Catania, è tempo di recuperare…

La gioia di Pagani

La gioia di Pagani  Foto: CalcioCatania.com

Monopoli-Catania, presentazione: si recupera la prima delle tre gare degli etnei, che vogliono guadagnare terreno in classifica

RECUPERO DELLA PRIMA GIORNATA
Martedì 23 ottobre alle 20.30, allo stadio "Vito Simone Veneziani", il Catania scenderà in campo per il recupero della prima giornata del Girone C del Campionato di Serie C. L’avversario sarà il Monopoli, decimo in classifica con 8 punti, gli stessi di Bisceglie, Sicula Leonzio e Cavese. I rossazzurri occupano il quarto posto con 13 punti (gli stessi della Vibonese che è stata battuta al "Massimino" e che ha tre gare in più degli etnei), a 6 lunghezze dalla capolista Trapani, a 5 dalla Juve Stabia e a 2 dal Rende. In Puglia arbitrerà Nicoletti di Catanzaro, che sarà assistito da Cantafio e Ciancaglini.

MONOPOLI: POCHI SONO I GOL FATTI MA ANCHE QUELLI SUBITI
I biancoverdi di mister Beppe Scienza ‒ 75 presenze e 7 reti da centrocampista con la maglia del Catania tra l’ '88 e il '90 ‒ hanno disputato 6 gare di campionato, una in più del loro prossimo avversario, ottenendo 2 vittorie, due pareggi e lo stesso numero di sconfitte. I pugliesi hanno segnato poco, solo 7 reti, ma hanno subito altrettanto, 4 gol, e hanno la seconda difesa meno battuta del Girone C insieme a quella del Trapani e dopo quella della Juve Stabia (3 gol subiti). In casa il gabbiano ha perso alla terza giornata contro il Rende (0-1), ha pareggiato alla quinta contro il Trapani (0-0) e ha battuto la Paganese, nell’infrasettimanale di martedì scorso, per 3-0 grazie ai centri di Montinaro e Mangni e all’autorete di Piana. Stesso rendimento in trasferta: sconfitta sabato 20 ottobre a Castellammare di Stabia, il Monopoli passato in vantaggio con Berardi si fa rimontare dalle vespe che vincono 2-1; pari a reti bianche a Potenza alla seconda giornata e successo per 3-1 sulla Reggina, al "Razza" di Vibo Valentia, alla quarta giornata. A segno De Angelis, Sounas e Mangni. Il tecnico di Domodossola predilige il 3-5-2 e può contare su uomini d’esperienza come il difensore De Franco e l’attaccante Mendicino e su giovani come il portiere di proprietà dell’Inter Marco Pissardo e sulla punta Berardi, in prestito dal Torino.

CATANIA: IN PUGLIA ASSENTI CERTI BARISIC E GIUSEPPE RIZZO
Gli etnei in 5 gare hanno conquistato 4 vittorie e un pareggio e messo a segno 13 reti, delle quali ben 7 sono arrivate dagli sviluppi di un calcio piazzato: il gol del definitivo 2-1 di Silvestri a Rende, che insacca di testa da corner di Lodi; tutti e tre i gol alla Vibonese al "Massimino", Biagianti di testa su angolo di Lodi, lo stesso numero 10 napoletano su calcio di rigore e sempre dal suo piede parte l’angolo dal quale Silvestri spizza di testa per Aya che segna il gol del 3-0 finale; nell’1-1 di Caserta la rete rossazzurra nasce dall’ennesimo angolo di Lodi, secondo assist vincente consecutivo di Tommaso Silvestri che serve Curiale, il quale di testa batte il portiere rossoblù; con il Trapani "Ciccio" Lodi dal dischetto trasforma il momentaneo 1-1; e per ultima la rete del 4-2 di Curiale dagli undici metri a Pagani; sono 5 i gol incassati dal Catania, Pisseri è stato battuto almeno una volta in tutte le gare eccetto contro la Vibonese, contro la quale la sua porta è rimasta inviolata. Con la Paganese, sabato scorso, per l’Elefante è arrivato il secondo successo di fila dopo quello col Trapani (3-1) di quattro giorni prima. Con le loro rispettive doppiette, Marotta e Curiale raggiungono Lodi a quota 3, ad una sola lunghezza dal capocannoniere del girone che attualmente è Castaldo della Casertana. Martedì a Monopoli Sottil non potrà avere a disposizione né Barisic né Giuseppe Rizzo, entrambi fermi per infortunio.

MARTEDÌ DI C…HAMPIONS
In un martedì di Champions League, quello del 23 ottobre dove saranno impegnate Juventus e Roma, i tifosi rossazzurri, chi al seguito della squadra, chi trepidante davanti al computer o alla tv, sentiranno pulsare i loro cuori per il primo dei tre recuperi, che vedrà impegnato il Catania al "Vito Simone Veneziani" contro i biancoverdi padroni di casa. La squadra di Sottil viene dalla gara di Pagani vinta per 4-2: tre gol in un quarto d’ora e pratica chiusa…all’apparenza, perché poi arriveranno i gol di Parigi, a dieci minuti dalla fine del primo tempo e di Scarpa all’8’ della ripresa e sul 3-2 ecco che all’Elefenate iniziano a venire i brividi di paura. Scarpa, Nacci e soprattutto Parigi, al quale si oppone uno splendido Pisseri, hanno delle ghiottissime occasioni per pareggiare. Poi all’81’ Curiale riesce a incunearsi nell’area azzurrostellata e viene steso da Diop, l’arbitro assegna il rigore che lo stesso 11 trasforma. I siciliani verso la fine della prima frazione e per buona parte della ripresa, forse nel tentativo di addormentare la partita, hanno finito con l’appisolarsi, rischiando di fare un incubo. Ma la qualità dell’organico non si discute e in un attimo l’andamento delle cose può tornare a far sorridere. In ogni caso vanno evitati cali di tensione o distrazioni, specie in trasferta e con avversari ostici come il Monopoli, contro il quale bisogna far punti per recuperare terreno dalla vetta. Quindi servirà sfoderare una prestazione da… Champions.