Coppa Italia Serie C 2021/22: ecco il nuovo regolamento

  Foto: Flickr.com

Fino ai quarti gare a eliminazione diretta, poi andata e ritorno. Società ospitante stabilita quasi sempre con sorteggio.

Con il Comunicato Ufficiale n. 36/L, la Lega Pro ha reso noto il regolamento della Coppa Italia di Serie C della stagione 2021/22 (clicca qui per leggere la versione integrale).

Il regolamento in pillole
- Alla Coppa Italia di Serie C parteciperanno le 60 squadre che parteciperanno al campionato di Serie C 2021/22. Le 4 società ammesse alla Coppa Italia "maggiore" (Padova, Sudtirol, Catanzaro e Avellino) saltano il primo turno eliminatorio ed accedono direttamente al secondo turno eliminatorio.

- Dal primo turno eliminatorio ai quarti di finale si giocheranno gare uniche a eliminazione diretta, le semifinali e le finali saranno invece disputate con gare di andata e ritorno. In tutti i turni, in caso di parità, si disputeranno i supplementari ed eventualmente i rigori. In semifinale e finale non vale la regola del gol in trasferta.

- Al primo turno eliminatorio partecipano 56 squadre, previa suddivisione in quattro gruppi da 14 per criteri geografici e predisposizione di un tabellone con posizionamento progressivo, stabilito con sorteggio.
Gli accoppiamenti saranno stabiliti dunque all'interno dei singoli gruppi da 14 (con sorteggio) ed hanno diritto di giocare in casa le società a cui è stata attribuita la posizione di ingresso in tabellone contrassegnata dal numero più basso.

- Al secondo turno eliminatorio partecipano le 28 squadre qualificate nel turno precedente e le 4 ammesse alla Coppa Italia "maggiore". Anche in questo caso le società verranno suddivise in quattro gruppi (in questo caso da 8) all'interno dei quali saranno stabiliti gli accoppiamenti, sempre con sorteggio.
Le 4 squadre ammesse alla Coppa Italia "maggiore" hanno diritto di giocare in casa; negli altri casi per stabilirlo si procede con sorteggio.

- Il tabellone degli ottavi di finale è basato sui 4 gruppi predisposti per il turno precedente. Pertanto in ogni gruppo si disputano due gare tra le 4 società vincitrici nel secondo turno eliminatorio, con accoppiamenti stabiliti con sorteggio. Anche il diritto di giocare in casa viene stabilito con sorteggio.

- Arrivati ai quarti di finale, si procede con un sorteggio integrale tra le 8 qualificate che determina il tabellone degli incontri coi relativi incroci sino al turno della finale. La società ospitante è sempre individuate mediante sorteggio.

- Le semifinali, come anticipato, si disputano con gare di andata e ritorno e con accoppiamenti stabiliti dal tabellone predisposto in occasione dei quarti di finale. In questo caso si procede al sorteggio per stabilire chi giocherà in casa la gara di andata.

- Per la finale vale quanto previsto per la semifinale.

- L'inversione del campo può essere disposta dalla Lega se vi è richiesta congiunta da parte delle due società interessate, o in caso di indisponibilità dello stadio.

- Dal primo turno eliminatorio alle semifinali, l’incasso lordo di ogni gara deve essere suddiviso al 50% tra le due società.

- Questi, invece, i premi in denaro previsti: alle 8 società qualificate ai quarti di finale € 5.000,00 per ogni società; alle 4 società qualificate alle semifinali € 15.000,00 per ogni società; alle società finaliste € 60.000,00 alla prima classificata ed € 30.000,00 alla seconda classificata.