Quattro "giovani" moschettieri nel segno del '98

Da sx.: Biancola, Bonaccorsi, Rizzo e Schisciano (grafica a cura di Bruno Marchese)

Da sx.: Biancola, Bonaccorsi, Rizzo e Schisciano (grafica a cura di Bruno Marchese)  Foto: CalcioCatania.com

Tanti ragazzi classe '98 e '99, sotto contratto con il Catania, ma in prestito, si stanno mettendo in luce nel torneo Serie D.

Alla fine della scorsa stagione del campionato Berretti, molti degli interpreti più continui e tecnicamente pronti fra i '98 e '99, sono stati girati in prestito presso importanti società le cui squadre partecipano al campionato di Serie D, per la prima volta anche del nord Italia. E' necessario infatti vivere un'esperienza fuori dal contesto regionale, magari negando lo sterotipo che quando un ragazzo del sud va al nord torna presto indietro alla ricerca delle cose che gli mancano. Banco di prova che risulta essere di fondamentale importanza, d'altronde un ragazzo del '98 quando dovrebbe maturare se non subito? Iniziamo con questo articolo, partendo proprio dai ragazzi classe '98, a volgere la nostra attenzione su "chi" e "come" si sta mettendo in luce nei vari gironi della quarta serie nazionale, dove - lo ricordiamo - il regolamento prevede l'impiego stabile durante ogni gara di due '98 e un '99. Dai due co-protagonisti della corsa del Potenza verso la Serie C, David Biancola e Simone Schisciano (forti, entrambi, di una precedente stagione di esperienza della stessa serie, in altre società), al primatista di presenze (nonché gol e assists realizzati) Alessio Rizzo, arrivando al titolare fisso della "TOP 11 del Girone A" Samuele Bonaccorsi, ecco a voi i "quattro giovani gioielli classe '98".

David Biancola (Potenza, Girone H). Il difensore di origini empedocline, maturato nella Berretti di mister Pulvirenti di cui fu anche il capitano nella stagione 2015-16, si è già distinto nello scorso campionato di Serie D fra le file del Bisceglie, contribuendo alla promozione in Serie C. Dopo l'ottima stagione, quest'anno è approdato al Potenza, dove sta bissando la promozione nella serie superiore per il secondo campionato consecutivo. Negli anni il suo ruolo si è definitivamente evoluto in quello di esterno basso destro, ma alla bisogna copre benissimo la zona del difensore centrale. Complessivamente ha accumulato 22 presenze su 32 gare disputate, entrando da titolare per 18 volte, portandone a termine dodici. Al suo attivo anche un gol e tre assists; peccato negli ultimi due mesi abbia dovuto segnare il passo per via di un infortuno alla caviglia, ma è finalmente pronto a riprendersi il posto. Come detto la squadra lucana è al comando del girone: a due gare dal termine della stagione, la prossima potrebbe essere quella della definitiva consacrazione.

Simone Schisciano (Potenza, Girone H). Centrocampista del vivaio della Pantanelli, da giovanissimo a Torre del Grifo, si mette in luce da capitano dei Giovanissimi Nazionali per la vena realizzativa. Dopo Allievi, Primavera e Berretti, anche lui intraprende nella stagione 2016-17 la via della Serie D, approdando nelle file del Gela neo-promosso, contribuendo come titolare inamovibile alla permanenza nella categoria. Come il compagno, grande salto di qualità nel prender parte al progetto del Potenza, dove fornisce il suo contributo mettendo a frutto l'esperienza acquisita, interpretando il ruolo di mezzala o centrale; ha registrato in tutto 23 presenze sulle 32 gare fin qui disputate dai lucani, scendendo in campo 14 volte da titolare. Ha segnato un gol in coppa, ma in campionato ha messo le ali al suo talento sfoderando 6 assists per i compagni. Insieme a questi ultimi attende la prossima gara per la matematica conquista della Serie C.

Alessio Rizzo (Union Feltre, Girone C). Migliore marcatore della Berretti nelle stagioni 2015-16 e 2016-17, specialista nell'esecuzione dei penalties, il fantasista catanese ha messo la propria tecnica al servizio dell'Union Feltre, ricambiato costantemente dalla fiducia del tecnico e dai giudizi unanimi della stampa sulle prestazioni sempre improntate al sagace mix di qualità e sostanza. Mezzala o esterno poco importa, Alessio ha marcato ben 31 volte il tabellino delle presenze su 32 incontri disputati, con 20 presenze da titolare. Ma i gol sono l'essenza stessa del calcio del centrocampista catanese che ha messo a segno 4 reti (la quinta è stata attribuita a un altro compagno), con la bella doppietta realizzata contro l'Abano Calcio, subentrando in corsa dalla panchina. Ulteriori "perle", ben 9 assists in favore dei compagni che ancora ringraziano per tanta precisione. Quando mancano due gare al termine della stagione, l'Union Feltre ricopre l'ottava posizione della classifica del girone.

Samuele Bonaccorsi (Borgosesia, Girone A). L'ex capitano e primatista di presenze della scorsa stagione della Berretti rossazzurra, aveva subito trovato spazio da titolare nella formazione piemontese, ma un infortuno lo ha tenuto lontano dal campo per parecchio tempo. Ritrovata la condizione e tornato in piena efficienza ha subito lavorato per rientrare, convincendo il tecnico a riconsegnargli la titolarità del ruolo (difensore centrale) che di certo non mollerà fino all'epilogo della stagione. Lo score complessivo è di tutto rispetto, Samuele ha maturato 20 presenze (su 36 gare disputate, quando mancano solo due incontri alla fine della stagione), di cui ben 18 da titolare, consecutivamente 12 volte sino a oggi. La stampa specializzata ne tesse le lodi per senso del dovere e applicazione nel ruolo, inserendolo sovente titolare nell'ipotetica Rappresentativa "TOP 11" del Girone A, dove il Borgosesia è attestato attualmente in 9^ posizione.