Buon compleanno, Lulù Oliveira

Lulù Oliveira vs Gionatha Spinesi, indimenticabili rossazzurri

Lulù Oliveira vs Gionatha Spinesi, indimenticabili rossazzurri  Fonte: CalcioCatania.com

L'intera comunità di CC.Com augura al Falco tanti auguri di buon compleanno. All'interno le immagini dei suoi gol rossazzurri

SIAMO ANCORA TUTTI MATTI
“Siamo tutti matti, stasera. Mi chiamo Lulù, Oliveira. Dipingerò Catania rossazzurra. Come un Falco volerò, stasera”. Cantava così nel pezzo a lui dedicato dai “Figli di un Do Minore” – cover di “Quanti anni hai” di Vasco Rossi – Luís Airton Oliveira Barroso o, semplicemente, Lulù Oliveira. Il Falco, nato a São Luís, il ventiquattro marzo di quarantotto anni fa, con i suoi volteggi (ben ventisette in settantaquattro presenze distribuite tra il 2002 e il 2004) ha fatto impazzire la torcida rossazzurra. Brasiliano di nascita, naturalizzato belga: poco importa la nazionalità per chi ha estro e fantasia nel sangue. Colpi da maestro, quelli del Falco, di un calciatore di livello internazionale, tra i migliori ammirati all’ombra dell’Etna.

Lulù Oliveria, in rossazzurro dal 2002 al 2004 



La prima rete in rossazzurro, anzi le prime tre, in un torrido pomeriggio di fine estate al “Celeste” di Messina, in un pirotecnico 3-3 entrato negli annali. Segnare alle siciliane era la sua passione. Quell’anno arrivarono altre due marcature, stavolta nel Derby di Sicilia, quello contro il Palermo: uno all’andata al “Massimino”, proprio nel giorno del debutto sulla panchina etnea di JB Toshack (2-0 per i rossazzurri) e, soprattutto, la fantasmagorica rete segnata nel match di ritorno nel 3-3 del “Barbera”, una danza nel cuore dell’area rosanero con i difensori palermitani inermi e prostrati dinnanzi allo strapotere del Falco. Eh sì, Lulù, eravamo tutti matti di te e lo siamo ancora. Con le tue ali hai pennellato di rossazzurro tante tele prestigiose, non solo quelle dei ‘cugini’ regionali: Napoli, Fiorentina, Genoa, Hellas, Cagliari, Venezia, Ternana, ma anche Albinoleffe, Como, Lecce, Ascoli e Treviso. Tutti messi in fila, ad ammirare le tue prodezze. Buon compleanno, Lulù!