Cosi di Catania (Calcio): Lo 'spennamento' del liotru e 'u’ clossing chiù longu ro munnu'

Un contatto ravvicinato fra capitan Silvestri e l'ex Curiale

Un contatto ravvicinato fra capitan Silvestri e l'ex Curiale  Foto: CalcioCatania.com

Nuovo appuntamento con la rubrica del nostro Alessandro Russo

Buon pomeriggio.
Ventiseiesima puntata della rubrica “Cosi di Catania (calcio)” in onda qui sulle frequenze on line di calciocataniapuntocom. Chi scrive è il signor Alessandro Russo, uno dei pochi cittadini catanesi a non aver esternato, settimana scorsa, i buoni auspici di compleanno al signor Joe Tacopina, nella gioiosa occasione del compimento dei suoi cinquantacinque anni. Siccome, nevvero, si dà il caso che non vi siano state offese né incidenti diplomatici, allora vatuttobenelostesso sia per me così come anche per lui.

Andiamo avanti e proviamo a parlare un po’ di pallone ma non sarà per nulla facile, dal momento che ieri mattina i nostri soldatini hanno preso due tumbuluni al “Militare”. Scendendo un poco di più nei dettagli accadde che nel campo di calcio di Catanzaro, sciaguratamente, i giocatori rossazzurri vi lasciarono tutte quante le loro penne e questo non va per nulla bene. Seppur non riuscendo mai a tirare in porta, aggiungiamo che colà ieri il Catania sembrerebbe aver dato il massimo.

L'avvocato Giovanni Ferraù, presidente della S.I.G.I., insieme all'avvocato Joe Tacopina, prossimo all'acquisto del club etneo 



Ordunque, dopo questo spennamento in terra calabra, non ci resta che analizzare la situazione in graduatoria del liotru da un punto di vista prettamente algebrico. Sulla carta siamo al quinto posto, epperò le cose non stanno esattamente così ma sono un pizzico diverse. Di fatto, già mercoledì sera, la situazione potrebbe perfino peggiorare qualora, putacaso e Dio non voglia, la Juve Stabia dovesse vincere una gara di recupero. In realtà la soluzione c’è e parrebbe essere alla nostra portata. Basterebbe, infatti, che ognuno di noi -ascoltando il saggio consiglio del mister Francesco Baldini- la smettesse di guardare la classifica del girone C della terza serie italica.

Adesso però, un minuto prima delle canoniche riverenze finali, è giunto il momento di occuparci di statistiche d’una certa importanza. Ebbene, ci tengo adesso a riportare che il lemma siculo-anglosassone “clossing” - proprio così, con due esse - è di gran lunga il più adoperato dai miei concittadini nei diecimila e rotti gruppi WhatsApp, che poi altro non sono diventati che veri e propri pensatoi elettronici. In questa speciale classifica, a distanza comunque non abissale, compaiono altre parole in vernacolo catanese puro che poi sono “comu finiu co” e a seguire “chiù longu ro munnu.”
Saluti sinceri e “ca nocca”.



18 aprile 2021-17° giornata di ritorno- serie C girone C
CATANZARO-CATANIA 2-0

Catanzaro: Di Gennaro, Martinelli, Riccardi, Scognamillo, Pierno, Risolo, Baldassin, Gatti, Di Massimo (88’ Parlati), Carlini, Curiale (77’ Evacuo). All. Villa

Catania: Martinez, Calapai (80’ Manneh), Tonucci, Silvestri, Pinto, Rosaia (59’ Izco), Maldonado (80’ Albertini), Dall'Oglio, Russotto, Di Piazza (87’ Volpe), Reginaldo (59’ Golfo). All. Baldini

Arbitro: Ricci di Firenze

Gol: 75’ Di Massimo, 86’ Baldassin