Cavese-Catania 0-1: Decide un rigore di Mazzarani, +10 sulla zona play-out

Mazzarani in campo dal 1'

Mazzarani in campo dal 1'  Foto: Nino Russo

Terza vittoria esterna per gli uomini di Lucarelli. Il racconto della gara tra Elefanti e aquilotti.

TABELLINO:
CAVESE-CATANIA 0-1
Marcatori: Mazzarani su rigore al 44'


CAVESE (4-4-1-1): Bisogno; Nunziante (dall'82' Badan), Matino, Marzorati, Ricchi (Di Roberto); Spaltro, Matera (dall'82' Bulevardi), Lulli (dal 57' Castagna), Sainz-Maza; Germinale; Cesaretti (dal 57' Russotto). A disp.: Abibi, D'Andrea, Badan, Marzupio, Polito, Bulevardi, Castagna, Cernaz, Favasuli, Di Roberto, De Luca, Russotto. All: Campilongo

CATANIA (4-2-3-1): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Pinto; Vicente (dall'85' Welbeck), Salandria (dal 78' Biagianti); Barisic, Curcio (dal 46' Esposito), Biondi (dal 72' Manneh); Mazzarani (dal 72' Beleck). A disp.: Martinez, Marchese, Esposito, Di Grazia, Biagianti, Welbeck, Capanni, Manneh, Beleck. All: Lucarelli

ARBITRO: Federico Longo di Paola

ASSISTENTI: Mauro Dell’Olio di Molfetta e Pierluigi De Chirico di Barletta

AMMONITI: Marzorati al 17', Campilongo (tecnico della Cavese) al 38', Pinto al 40', Russotto al 90', Furlan al 92'

ESPULSI:

RECUPERO: 2' pt; 4' st.

INDISPONIBILI: Addessi, Kucich, Rocchi e De Rosa; Curiale, Dall'Oglio, Noce e Saporetti

SQUALIFICATI: Di Molfetta e Rizzo

DIFFIDATI: Rizzo, Biagianti, Mbende, Biondi e Mazzarani

CRONACA PRIMO TEMPO:
Si gioca al 'Menti' di Castellammare di Stabia.
Ospiti in maglia bianca, pantaloncini azzurri, calzettoni bianchi. Padroni di casa con la classica casacca blufoncé, pantaloncini bianchi, calzettoni blu.
La squadra di Lucarelli attacca da sinistra verso destra. Mazzarani, oggi con la fascia di capitano, agisce da falso nueve, Barisic e Biondi sono gli esterni, con lo sloveno che si posiziona sulla corsia di destra. Per i campani in campo c’è l’ex Lulli, mentre l’altro ex, Russotto, siede in panchina.
Al 7’ Curcio lancia Mazzarani, che dall’interno dell’area di rigore, da buona posizione, calcia alto.
Sette minuti più tardi ci provano gli aquilotti con un tiro da fuori di Cesaretti che termina alto sopra la traversa.
Al minuto numero 17 brutto fallo di Marzorati che atterra Mazzarani, il quale si era involato sulla fascia destra. Cartellino giallo per il numero 24 della Cavese. Dagli sviluppi del calcio di punizione, tirato da Pinto, Vincente conclude verso lo specchio della porta, ma il portiere dei cavensi blocca senza problemi.
Al 21’ palo clamoroso di Biondi, bravo a saltare Bisogno in uscita, al limite dell’area di rigore, tiro rasoterra dell’esterno rossazzurro che colpisce il palo. Catania sfortunato, vicinissimo al vantaggio.
Al 28’ Matera conclude da fuori area, il pallone finisce fuori di molto, alla sinistra della porta difesa da Furlan.
Al minuto 39 proteste dei campani per un presunto fallo di Curcio, ai danni di Nunziante, in area etnea. Matera prova a scavalcare Furlan con un tiro dal limite dell’area, il pallone termina sopra la traversa.
Un minuto dopo Pinto trattiene Scaltro in mezzo al campo, inevitabile l’ammonizione per l’esterno rossazzurro che entra in diffida.
Al 43’calcio di rigore per il Catania: ‘veronica’ di Biondi che viene steso da Marino, per l’arbitro non ci sono dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri si presenta Mazzarani che spiazza Bisogno, palla a sinistra, portiere a destra. Rossazzurri in vantaggio al ‘Menti’. Per il numero 32 dell'Elefante si tratta della ventitreesima marcatura in rossazzurro.
Due minuti di recupero concessi dal sig. Longo.
Il primo tempo si conclude con gli ospiti meritatamente in vantaggio sui campani, grazie al rigore trasformato da Mazzarani negli ultimi minuti di gioco.

CRONACA SECONDO TEMPO
Primo cambio per Lucarelli ad inizio ripresa: il tecnico toscano inserisce il difensore Esposito per Curcio, passando alla difesa a tre.
Al 50’ cross di Barisic dalla corsia di destra, con il pallone che termina direttamente a fondo campo.
Quattro minuti più tardi opportunità per Biondi, che temporeggia un po’ troppo e la sua conclusione viene deviata in angolo.
Al 59’ Mazzarani conclude debolmente in acrobazia verso lo specchio della porta, facile l’intervento di Bisogno.
Intanto per i padroni di casa esce un ex, Lulli, ne entra un altro, Russotto. In campo anche Di Roberto e Castagna, fuori Ricchi e Cesaretti.
Al minuto 61 Andrea Mazzarani calcia una punizione sulla barriera, poco distante dal limite dell’area di rigore.
Cinque minuti più tardi è Barisic a calciare in porta, con il destro da posizione defilata, l’estremo difensore blufoncé blocca la sfera.
Al 68’ provvidenziale intervento di Furlan su conclusione di Di Roberto, palla in angolo. È il primo tiro nello specchio della porta da parte dei metelliani.
Minuto 70: Barisic mette il pallone al centro dell’area, dove Biondi si fa anticipare da un difensore avversario.
Due minuti più tardi Lucarelli effettua un doppio cambio: Manneh rileva Biondi e Beleck, che esordisce con la maglia del Catania, sostituisce Mazzarani. Pertanto vengono sostituiti gli uomini che fin qui sono stati determinanti per quanto riguarda il risultato: l’autore del gol, Mazzarani, e chi si è procurato il calcio di rigore, Kevin Biondi.
Al 78' fa il suo ingresso in campo Marco Biagianti, viene sostituito Salandria.
All’80’ Matera ci riprova con un tiro da fuori, come nel primo tempo, pallone alto sopra la traversa della porta difesa da Jacopo Furlan.
Doppio cambio per Campilongo: Bulevardi per Matera e Badan per Nunziante.
Ultima sostituzione tra le fila dell'Elefante: Welbeck sostituisce Vicente. Il centrocampista ghanese non scendeva in campo dallo scorso 27 ottobre, in occasione della sfida con il Bari giocata al 'Massimino' e terminata a reti inviolate.
Al 92' ammonito Furlan per perdita di tempo.
Sono quattro i minuti di recupero concessi dal direttore di gara.
Il Catania batte la Cavese 1-0 grazie al calcio di rigore trasformato da Mazzarani allo scadere del primo tempo. Terza vittoria esterna per gli etnei, che non vincevano in trasferta da dicembre e in campionato dal match interno con l'Avellino del 22 gennaio.