Catania-Bisceglie, presentazione: 3 punti 0 chiacchiere!!!

I tifosi rossazzurri vogliono tornare a gioire per i 3 punti

I tifosi rossazzurri vogliono tornare a gioire per i 3 punti  Foto: CalcioCatania.com

Domani alle 16.30 al "Massimino" si gioca la gara tra rossazzurri e nerazzurri stellati valida per la dodicesima giornata.

SI GIOCA ALLE 16.30
Sabato 4 novembre il Catania scenderà in campo per la dodicesima giornata del Girone C del Campionato di Serie C. Al "Massimino" arriverà il Bisceglie di mister Zavettieri. Il calcio d’inizio è fissato per le 16.30, arbitrerà Cipriani di Empoli che sarà coadiuvato da Catamo e Rotondale. I rossazzurri, scivolati al quarto posto, hanno 19 punti in classifica, sette in meno del Lecce capolista. Occhio dietro a Trapani e Matera rispettivamente con 18 e 16 punti. Biscegliesi tredicesimi con 12 punti, a più quattro dal quartultimo posto e a meno due dal decimo.

CATANIA, FAI 13! (PUNTI IN CASA)
Ci ritroviamo a raccontare un altro 2-1 subito dagli etnei, questa volta in trasferta, che rappresenta la seconda sconfitta di fila dopo i sei successi consecutivi. Dopo il k.o. casalingo con la Sicula Leonzio gli uomini di Lucarelli sabato scorso sono stati impegnati al "Granillo" con la Reggina di Maurizi. Che gli etnei erano vogliosi di riscatto lo si è visto già dai primi 8 minuti, nei quali hanno creato ben 5 palle gol: 3 con Mazzarani, di cui un gol annullato, una con Curiale e una con Russotto, la cui girata finiva alta sopra la traversa. Purtroppo la serata non sarà a favore degli etnei che colpiti dal reggino Bianchimano pareggiano grazie a un bel colpo di testa di Curiale (con 3 reti è l’attuale miglior realizzatore della sua squadra) servito magistralmente da Marchese con un cross dalla sinistra. Nella ripresa non è lo stesso Catania del primo tempo e al 94’ subisce la beffa ancora con un gol di Bianchimano. Lo scettro di miglior difesa del girone al momento passa al Monopoli, con 5 reti al passivo, 6 sono quelle subite dall’elefante. Sabato al "Massimino" arriva il Bisceglie, altro avversario che nasconderà le proprie insidie, che i rossazzurri dovranno battere per difendere gli "attacchi" delle inseguitrici e soprattutto per continuare a inseguire il Lecce che tenta la fuga verso la promozione diretta. In casa il Catania ha ottenuto 10 punti su 15 disponibili: 3 vittorie (contro Lecce, Andria e Monopoli) e un pareggio (col Fondi). L' unica sconfitta è quella con la Leonzio. Al "Massimino" i gol fatti sono 7, 3 quelli subiti. Nell’allenamento del giovedì Lucarelli ha provato sia il 3-5-2 che il 3-4-3, segnale che potrebbero esserci delle novità non solo nell’undici di partenza. Dovrebbe ritornare in campo Ciccio Lodi, in panchina a Reggio, dopo l’intervento alla mano. Bucolo sconterà il secondo e ultimo turno di squalifica.

BISCEGLIE: UNA NEOPROMOSSA AL "MASSIMINO"
Il prossimo avversario dei rossazzurri di mister Cristiano Lucarelli è il Bisceglie di mister Nunzio Zavettieri, che ha iniziato la sua carriera da allenatore guidando formazioni giovanili tra le quali quella dell’Inter, la scorsa stagione sulla panchina del Catanzaro e nel 2015/2016 su quella della Juve Stabia. La società pugliese dopo ben 19 anni è ritornata a giocare un campionato tra i professionisti vincendo il Girone H del campionato di Serie D 2016/2017 con Nicola Ragno in panchina. Nell’attuale organico figurano il capitano Andrea Petta, le punte Partipilo (2 gol in stagione) e Ivan Jovanovic, i difensori Migliavacca e Diallo, di proprietà rispettivamente di Novara e Avellino. I nerazzurri vengono dalla sconfitta interna con il Trapani, la gara giocata sabato scorso è terminata 3-0 in favore dei siciliani. I padroni di casa subìto il primo gol dopo appena tre minuti cercano di reagire e hanno due ghiotte opportunità per pareggiare ma gli attaccanti non riescono a sfruttarle. La ripresa sembra il replay del primo tempo: dopo tre minuti arriva il raddoppio dei granata che chiuderanno l’incontro con il gol di Evacuo dopo i vani tentativi dei pugliesi di riaprire l’incontro. I biscegliesi lontano dal "Ventura" hanno raccolto 4 punti, frutto di una vittoria (contro la Paganese alla prima giornata) e un pareggio (Akragas-Bisceglie 2-2 giocata al "De Simone" di Siracusa); due sono le sconfitte, con Lecce (3-1) e Cosenza (2-1). Nella sfida del "Massimino" i nerazzurri stellati dovranno fare a meno di Maxime Giron, squalificato per due giornate dal Giudice Sportivo per il fallo di reazione nei confronti di Maracchi del Trapani, di Diallo infortunato e di Delic che ha rescisso il contratto con la società del presidente Nicola Canonico.

LE PILLOLE DEL PRE-PARTITA
Sono tre i precedenti tra Catania e Bisceglie giocati allo stadio "Cibali" di Catania: due sono le vittorie rossazzurre prima del pareggio nell’ultimo confronto del dicembre del '97 terminato 1-1.
Gara da affrontare con il massimo della concentrazione e con il giusto atteggiamento guerrigliero e impavido quella di domani pomeriggio contro il neopromosso Bisceglie (in campionato non vince da quattro partite, due sconfitte e due pareggi, l’ultima vittoria un mese fa in casa contro la Juve Stabia, lo scorso 3 ottobre), che senza dubbio metterà il massimo dell’impegno per dar del filo da torcere ai rossazzurri. Altri 3 punti d’oro in palio da conquistare per il Catania che insegue la vetta e deve anche guardarsi alle spalle da temibili avversari. La capolista Lecce sarà impegnata ad Andria, il Monopoli secondo in classifica con 22 punti osserverà il proprio turno di riposo; il Siracusa terzo a 20 punti ospita la Paganese che martedì affronterà in casa gli etnei nell’infrasettimanale. Il Trapani quinto e il Matera sesto saranno impegnati in casa rispettivamente contro Akragas e Juve Stabia.