EX - Juve Stabia-Catania: Baldanzeddu, "vespa" cadetta

Ivano Baldanzeddu, ex di turno

Ivano Baldanzeddu, ex di turno  Fonte: Nino Russo

Nuovo appuntamento con i doppi ex rossazzurri passati e presenti

DUE A UNO PER IL CATANIA…
Estate 2011. La Juve Stabia di Piero Braglia, Adriano Sartorio Mezavilla, Ciro Danucci e Giorgio Corona - tutti ex rossazzurri con fortune alterne – ha appena conquistato la promozione in Serie B dopo un’attesa lunga sessant’anni. Da Lucca viene prelevato il laterale destro Ivano Baldanzeddu, attualmente in rossazzurro. E’ l’inizio di una stagione esaltante, con 57 punti conquistati sul campo, una tranquilla salvezza e con la ciliegina sulla torta rappresentata dalla vittoria al “San Francesco” di Nocera Inferiore nell’atteso derby campano contro i rossoneri. Stagione memorabile, la 2011-12, nella quale spicca il prezioso contributo del laterale sardo, protagonista con 36 presenze in campionato. Rendimento costante anche nell’annata successiva, nella quale Baldanzeddu mette insieme altri 34 gettoni. Il secondo anno cadetto, però, si conclude con il ritorno delle vespe in terza serie, ma nonostante la retrocessione Ivano da Tempio Pausania si conferma uno dei migliori. Altro ex gialloblu oggi in rossazzurro è Matteo Pisseri, estremo difensore delle vespe nel campionato di Prima Divisone edizione 2014/15. Anche per l’attuale number 12 (solo di maglia) dell’Elefante esperienza assai positiva con tanti applausi ricevuti e buoni ricordi lasciati in dote al pubblico campano. Tra le vespe, rispetto alla gara di andata, non ci sarà Daniele Liotti, per via della cessione a gennaio alla Feralpisalò. L’unico ex rossazzurro presente nel sodalizio stabiese è Fabio Caserta, attualmente nello staff tecnico delle vespe nella veste di allenatore in seconda. Con la casacca del Catania, dall’estate del 2004 al settembre del 2007, Fabio da Melito Porto Salvo ha collezionato 103 presenze e 13 reti tra A e B.

Ciccio Bombagi esulta con la maglia stabiese 



MI RITORNI IN MENT…EX
Ampia carrellata finale con gli altri ‘doppi ex’ di Juve Stabia e Catania. Tra i pali, oltre ai già citato Pisseri, trovano posto Francesco Bifera, Patrizio Fimiani, Gennaro Iezzo (nativo proprio di Castellammare di Stabia), Ciro Polito (a difesa della porta gialloblu nella scorsa stagione). Nel reparto arretrato spazio a Marco De Simone, Gennaro Monaco, Nicola Mariniello, Cristiano Biraghi, Loris Bacchetti, Luigi Carillo e Daniele Liotti.

Assai corposo l’elenco in mediana: Pasquale Casale (protagonista in rossazzurro della promozione in B nella stagione 1979-80), Antonio Crusco, Umberto Brutto, Marco Capparella, Gael Genevier, Salvatore D’Ancora e Francesco Bombagi, quest’ultimo protagonista assoluto dei due confronti della scorsa stagione che lo videro a segno sia all’andata (2-1 per i campani al Menti) che al ritorno (1-1 al Massimino) ma con due maglie diverse. Nomi importanti anche nel reparto avanzato: Enzo Bellini, Adelchi Malaman, Alessandro Ambrosi, Salvatore Bruno, Stefano Dall’Acqua, Souleymane Doukara, Francesco Nicastro, Fabio Aveni, Gargiulo Alfonso, Paolo Marciano e Elio Calderini. In panchina Guido Mazzetti, Gianni Di Marzio, Pietro ‘Rino’ Santin, Piero Cucchi, Maurizio Costantini, Pippo Pancaro e Pino Rigoli, quest’ultimo a Castellammare di Stabia nella prima parte del campionato 2007-08.

Pino Rigoli, tecnico delle vespe per parte della stagione 2007-08