Catania-Casertana, presentazione: Ridurre le distanze

Il gol di Curiale nella gara d'andata

Il gol di Curiale nella gara d'andata  Foto: CalcioCatania.com

L’Elefante, domenica 10 febbraio, riceve i falchetti al 'Massimino', si gioca alle 16.30

CALCIO D’INIZIO ALLE 16.30
Domenica 10 febbraio il Catania riceverà la Casertana in occasione della venticinquesima giornata del Girone C della Serie C. Gli etnei, quarti in classifica, appaiati al Catanzaro con 44 punti, sono a 12 lunghezze dalla vetta occupata sempre dalla Juve Stabia dell’ex Fabio Caserta. A tre lunghezze invece c’è il Trapani che staziona in seconda posizione; i campani sono quinti a quota 35. Al "Massimino" il fischio d’inizio sarà alle 16.30, il direttore di gara designato è Marco D’Ascanio di Ancona, gli assistenti sono Montanari e Teodori.

CATANIA: 6 SUCCESSI DI FILA AL "MASSIMINO"
L’elefante si presenta al cospetto dei falchetti dopo il pari a reti inviolate di Vibo Valentia, nel turno precedente, contro la Vibonese. In Calabria si è trattato del terzo risultato utile consecutivo e del quinto pareggio in campionato, il quarto con uno 0-0. Sesta gara senza far gol per gli uomini di Sottil, tredicesima senza averne incassati. I rossazzurri, con 14 reti al passivo, sono la seconda retroguardia meno battuta del Girone C dopo quella della Juve Stabia (9). Al "Massimino" si giocherà per l’undicesima volta in questo torneo, nei precedenti incontri i padroni di casa, che sono terzi nella speciale classifica delle gare casalinghe con 27 punti conquistati, hanno ottenuto 9 vittorie (le "vittime" sono state: Vibonese, Trapani, Siracusa, Reggina, Virtus Francavilla, Cavese, Monopoli, Matera e Rende) e subito una sola sconfitta, con il Catanzaro (bissata la scorsa settimana anche in Coppa Italia) lo scorso 11 novembre. Nelle successive sei partite tra le mura amiche gli etnei hanno sempre conquistato i tre punti. Domenica torna a disposizione Alessandro Marotta.

CASERTANA: QUATTRO VITTORIE NELLE ULTIME 5 GARE
I rossoblù si presenteranno al "Massimino" forti di quattro vittorie nelle ultime 5 gare. Domenica scorsa i tre punti sono arrivati al "Pinto" a discapito della Virtus Francavilla, battuta di misura grazie alla rete, la terza in campionato, del capitano Pasquale Rainone (difensore centrale). I campani, che hanno giocato una partita in più dei rossazzurri, vantano 9 vittorie, 8 sono i pareggi, 6 i k.o. In panchina siede l’ex difensore del Catania (anni 90) Raffaele Esposito, affiancato dall’ex tecnico del Messina Nello Di Costanzo. Esposito, arrivato dalla "Berretti" casertana, ha preso il posto di Gaetano Fontana, esonerato dopo la 13ª giornata. In trasferta i falchetti hanno fatto bottino pieno in tre occasioni, con Francavilla (1-2), Rende (0-1) e Cavese (1-2); quattro sono i pari, a Matera (2-2), Castellammare di Stabia (1-1 con la Juve Stabia), a Viterbo (a reti bianche con la Viterbese) e Siracusa (0-0); quattro sono anche le sconfitte, subite da Rieti (2-1), Bisceglie (2-1), Potenza (1-0) e Catanzaro (3-2).

LE PILLOLE DEL PRE-PARTITA
Lo scorso 13 ottobre il Catania affrontava la seconda trasferta nell’attuale campionato, dopo quella vittoriosa di Rende all’esordio e dopo la vittoria interna sulla Vibonese (3-0). Al "Pinto" il match si concluse 1-1: ospiti in vantaggio con Davis Curiale nel primo tempo, pari di Floro Flores per i padroni di casa allo scadere dell’incontro.
Domenica, contro una Casertana che in classifica si è portata alle spalle dei rossazzurri ricomponendo il quintetto delle favorite al salto di categoria di inizio stagione, non sarà facile. Si prospetta una gara tosta e sicuramente giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Gli etnei hanno l’occasione, sin qui raramente sfruttata un po’ come nella scorsa stagione durante la rincorsa al Lecce, di accorciare dallo Stabia, che osserverà il proprio turno di riposo. Sfide sulla carta tutt’altro che proibitive per Trapani e Catanzaro: i siciliani saranno di scena a Bisceglie, i giallorossi ospitano la Paganese.