Sannino: "E' il momento più importante della stagione"

Mister Sannino nella conferenza odierna

Mister Sannino nella conferenza odierna  Fonte: Nino Russo

Conferenza stampa di mister Sannino in vista del match contro il Frosinone

Mister Sannino, reduce da una sofferta vittoria nell'ultima gara al Massimino, si è confrontato in conferenza stampa con i giornalisti sul momento attraversato dai rossazzurri alla vigilia del match esterno contro il Frosinone di Roberto Stellone.

Il tecnico rossazzurro non ha nascosto i problemi che affliggono la sua squadra, ma non vuole che questi diventino un alibi per i suoi giocatori. "Non mi piace lamentare - esordisce - dei problemi che pure ci sono. Non fa parte del mio carattere. Tutti voi potete vedere i problemi che ci affliggono quindi è inutile stare qui a rimarcarli. Quello che mi importa di più in questo momento è l'anima dei miei calciatori, Se andiamo alla ricerca degli alibi, degli infortuni, degli squalificati non riusciremo mai a muovere la classifica".

"Da quando sono arrivato a Catania non posso rimproverare nulla ai ragazzi sotto l'aspetto delll’impegno ed alla voglia di lavorare. La vittoria di Pescara è stata molto importante per loro, avere sei punti per loro è importante, ma quello che a loro deve importare più di tutto è la continuità. In questo momento è vitale muovere la classifica, altri discorsi li potremo fare quando avremo tutti i nostri giocatori disponibili. Per adesso possiamo ragionare solo da provinciale".

"La scelta di Capuano in quel ruolo è giustificata dal momento particolare che viviamo. Il ragazzo ha fisicità, anche se non gioca nel proprio ruolo naturale si è dimostrato un ragazzo molto intelligente che ha dimostrato di sapersi sacrificare e fare bene quello che gli viene chiesto. Verrà il momento in cui potremo cambiare lo schieramento".

"Ho saputo che Garufi è stato molto attaccato per il rigore di Crotone. Faccio questo esempio per dire che i giovani non possono essere mandati allo sbaraglio, perchè i giovani vanno bene quando sono inseriti in un meccanismo perfetto, e allora tutto funziona bene. I ragazzi avranno il loro spazio, domani avremo anche Di Grazia, avremo anche Aveni".

"Sabato andremo in un campo difficile, contro una squadra con una rosa ampia che ha consentito al tecnico di effettuare un ampio turn over. Hanno attaccanti pericolosi anche se non portano un grandissimo nome. Dionisi, Ciofani, Curiale, sono ragazzi che io conosco da quando erano in C. Hanno fame di successo. Ma sono costruiti bene anche a centrocampo e in difesa dove hanno grande personalità".