Sottil: "Vittoria strameritata ma dobbiamo gestire meglio il vantaggio"

Sottil oggi al

Sottil oggi al "Marcello Torre"  Foto: Nino Russo

Le dichiarazioni a caldo del tecnico rossazzurro al termine del match di Pagani.

Le parole di Andrea Sottil nel post-gara del "Marcello Torre" - dove i rossazzurri hanno vinto soffrendo, dopo un inizio da urlo - rilasciate ad Ultima Sport:

"La squadra è partita bene, affrontando la partita col piede giusto, con concentrazione. Nel giro di un quarto d'ora eravamo 3-0, ci eravamo messi in una strada tranquilla ma nel calcio di tranquillo non c'è mai niente e continuavo a dirlo ai ragazzi. Il gol nel finale di primo tempo ci ha mandato a riposo un po' dispiaciuti e consapevoli che avevamo abbassato un po' la tensione, anche se la partita era sotto controllo e avevamo costruito altre palle gol. Poi Scarpa è stato bravo a realizzare la punizione che ha riaperto tutto. Chi è entrato ha fatto bene, ha portato quello che doveva portare: più intensità. Con una ripartenza abbiamo preso il rigore che chiuso la partita. Una vittoria strameritata, abbiamo iniziato con la giusta mentalità, dobbiamo migliorare, questa è la categoria: non si può mai abbassare la guardia, dobbiamo gestire meglio il vantaggio".

"Non chiedo mai alla squadra di abbassarsi ma di tenere il possesso, di far girare veloce la palla per andare a essere incisivi sotto porta, non l'abbiamo fatto tanto bene. Vuoi il caldo (che non è un alibi ma che per il periodo è un po' atipico), vuoi il 3-0 arrivato troppo, poi loro (la Paganese, ndr) anche se non hanno grandissima qualità sono una squadra che corre. Dal gol su calcio d'angolo dovevamo riprendere il bandolo della matassa, ma è subentrata stanchezza: i cambi hanno riportato intensità e siamo tornati più alti".

"Lodi non è stato schierato davanti la difesa ma dietro le punte, nella manovra ogni tanto ruota, si abbassa ed al contempo si alza un altro centrocampista, come Bucolo che oggi ha fatto molto bene la mezzala, Lodi ogni tanto si defila per gestire le trame del gioco e fare da raccordo. Marotta e Curiale ho sempre detto che sono due attaccanti forti che possono giocare insieme, hanno tutte le caratteristiche, sono una coppia ben assemblata. Entrambi hanno fatto gol, corrono, si sacrificano. Anche Llama è un giocatore importante che da più soluzioni, ha qualità e può fare la trequarti o la seconda punta, sarà importante quando starà meglio. Anche Ciccio finché ne aveva ha cercato di pressare, giochiamo ogni 3 giorni e paghiamo la stanchezza".

"La prestazione della difesa? La fase difensiva la considero sempre collettiva, abbiamo un'ottima reparto arretrato, abbiamo preso due gol su calcio piazzato e in occasione del secondo è stato bravo Scarpa. Sotto il profilo della gestione della partita la difesa ha fatto bene, ma dobbiamo cercare di stare bassi nella casella dei gol subiti perché è importante per il raggiungimento del nostro obiettivo. Andare in vantaggio è importante, dobbiamo sempre partire così, aggredendo l'avversario, imponendo il nostro ritmo. Siamo stati bravissimi nell'azione dell'1-0, con movimenti perfetti e l'atteggiamento mentale che serve. Atteggiamento che dev'essere intenso anche quando si è in vantaggio, non si deve lasciare nessun tipo di respiro all'avversario, a prescindere da come si chiami, bisogna stare alti ed essere aggressivi".

"So che devo lavorare tanto con la squadra, ci sono margini di miglioramento enormi, possiamo fare molto meglio ma attenzione: ci sono anche gli avversari! Il Catania battaglia partita per partita, stiamo affrontando un tour de force devastante, dobbiamo pensare una partita alla volta e da stasera testa al Monopoli. La manita della scorsa stagione? L'anno scorso è l'anno scorso, da stasera recuperiamo le energie e prepariamo la partita".