Catania-Palermo 0-1: Derby ai rosanero

L'espulsione di Marconi

L'espulsione di Marconi  Foto: CalcioCatania.com

La decide Santana al quarto d'ora della ripresa. Il racconto del Derby di Sicilia fra rossazzurri e rosanero.

TABELLINO
CATANIA-PALERMO 0-1
Marcatori: Santana al 60'

CATANIA (3-4-3): Confente; Silvestri, Giosa, Sales (dal 62' Rosaia), Calapai (dal 78' Albertini); Welbeck (dal 62' Di Piazza), Dall'Oglio, Pinto (dal 71' Manneh); Russotto, Sarao, Golfo (dal 78' Reginaldo). A disp.: Santurro,, Claiton, Albertini, Izco, Rosaia, Manneh, Maldonado, Di Piazza, Vrikkis, Volpe. Reginaldo. All: Raffaele

PALERMO (3-4-3): Pelagotti; Somma, Marconi, Palazzi (dall'80' Peretti); Accardi, Luperini, De Rose, Valente (dal 54' Crivello) ; Silipo (dal 54' Santana), Lucca, Floriano (dal 62' Broh). A disp.: Fallani, Martin, Crivello, Peretti, Santana, Marong, Broh, Rauti. All: Filippi

ARBITRO: Matteo Marcenaro di Genova.

ASSISTENTI: Marco Ceccon di Lovere e Cosimo Cataldo di Bergamo

IV UFFICIALE: Francesco Cosso di Reggio Calabria

AMMONITI: Sarao e Marconi al 30', Sales al 38', Pinto al 52', Santana al 61', Pelagotti al 70', Accardi al 72'

ESPULSI: Marconi al 36' (doppia ammonizione)

RECUPERO: 2' pt; 5' st

INDISPONIBILI: Martinez, Zanchi e Piccolo; Kanoute, Lancini, Corrado e Doda.

SQUALIFICATI: Tonucci; Almici, Odjer e Saraniti

DIFFIDATI: Albertini, Pinto, Silvestri e Zanchi.

CALCIO D'INIZIO ALLE 20.30
A quasi otto anni di distanza dall'ultima volta - era il 21 aprile 2013, si giocava in Serie A - Catania e Palermo si ritrovano allo stadio "Angelo Massimino" per l'edizione catanese numero 39 del "Derby di Sicilia", la prima fra il "46" e l' "F.C.". I rossazzurri di mister Giuseppe Raffaele, giunti alla partita alla sesta partita negli ultimi 19 giorni, vanno alla ricerca di quel successo che manca dalla gara con la Virtus Francavilla dello scorso 13 febbraio. Nelle successive quattro gare, infatti, sono arrivati tre pareggi e una sconfitta. Situazione difficile fra i rosanero, reduci dalle sconfitte con Catanzaro (al "Barbera") e di Viterbo, con quest'ultima fatale al tecnico Roberto Boscaglia, sollevato dall'incarico. La gara sarà visibile in diretta su Eleven Sports e Sky Sport (canale 257) nella modalità pay per view. Calcio d'inizio alle ore 20.30.

DIREZIONE DI GARA
Direzione di gara affidata al signor Matteo Marcenaro della sezione di Genova. Il fischietto ligure sarà coadiuvato dagli assistenti Marco Ceccon di Lovere e Cosimo Cataldo di Bergamo; quarto ufficiale il signor Francesco Cosso di Reggio Calabria. Per il signor Marcenaro si tratta del sesto incrocio con il Catania. Il bilancio registra solo una vittoria per i rossazzurri (4 a 2 a Pagani nella stagione 2018-19). Un pareggio (1 a 1 a Terni, nella gara dei play-off della scorsa stagione) e tre sconfitte (1-0 a Francavilla Fontana nel 2018-19, Catania-Monopoli 0-2 dello scorso anno e Catania-Ternana 1-3 dello scorso 21 ottobre) completano lo score.

LE SCELTE INIZIALI
In casa rossazzurra mister Giuseppe Raffaele ritrova Sales, al rientro dopo aver scontato un turno di squalifica, ma dovrà fare ancora a meno di Tonucci (alla seconda ed ultima giornata di squalifica), Zanchi, Piccolo e Martinez. Catania in campo con il 3-4-3 con il tridente offensivo formato da Russotto, Sarao e Golfo, quest'ultimo originario proprio di Palermo.

Sul fronte rosanero mister Giacomo Filippi, all'esordio sulla panchina del Palermo, dovrà fare a meno di sette elementi: gli ex rossazzurri Odjer e Saraniti, squalificati, al pari di Almici. Fuori dall'elenco dei convocati Kanoute (motivi disciplinari), Doda, Corrado e Lancini. Disponibili Valente, Rauti e Peretti. Per quanto concerne l'undici di partenza 3-4-3 speculare, con Silipo, Lucca e Floriano in avanti.

CRONACA PRIMO TEMPO
Serata fresca allo stadio "Angelo Massimino", terreno di gioco in ottime condizioni.
Al 1’ gli ospiti ci provano subito con un colpo di testa di Lucca che finisce fuori. Pronta reazione dell’Elefante, con un cross insidioso di Calapai che viene deviato dalla difesa rosanero, con Pelagotti che blocca la sfera con qualche difficoltà ma il direttore di gara fischia un fallo in attacco.
Al 12’ cross di Calapai dalla corsia di destra, dopo una deviazione la palla arriva tra i piedi di Pinto che calcia col piede sinistro e guadagna un calcio d’angolo.
Altro corner per i padroni di casa al 17’.
Clamorosa traversa del Palermo al 31’ con un gran tiro dalla distanza di Marconi; sulla respinta Silipo calcia a lato, alla sinistra di Confente, il quale non sarebbe potuto intervenire sul pallone.
Ancora i rosanero pericolosi con un tiro da fuori area di Lucca, con il pallone che questa volta finisce fuori, alla destra di Confente.
Al 30’ Floriano crossa in area di rigore, la palla scavalca Confente, ma Sarao compie un "miracolo" salvando sulla linea.
Un minuto più tardi conclusione di Pinto dalla trequarti, il pallone finisce alto.
Al 36’ svolta del match: fallo di Marconi su Russotto. Per l’arbitro l’intervento è da cartellino giallo, il secondo per il difensore palermitano. I rosanero rimangono in 10 uomini.
Al 42’ Russotto calcia una punizione che attraversa la barriera rosanero ma trova le gambe di Lucca, che deviano la palla in angolo.
Un minuto dopo Golfo impegna Pelagotti con un tiro da fuori area.
Il Sig. Marcenaro di Genova concede due minuti di recupero.
Tiro di Russotto dalla trequarti, al primo minuto di recupero, il pallone termina alto sopra la traversa.
Il primo tempo termina a reti bianche, con il Palermo che ha avuto le occasioni più pericolose ma che è rimasto in inferiorità numerica dal minuto 36. Poche le occasioni da gol create dai padroni di casa.

CRONACA SECONDO TEMPO
Palo di Russotto al 1’.
In tribuna, al "Massimino", sono presenti l'ex presidente del Catania, Gianluca Astorina, e Massimo Taibi, ds della Reggina.
Al 50’ doppia occasione per l’Elefante: prima con Russotto, che impegna severamente Pelagotti, autore di una gran parata; poi con Welbeck, che sulla respinta del portiere rosanero non riesce a “spedire” la palla in rete e viene fermato in angolo.
Tiro di Dall’Oglio da fuori area parato da Pelagotti.
Al 52’ viene ammonito Giovanni Pinto, il quale era in diffida e pertanto salterà la gara di domenica con il Bisceglie.
Doppio cambio per i rosanero: entrano Santana e Crivello al posto di Silipo e Valente.
Al 56’ ci provano Dall’Oglio e Sarao, ma l’estremo difensore ospite non si fa trovare impreparato.
Al quarto d’ora il Palermo si porta in vantaggio. Gol di Santana che stoppa con il petto e batte al volo, trovando l’angolo giusto per battere Confente. L’ex attaccante della Fiorentina esulta togliendosi la maglia e viene ammonito.
Al 64’ Russotto ci prova con un tiro dal limite dell’area, Pelagotti si salva deviando in calcio d’angolo.
Intanto per i rossazzurri hanno fatto il loro ingresso in campo Di Piazza e Rosaia, i quali hanno rilevato Welbeck e Sales; nel Palermo fuori Floriano, al suo posto Broh.
Al 70' viene ammonito il portiere rosanero Pelagotti per perdita di tempo.
Al 71' Raffaele si gioca la carta Manneh, che sostituisce Pinto.
Altro ammonito in casa Palermo: si tratta di Accardi.
Al 73' Dall'Oglio calcia sul fondo una punizione.
Entrano Reginaldo e Albertini, fuori Golfo e Calapai.
Per gli ospiti in campo c'è il giovane Peretti.
Traversa di Russotto al minuto 82.
Al minuto 86 Reginaldo tira dal limite, Pelagotti devia in angolo.
Saranno 5 i minuti di recupero.
Al 92' ottima occasione capitata sui piedi di Reginaldo, che da ottima posizione calcia alto.
I rosanero espugnano il 'Massimino' grazie ad una rete di Santana al quarto d'ora della ripresa.