le retroguardie meno battute d'Italia:

Catania: 2 reti in 8 gare (Serie C)
Pisa: 3 reti in 9 gare (Serie C, girone A)
Renate: 4 reti in 8 gare (Serie C, girone B)
Monopoli: 4 reti in 9 gare (Serie C, girone C)
Vicenza: 4 reti in 7 gare (Serie C, girone B)
Napoli: 5 reti in 8 gare (Serie A)
Inter: 5 reti in 8 gare (Serie A)
Monza: 6 reti in 9 gare (Serie C, girone A)

VITTORIE DERBY IN TRASFERTA SENZA TIFOSI
Da Palermo a Siracusa, dal primo marzo 2009 al 14 ottobre del 2017. Una striscia storica lunga otto anni e mezzo, incastrata tra Palermo, Trapani, Agrigento, Messina e Siracusa, tra Serie A, B, Lega Pro/Serie C e Coppa Italia di terza serie, tappe di un percorso che spesso e volentieri (e ingiustamente) ha visto il Catania affrontare i vari derby siciliani senza l'apporto dei propri tifosi. Considerando le ultime sedici sfide tutte siciliane, nelle categorie menzionate in precedenza, i tifosi del Catania sono stati costretti a saltarne (per via dei divieti imposti dalle autorità competenti) ben sette, sei delle quali nelle ultime tre stagioni, ovvero dal ritorno in terza serie. Con la vittoria di Siracusa di ieri, già arricchita da svariati numeri e tabù sfatati (quello del campo sintetico su tutti), il Catania di Cristiano Lucarelli ha scritto un ulteriore dato statistico: vincere una derby siciliano in trasferta senza i tifosi al seguito, evento che non si verificava proprio dalla gara del "Renzo Barbera" di Palermo del primo marzo 2009, quando Ledesma, Morimoto, Mascara e Paolucci firmarono quell'indimenticabile 4-0. Una vittoria, quella in terra rosanero, rievocata a Siracusa con quell'esultanza sotto il settore ospiti del "Nicola De Simone" vuoto ma idealmente occupato dai sostenitori rossazzurri, così come fece Beppe Mascara dopo la prodezza balistica che valse il momentaneo 3-0. Corsi e ricorsi, il Catania è tornato. Nel dettaglio:

2008-09: Palermo-Catania 0-4 (Serie A)**
2009-10: Palermo-Catania 1-1 (Serie A)
2010-11: Palermo-Catania 3-1 (Serie A)
2011-12: Palermo-Catania 1-1(Serie A)
2012-13: Palermo-Catania 3-1 (Serie A)
2014-15: Trapani-Catania 2-2 (Serie B)
2015-16: Akragas-Catania 1-0 (Coppa Italia – Lega Pro)**
2015-16: Messina-Catania 0-0 (Lega Pro)**
2015-16: Akragas-Catania 3-2 (Lega Pro)**
2016-17: Siracusa-Catania 1-1 (Lega Pro)
2016-17: Messina-Catania 2-0 (Coppa Italia – Lega Pro)**
2016-17: Siracusa-Catania 1-0 (Lega Pro)**
2016-17: Akragas-Catania 2-1 (Lega Pro)
2016-17: Messina-Catania 1-2 (Lega Pro)
2017-18: Akragas-Catania 0-6 (Serie C - Coppa Italia)*
2017-18: Siracusa-Catania 0-1 (Serie C)**

*Gara disputata sul "neutro" del Massimino
** Gare senza i tifosi rossazzurri

NAPOLI E CATANIA: REGINE D'ITALIA
Altro dato statistico, ancora altri numeri che impreziosiscono il magic moment vissuto dal Catania in questo primo scorcio di stagione. Con la vittoria di Siracusa, la sesta di fila dopo i successi contro Lecce, Virtus Francavilla, Fidelis Andria, Cosenza e Monopoli, mister Cristiano Lucarelli ha eguagliato la striscia stabilita dal Catania di Pasquale Marino nella stagione 2005-06, conclusa con la promozione in A. Oltre alla soddisfazione di aver raggiunto i numeri di una grande squadra rossazzurra del passato, analizzando i tre campionati professionistici italiani (A, B ed i tre gironi di Serie C), si evince un dato ancor più lusinghiero. Attualmente, in termini di vittorie consecutive, c'è solo una squadra in Italia ad aver fatto meglio del Catania: il Napoli di Maurizio Sarri. Nella serata di ieri, contemporaneamente alla gara disputa dagli etnei a Siracusa, i partenopei hanno espugnato Roma, grazie alla rete di Lorenzo Insigne, conquistando l'ottava vittoria di fila in altrettante gare di campionato. Napoli e Catania, città e squadre di calcio legate da un cordone ombelicale "vulcanico", adesso ancor più vicine. Nel dettaglio:

NAPOLI: 8 VITTORIE DI FILA
Hellas Verona-Napoli 1-3
Napoli-Atalanta 3-1
Bologna-Napoli 0-3
Napoli-Benevento 6-0
Lazio-Napoli 1-4
Spal-Napoli 2-3
Napoli-Cagliari 3-0
Roma-Napoli 0-1

CATANIA: 6 VITTORIE DI FILA
Catania-Lecce 3-0
Virtus Francavilla-Catania 0-3
Catania-Fidelis Andria 1-0
Cosenza-Catania 0-1
Catania-Monopoli 1-0
Siracusa-Catania 0-1