ESCL-Atzori:"La società intervenga sul mercato, a La Spezia serve una sterzata"

Gianluca Atzori, ex allenatore del Catania

Gianluca Atzori, ex allenatore del Catania  Foto: CalcioCatania.com

L'ex tecnico del Catania, Gianluca Atzori, commenta il momento dei rossazzurri a "CalcioCatania.Com"

L’ex tecnico del Catania, Gianluca Atzori, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di “CalcioCatania.Com” per commentare il momento della formazione rossazzurra alla vigilia della partita di domani contro lo Spezia, altra formazione allenata di recente dal tecnico di Collepardo.

“Non mi aspettavo un inizio così complicato per il Catania perché le premesse alla viglia erano diverse – ha dichiarato Atzori – A volte quando si fanno grandi proclami e si pompa troppo l’ambiente poi si finisce con il rimanere delusi. Io ho sempre sostenuto che il Catania avrebbe fatto fatica soprattutto ad inizio stagione anche perché poi alla lunga i valori delle squadre vengono fuori. Conosco bene Beppe Sannino e so che con il suo modo di lavorare incide molto sulla squadra. Analizzando la rosa attuale, mi chiedo tuttavia quanto veramente possa lottare per la promozione in Serie A. Personalmente credo che a gennaio si debba assolutamente intervenire sul mercato.

Questo Catania sta vivendo sicuramente un momento sfortunato un po’ come l’ho vissuto io nella mia esperienza sulla panchina rossazzurra. Tanti infortuni e la palla che con vuole entrare pur giocando con grande impegno e anche esprimendo sprazzi di buon calcio. Molte volte gli infortuni non hanno una causa ma succedono per casualità anche quando si lavora bene. Altre volte però possono dipendere da diversi fattori a partire dalla preparazione estiva, dal clima, dall’alimentazione o dalla gestione delle amichevoli. Adesso senza trovare alibi bisogna guardare avanti. La dirigenza se veramente vuole tornare in A, deve migliorare l’attuale organico mentre i calciatori devono pensare alle prossime partite a cominciare dallo Spezia.

In Liguria ho vissuto una esperienza di appena quaranta giorni ma ho captato subito che l’ambiente è molto esigente. Non conosco il motivo di questo inizio altalenante di risultati, probabilmente anche loro sono alla ricerca della quadratura del cerchio. Credo comunque che con la rosa a disposizione di Bjelica si può puntare ai play-off.

Quella di domani sarà una partita in cui lo Spezia deve fare molta attenzione al Catania. I rossazzurri infatti sono obbligati a giocare con la massima intensità perché non possono dare seguito a questa serie di risultati negativi. Deve esserci una sterzata e adesso le responsabilità maggiori sono a carico dei giocatori. La vittoria resta la migliore medicina per uscire fuori da questo momento. Da uomini di calcio però è necessario fare una analisi accurata della situazione, la squadra deve essere migliorata in alcuni reparti, motivo per cui da qui a gennaio bisognerà stringere i denti e scendere in campo cercando di superare anche i propri limiti”.