Lo Monaco: "Messina non è un derby, Lodi si allenerà con noi..."

Pietro Lo Monaco, ad etno

Pietro Lo Monaco, ad etno  Foto: Nino Russo

Le parole dell'Ad in attesa del match Messina-Catania, valido per la 27'giornata del Campionato di Lega Pro 2017.

A pochi giorni dal match valido per la 27a giornata del campionato di Lega Pro, il direttore Pietro Lo Monaco ha voluto rilasciare stamane alcune dichiarazioni rispondendo alle domande dei giornalisti. A seguito di ciò non sarà dunque prevista alcuna conferenza pre-gara da parte del tecnico rossazzurro Mario Petrone, impegnato nella preparazione della partita in programma domenica al San Filippo- Franco Scoglio di Messina alle ore 14:30.

A PITINO DICO CHE...
"Si continua a parlare ancora del Catania in un modo che a me non piace molto. Sinceramente quando sento determinate cose mi girano le scatole. Parlo delle interviste di questi ultimi giorni agli ex dipendenti del Calcio Catania (Pitino, ndr). Abbiamo commesso degli errori e questo è innegabile. Quando sento certi discorsi mi viene da sorridere. Ci siamo ritrovati a militare da palcoscenici di serie A alla Lega Pro ma per tanto tempo siamo stati esempio. Per cui rispondo a Pitino effettuando un'analisi: la rosa ritrovata al mio arrivo era caratterizzata da cinque giocatori di un valore pari all'intera squadra di quest'anno. Lo stesso ingaggio di Calil era esorbitante. La vecchia gestione è costata al Catania ben quattro milioni di euro. La società è ancora adesso in difficoltà per tali situazioni. La nostra unica forza oggi è Torre del Grifo, il nostro sostegno. Se il Catania vincesse il campionato sarebbe una bella rivincita, come vincere la Champions".

NON SONO SODDISFATTO DEI RISULTATI OTTENUTI
"Osservo il campionato e non mi ritengo soddisfatto delle performance tecniche messe in campo nonostante i 43 punti ottenuti. Se avessimo ottenuto una vittoria sabato scorso contro il Taranto saremmo certamente sesti in classifica. Tuttavia possiamo ancora giocarcela. Vogliamo centrare l'obiettivo per cui continueremo a lottare. Il nostro è un organico forte, che non ha nulla da invidiare a nessuna squadra".

PROTO? GLI AUGURO DI FARE MEGLIO MEGLIO DI ME. COL MESSINA NON E' UN DERBY
"A Messina? Beh, adesso è arrivato Franco Proto al quale faccio il mio in bocca al lupo. Spero sappia fare meglio di come ho fatto io. Con le mie capacità e con le risorse a disposizione ho vinto solo due campionati lasciandogli la squadra in Lega Pro. Con i debiti di allora credo di avere fatto più di quanto si potesse fare. Domenica noi faremo la nostra gara, una partita come tutte le altre. Certamente non parlo di derby, per noi ne esiste uno solo ed è quello con il Palermo".

LODI DA NOI E' A CASA SUA
"Francesco Lodi? Dalla prossima settimana si allenerà con noi. Lo ospitiamo senza nessun problema, per lui questa è casa sua. Mi dispiace che l’Udinese abbia fatto questa pantomima all’ultimo giorno di mercato..."