I teloni sul prato del "Massimino"

  Foto: CalcioCatania.com

Manto erboso coperto dai teloni, salta l'ultimo allenamento della nazionale di rugby sul green del Massimino

Si avvicina sempre di più l’attesissimo fine settimana di San Martino, weekend che vedrà lo stadio “Angelo Massimino” impegnato su due fronti: rugby prima e calcio poi. Si parte domani pomeriggio, sabato 11 novembre, alle ore 15:00, con il test-match di rugby tra la nazionale azzurra e quella delle Fiji. Gara evento, che nel capoluogo catanese mancava da tempo da ventitré anni (l’ultima volta fu Italia-Romania al “Santa Maria Goretti”), che catalizzerà l’attenzione di tutti gli appassionati della palla ovale. Il giorno dopo, domenica 12 novembre, il “Massimino” svestirà gli insoliti vesti del rugby per indossare nuovamente gli abituali indumenti del calcio: in programma alle ore 18:30 la gara del campionato di Serie C tra il Catania e il Catanzaro.

Buone le condizioni del manto erboso del “vecchio” Cibali, così come documentato nel nostro reportage, anche se l’insidia potrebbe venire dal cielo. Su Catania, infatti, oltre le copiose piogge cadute in nottata e nella mattinata odierna sono previste altre precipitazioni tra sabato e domenica. Due le misure adottate a protezione del manto erboso: i redivivi teloni, che hanno coperto l’intero terreno di gioco, e l’annullamento dell’ultimo allenamento della nazionale di rugby previsto proprio al “Massimino”.