Focus sul prossimo avversario: la Cavese

Il calcio di rigore trasformato da De Rosa nella gara della penultima giornata dello scorso campionato, giocata a Cava de' Tirreni

Il calcio di rigore trasformato da De Rosa nella gara della penultima giornata dello scorso campionato, giocata a Cava de' Tirreni  Foto: CalcioCatania.com

Si giocherà per il primo turno infrasettimanale della stagione, mercoledì 25 settembre al 'Massimino', alle 20.45

L’avversario del Catania, alla sesta giornata del girone C della serie C, sarà la Cavese. Per il primo turno infrasettimanale della stagione si giocherà mercoledì 25 settembre alle 20.45 allo stadio "Angelo Massimino".

--> Il rendimento in campionato
I campani dopo cinque gare di campionato hanno altrettanti punti in classifica: una vittoria, due pareggi e due sconfitte.
In trasferta sin qui sono arrivati due k.o.: in casa della Reggina alla seconda giornata, gara terminata con il risultato di 5-1 per gli amaranto, per gli ospiti rete di Di Roberto su calcio di rigore; e in casa del Teramo alla quarta giornata per 2-0.
Di due pareggi e una vittoria è lo score casalingo dei biancoblu: All’esordio in campionato con il Picerno la partita si è conclusa con il risultato di 1-1, con i padroni di casa che acciuffano il pareggio a 5 minuti dal novantesimo con Matino; stesso risultato nella gara della terza giornata contro la Vibonese, con il pareggio dei cavensi che arriva sempre nel finale, questa volta al 91’, con Di Roberto. Nell’ultimo turno invece è arrivato il primo successo, al "Lamberti" è stata battuta la Paganese di misura, in virtù della rete di Germinale al minuto 59.

--> L’organico
Il tecnico degli aquilotti è Salvatore Campilongo ‒ da calciatore è stato attaccante, tra le altre, anche di Palermo e Venezia, mentre da allenatore si è seduto sulle panchine di Empoli, Casertana e Vibonese ‒ succeduto a Francesco Moriero, già tecnico del Catania dal marzo del 2016 fino al termine della stagione, quando prese il posto di Pippo Pancaro. Il cambio sulla panchina dei metelliani è avvenuto dopo la sconfitta con il Teramo.
Il portiere titolare è il diciannovenne Luca Bisogno, di Cava de' Tirreni e cresciuto nella Cavese. Titolare due stagioni fa in serie D, nella cavalcata verso la C, lo scorso campionato ha giocato appena dodici minuti: partito dall’inizio fu sostituito per infortunio nella gara casalinga contro la Viterbese della 27ª giornata. Giovanissimi anche gli altri due portieri: il triestino Matteo Kucich, classe '98, ha debuttato nella gara di coppa Italia contro la Triestina, persa dalla Cavese per 3-1; e il ventunenne Fabio Rinaldi, attualmente fermo per infortunio.
Il capitano della squadra, quando tra gli undici di partenza non c’è Favasuli, è Lino Marzorati, difensore centrale di scuola Milan, classe '86. È arrivato a Cava de' Tirreni questa estate dalla Juve Stabia, con la quale la scorsa stagione ha totalizzato 30 presenze e vinto il girone C del campionato di Serie C. L’ex Milan fa coppia al centro della difesa con il ventenne napoletano Emmanuele Matino, di proprietà del Parma. Lo scorso campionato è stato in forza al Potenza, con il quale ha disputato 13 incontri.
Il vero capitano della squadra è Francesco Favasuli, centrocampista centrale di 36 anni di Locri, alla terza stagione con i blufoncé. Nelle due precedenti esperienze ha collezionato 45 presenze e 2 reti, tra serie C, serie D e le rispettive coppe. Sempre in mediana, fa parte dell’organico campano anche l’ex rossazzurro Luca Lulli. A Catania nella stagione 2015/2016 ha giocato 10 partite, prima di approdare al Savona, nel girone B. Nel campionato 2018/2019 ha giocato per il Fano (30 presenze nel girone B della Serie C). Un giovane centrocampista è Antonio Matera, classe 1996. Anche lui, come Matino, lo scorso torneo ha giocato con il Potenza, totalizzando 31 presenze, comprese quelle in coppa Italia e nei play off.
Un altro ex dell’Elefante lo troviamo nel reparto avanzato, trattasi di Andrea Russotto. Approdato in rossazzurro nel 2015 dalla Salernitana, ha giocato 93 partite e messo a segno 16 gol con i siciliani in tre stagioni. Sempre in campo in questo inizio di stagione. Il centravanti è Badr El Ouazni, in gol a Trieste in coppa e ancora a secco in campionato. Come Marzorati è stato prelevato dalla Juve Stabia, promossa tra i cadetti vincendo lo scorso campionato di C. Con le vespe ha segnato 7 gol in 30 gare. L’ex Sicula Leonzio Miguel Sainz Maza ha giocato fin qui 5 volte, compreso la gara di coppa, è stato assente contro la Reggina. Spagnolo di 26 anni è cresciuto nel settore giovanile del Barҫa, in Italia ha indossato anche le maglie di Reggina, Foggia, Pordenone e Pisa. In organico c’è anche il trentasettenne Claudio De Rosa, che è sceso in campo contro Reggina e Vibonese. Nella scorsa stagione ha realizzato 4 centri in 18 incontri. Una rete l’ha siglata in occasione del confronto con gli etnei dello scorso 28 aprile. Era la penultima giornata, il Catania era avanti 2-1 fino al 92’, quando De Rosa realizzò dal dischetto il gol del pareggio facendo esplodere di gioia il pubblico del "Lamberti".

--> La formazione tipo
Mister Campilongo, nella gara del suo esordio sulla panchina della Cavese, contro la Paganese, ha mandato la sua squadra in campo con il modulo 4-3-3, lo stesso utilizzato da Moriero che come alternativa aveva il 4-2-3-1. Di seguito la formazione tipo:

4-3-3
Bisogno;
Spaltro (Matino), Matino (Rocchi), Marzorati, Nunziante (D’Ignazio);
Favasuli (Castagna), Lulli, Matera (Maza);
Di Roberto (Addessi), El Ouazni (Germinale, De Rosa), Russotto (Maza).