Sannino: "Siamo incerottati, chiedo pazienza ai nostri tifosi"

Beppe Sannino, allenatore del Catania

Beppe Sannino, allenatore del Catania  Foto: CalcioCatania.com

Il tecnico del Catania, Beppe Sannino, commenta la sconfitta rimediata a Frosinone

Il tecnico del Catania, Giuseppe Sannino, ha commentato a fine partita l’amara sconfitta rimediata dalla sua squadra sul campo del Frosinone. Queste le dichiarazioni dell’allenatore rossazzurro raccolte da “CalcioCatania.Com”:

“Mi dispiace per la sconfitta e soprattutto per i tifosi che ci seguono e che erano oggi presenti a Frosinone – ha dichiarato Sannino – Attraversiamo un momento difficile e questo lo devono sapere tutti. Bisogna prendere atto della situazione, fare un passo indietro e compattarci ricordando che il Catania merita di fare un altro tipo di campionato.

Oggi in parità numerica meritavamo il pari perché abbiamo tenuto bene il campo. Finchè Spolli è stato in campo, il nostro portiere non ha fatto alcuna parata. Nicolas ha giocato nonostante in settimana non si fosse allenato con continuità al pari di Calello. Abbiamo giocatori che non sono al 100% e dobbiamo farcene una ragione così come dobbiamo prendere atto degli errori commessi.

Non mi aspettavo l’espulsione di Cani. E’ stato un rosso da stupidi. Volevo mettere al fianco di Calaiò un giocatore ma ci siamo ritrovati in inferiorità numerica. Da lì in poi il Frosinone, che giocava in casa, ha avuto la supremazia in campo.

Non so come ovviare alle numerose assenze in vista della prossima partita contro il Bari. So solo che manderò degli uomini in campo per dare battaglia, perché i miei ragazzi anche oggi nonostante il risultato hanno dimostrato di essere uomini. Dobbiamo fare il massimo in attesa di tempi migliori in cui avrò tutta la rosa a disposizione. Chiedo pazienza ai nostri tifosi, devono starci vicino in questo momento così particolare.

Ho creduto e continuo a credere in questa sfida, altrimenti non avrei accettato la chiamata del Catania. Dobbiamo affrontare la realtà, senza sminuire la qualità e il potenziale della nostra squadra. Tuttavia è doveroso fare un passo indietro e dimenticarci di poter fare in un solo boccone questo campionato”.