Foggia-Catania (1-3): I rossazzurri sbancano lo "Zaccheria"

Il gol di Ciccio Lodi

Il gol di Ciccio Lodi  Foto: CalcioCatania.com

Doppietta per Rossetti, gol su punizione di Lodi. Ottime prestazioni di Pozzebon, Noce e Bucolo

SI GIOCA PER IL SECONDO TURNO DELLA COPPA ITALIA 2018/2019
I rossazzurri di mister Andrea Sottil scendono in campo allo stadio "Pino Zaccheria" di Foggia per il secondo turno della Coppa Italia 2018/2019, dove affronteranno i "satanelli" padroni di casa. Otto giorni fa, nel primo turno, gli etnei ebbero la meglio sul Como, battuto 3-0 al "Massimino" grazie alle reti di Lodi, Rossetti e Curiale. Per i rossoneri di Gianluca Grassadonia l’incontro di questa sera rappresenta l’esordio stagionale nella competizione iridata. Fischio d’inizio fissato per le 20.45, arbitra il signor Illuzzi di Molfetta, gli assistenti sono Cipressa e Mastrodonato, il quarto uomo Alessandro Meleleo. In caso di parità al termine dei 90 minuti si disputeranno i tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore, per decretare la vincitrice del match che domenica 12 agosto affronterà la vincente di Hellas Verona-Juve Stabia.

IL TABELLINO

FOGGIA-CATANIA 1-3

RETI: Rossetti al 13', Lodi al 70', Gori al 73', Rossetti all'83'

FOGGIA (3-5-2): 1 Bizzarri; 5 Tonucci, 31 Camporese, 14 Martinelli; 13 Zambelli, 8 Carraro, 29 Ramé (dal 70' Rubin), 10 Deli (dal 69' Sicurella), 11 Kragl; 9 Gori, 21 Nicastro.
In panchina: 22 Noppert, 3 Ranieri, 6 Loiacono, 16 Sicurella, 20 Amabile, 23 Rubin, 27 Cascione, 12 Sarri.
Allenatore: Gianluca Grassadonia

CATANIA (3-5-2): 1 Pisseri; 2 Blondett, 5 Lovric, 3 Marchese; 9 Barisic, 8 Biagianti, 10 Lodi, 4 Bucolo, 6 Noce (dal 76' Fornito); 11 Pozzebon (dall' 85' Caccetta), 7 Rossetti.
In panchina: 12 Fabiani, 13 Papaserio, 14 Fornito, 15 Di Grazia, 16 Caccetta, 17 Graziano.
Allenatore: Andrea Sottil

ARBITRO: Lorenzo Illuzzi di Molfetta

ASSISTENTI: Alessandro Cipressa di Lecce e Vito Mastrodonato di Molfetta

QUARTO UFFICIALE: Alessandro Meleleo di Casarano

AMMONITI: al 44' Blondett, al 56' Deli

ESPULSI:

RECUPERO: 0 p.t. - 4 s. t.

CRONACA PRIMO TEMPO
Catania in campo con la seconda divisa, maglietta, pantaloncini e calzettoni bianchi, sulla casacca le strisce trasversali rossazzurre, Foggia con la tradizionale maglia rossonera. Al 2’ etnei subito pericolosi con un calcio di punizione dalla mediana di Lodi, mischia in area, ma nessun attaccante ospite riesce nella deviazione vincente. Al 3’ ci riprova "Ciccio" con una punizione più decentrata rispetto alla precedente, questa volta il centrocampista napoletano calcia direttamente in porta ma la palla finisce alta sopra la traversa. Sottil schiera i suoi con il 3-5-2: i centrali sono Blondett, Lovric e Marchese, gli esterni Barisic a destra, Noce a sinistra; in avanti inedito tandem composto da Rossetti, già in gol nella gara con il Como, e Demiro Pozzebon. Al 9’ viene fuori il Foggia che sfiora il vantaggio: punizione dalla sinistra, in spaccata interviene Martinelli ma Pisseri è attento e fa sua la sfera in due tempi. Al 10’ ancora padroni di casa pericolosi con Nicastro che da fuori area impegna nuovamente l’estremo difensore dei siciliani. Un minuto dopo Pozzebon, defilato sulla sinistra, ci prova da fuori area ma il suo è un tiro velleitario che si spegne tra le braccia di Albano Bizzarri. Al 13’ Catania in vantaggio: Bucolo ruba palla a centrocampo, serve sulla destra Barisic il quale crossa in area perfettamente trovando Rossetti pronto a colpire di testa e a insaccare portando i suoi avanti per 1-0. Al minuto sedicesimo cross di Kragl dalla corsia di sinistra e grande uscita di Pisseri che allontana con i pugni. Due minuti più tardi i rossazzurri sfiorano il raddoppio con Pozzebon, la sua conclusione da fuori è deviata in angolo da un difensore di casa, dagli sviluppi dell’angolo altra occasione con Lodi che impegna Bizzarri. Dopo venti minuti ottima prova dell’elefante che conduce sui "satanelli". Bene Pozzebon, mobile in avanti e utile dietro nella fase difensiva. Un’altra respinta del numero uno catanese a spazzare l’area di rigore al minuto 21. Davvero da manuale l’azione che ha portato al gol gli etnei, un ottimo cross di Barisic e bravissimo Rossetti, al suo secondo gol consecutivo, a smarcarsi per colpire di testa. Al 32’ Gori calcia da posizione defilata, Pisseri controlla ma con qualche difficoltà. Fin qui buona prova anche del giovane Noce, schierato come quinto di centrocampo sulla corsia di sinistra, sempre pronto e attento nel controllare gli inserimenti di Zambelli. Catania un po’ in calo sul finire dei primi 45 minuti ma i dauni mancano di lucidità. Al 44’ il direttore di gara ammonisce Blondett per un fallo sul numero 10 pugliese Deli. Senza recupero si conclude il primo tempo con il Catania in vantaggio grazie alla rete di Mattia Rossetti al 13’.

CRONACA SECONDO TEMPO
Nessun cambio a inizio ripresa per le due compagini che dunque ripartono con lo stesso undici con il quale hanno iniziato la gara. Nel secondo tempo il Catania attaccherà da sinistra verso destra. Viene ritardata la ripresa dell’incontro per permettere a chi di dovere la sistemazione della porta che sarà difesa da Albano Bizzarri, ex rossazzurro ai tempi della massima serie. Secondo tempo cominciato con qualche minuto di ritardo. Dopo tre minuti l’arbitro concede un pericoloso calcio di punizione agli ospiti, ma il tiro di Lodi è respinto dalla barriera. Al 50’ tiro di Deli dalla distanza, Pisseri non trattiene e favorisce Gori che, contrastato da Barisic tira fuori. Un minuto dopo ottima chiusura di Bucolo su Carraro, palla in corner. Al 54’ buona progressione di Pozzebon che si sposta sulla fascia, crossa in mezzo ma non trova nessun compagno in mezzo all’area avversaria. Per il Foggia primo giallo della partita ai danni di Deli. Al 61’ conclusione velenosa di Carraro, da fuori area, la palla finisce fuori non di molto alla destra della porta difesa da Pisseri, il quale era sulla traiettoria e osserva la stessa spegnersi sul fondo. Tre minuti dopo verticalizzazione di Lodi per Pozzebon che con un tiro dalla distanza impegna Bizzarri. Ancora Catania con Barisic che calcia in diagonale, pallone fuori alla destra del portiere rossonero. Su capovolgimento di fronte inserimento di Deli, che fa il suo ingresso in area, mette la palla al centro, ottimo intervento di Blondett che sventa il pericolo. Punizione dal limite per l’elefante, ma prima i pugliesi effettueranno un doppio cambio: fuori Deli e Ramè, dentro Sicurella e Rubin. Lodi va sul punto di battuta, va al tiro e segna! Raddoppio del Catania. "Ciccio" la mette sotto la barriera e alla destra di Bizzarri, è 0-2. Due minuti dopo i foggiani accorciano le distanze e riaprono la gara: cross dalla destra di Zambelli e colpo di testa di Gori che mette dentro. Il Foggia va vicino al pareggio con una botta di Kragl da fuori, ma il tiro finisce sul fondo. Per i rossazzurri in campo c’è Fornito che ha preso il posto di Noce, autore di un’ottima prova. All’83’ grande azione di Saro Bucolo, che supera tre avversari e serve una palla d’oro a Rossetti bravo a metterla alle spalle del portiere foggiano. 3-1 per i rossazzurri! La terza rete dei siciliani sembra aver tagliato le gambe ai pugliesi. A 5 minuti dal 90’ mister Sottil richiama Pozzebon, gara di grande sacrificio per lui che si è reso più volte pericoloso con tiri dalla distanza, che fa spazio a Caccetta. Al minuto 86 Kragl ci prova dalla distanza con il sinistro, palla fuori non di molto alla destra di Pisseri. Due minuti più tardi ci riprova il centrocampista tedesco numero 11, sempre dalla distanza e sempre col piede sinistro, il numero 1 etneo blocca con sicurezza. Saranno 4 i minuti di recupero. È finita! Il Catania espugna lo "Zaccheria", dove batte il Foggia per 3-1 qualificandosi al terzo turno della Coppa Italia. Gli etnei se la vedranno con il Verona, che stasera ha eliminato la Juve Stabia, al "Bentegodi"