Pino Rigoli: "Sconfitta inaspettata, c'è stato un calo mentale"

Pino Rigoli, amarissimo ritorno all'Esseneto

Pino Rigoli, amarissimo ritorno all'Esseneto  Foto: Nino Russo

Le dichiarazioni del tecnico degli etnei al termine del match di Agrigento

Il commento amaro di Pino Rigoli raccolto in sala stampa al termine della meritata sconfitta di Agrigento: “Una sconfitta inaspettata. Sapevamo che questa partita nascondeva delle insidie, ma non mi aspettavo questo genere di prestazione. In qualsiasi posto dove andiamo troviamo sempre squadre determinate che danno più del cento per cento. Arrivavamo da una partita nella quale avevamo speso tanto (Matera, ndr) soprattutto a livello mentale. Dopo aver fatto il gol avremmo dovuto raddoppiare, ma purtroppo non ci siamo riusciti. Abbiamo sbagliato tanto nelle fasi di possesso e di appoggio e questo ha determinato il risultato. Contavamo di portare a casa un risultato diverso, ma c’è stato un calo mentale dopo la partita di martedì. Forse dopo il primo gol abbiamo staccato la spina pensando che la partita fosse già vinta. Ripeto, bene per 20 minuti ma poi abbiamo spagliato troppo. Non dovevamo permettere questo. Djordjevic e Russotto? Sono stati colpiti da un virus influenzale questa notte. Mazzarani? È il nostro primo rigorista ed è giusto che abbia battuto anche il secondo calcio di rigore. L’Akragas? Mi auguro che si salvi”. Bisogna lavorare ed allenarci tanto. Abbiamo una settimana per ricompattarci e per essere più forti di prima”.