Quattro promozioni più tre ripescaggi: ecco come dovrebbe essere il format della Serie C

Il presidente della Lega di Serie C Francesco Ghirelli

Il presidente della Lega di Serie C Francesco Ghirelli  Foto: Google.com

Possibile svolta nella spinosa questione legata al regolamento di B e C. Che sia la (s)volta buona?

Condizionale d'obbligo!
La spinosa questione dei format della Serie B e della Serie C relativa alla stagione attuale e alla prossima (la 2019-20) sembrerebbe esser finalmente giunta ad una svolta. Al termine del Consiglio federale, svoltosi in data odierna, emergono quelle linee guida tanto attese sostanzialmente da questa estate.

Andiamo con ordine. Il regolamento della Serie B dovrebbe rimanere (in questo calcio il condizionale è d’obbligo!) inalterato: 3 promozioni in Serie A e 4 retrocessioni in Serie C. Con ciò dovrebbe essere ripristinato, nella prossima stagione, anche il numero delle partecipanti, da 19 a 22 squadre. A completamento dell’organico del prossimo torneo cadetto, secondo quanto emerge dalle parole del presidente della Lega di terza serie Francesco Ghirelli, dovrebbero esserci tre ripescaggi, i cui criteri saranno discussi nel prossimo Consiglio federale in programma il 31 gennaio 2019.

La Serie C edizione 2019-20, infine, dovrebbe avere 4 promozioni in B e 8 retrocessioni in Serie D. Anche in questa categoria, così come in cadetteria, potrebbero esserci dei ripescaggi dai dilettanti per portare l'organico a 60 squadre.


Le parole del presidente Francesco Ghirelli
Così il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, al termine del Consiglio federale tenutosi in data odierna: “In coerenza con l’Assemblea dei club di Lega Pro di ieri, in Consiglio federale abbiamo presentato la proposta che è in linea con il piano di riforma che sta attuando il presidente Gravina. La proposta, condivisa con i nostri club, era quella di riportare la Serie B a venti squadre con cinque promozioni dalla terza serie: tre dirette e due tramite play-off. La serie B e, purtroppo, la serie A non hanno condiviso. A questo punto la Serie B torna o meglio resta a 22, noi quattro promozioni e otto retrocessioni".

"Il 31 gennaio - ha proseguito il presidente Ghirelli -si riunirà il Consiglio federale per definire i criteri dei ripescaggi per completare gli organici ( tre squadre) e si dovranno approvare criteri in linea con la riforma, capaci di chiudere quella pagina inaccettabile di agosto per la Serie C. La strada che abbiamo tracciato è di responsabilità e riporta l’equilibrio dopo quanto è successo in estate con danni a club, ai tifosi e al nostro calcio. Una pagina triste si chiude. Siamo disponibili al confronto con tutte le componenti per definire la riforma necessaria per il calcio”.