Catania-Potenza 5-2: manita rossazzurra ai lucani, per Baldini è 4 su 4!

Esultanza etnea

Esultanza etnea  Foto: Nino Russo

Il racconto della gara fra etnei e lucani. Calcio d'inizio alle ore 15.00

FORMAZIONI UFFICIALI
CATANIA (4-3-3): Martinez; Calapai (dal 26' st Albertini), Claiton, Giosa, Pinto; Welbeck, Maldonado (dal 35' st Rosaia), Dall'Oglio; Russotto (dal 35' st Zanchi), Di Piazza (dal 26' st Manneh), Golfo (dal 21' st Reginaldo). A disp.: Santurro, Borriello, Albertini, Sales, Silvestri, Tonucci, Zanchi, Izco, Rosaia, Manneh, Reginaldo, Vrikkis. All: Baldini

POTENZA (4-3-1-2): Marcone; Coppola, Gigli, Conson, Coccia; Zampa (dal 37' st Nigro), Bucolo (dal 32' st Bruzzo), Ricci; Di Livio; Mazzeo (dal 32' st Volpe), Baclet (dal 13' st Salvemini). A disp.: Santopadre, Brescia, Noce, Panico, Nigro, Bruzzo, Sandri, Fontana, Salvemini, Romero, Cavaliere, Volpe. All: Gallo

ARBITRO: Luca Angelucci della sezione di Foligno

ASSISTENTI: Costin Del Santo Spataru di Siena e da Andrea Torresan di Bassano del Grappa

IV UFFICIALE: Adolfo Baratta di Rossano

RETI: Baclet al 3', Di Piazza al 21', Calapai al 45' p.t.; al 10' st Di Piazza, al 14' st Sandri, Russotto al 23' st, Zanchi al 46' st

AMMONITI: Di Livio, Conson, Baclet, Bucolo, Welbeck

ESPULSI:

RECUPERO: p.t. 2'; s.t. 5'

SQUALIFICATI: -

DIFFIDATI: Zanchi, Silvestri, Albertini, Welbeck, Giosa e Sarao

INDISPONIBILI: Confente, Piccolo, Sarao e Volpe; Sepe e Di Somma


CALCIO D'INIZIO ALLE ORE 15.00
Nella quart'ultima giornata della stagione regolare 2020/21 il Catania di Francesco Baldini, quinta forza del torneo in coabitazione con la Juve Stabia, riceve al "Massimino" il Potenza dei catanesi Saro Bucolo e Mario Noce, nel secondo dei due turni casalinghi previsti dal calendario. I rossazzurri, reduci da tre successi di fila, hanno come unico obiettivo la vittoria. Tre punti fondamentali, necessari pe accorciare le distanze dal terzo (Bari sconfitto ad Avellino...) e quarto posto (Juve Stabia-Catanzaro rinviata al 21 aprile) e mantenere a debita distanza le inseguitrici. Obiettivo opposto per i lucani di mister Fabio Gallo in cerca di punti salvezza. Calcio d'inizio alle ore 15.00.

DIREZIONE ARBITRALE
Direzione di gara affidata al signor Luca Angelucci della sezione di Foligno. Il "fischietto" umbro sarà coadiuvato dagli assistenti Costin Del Santo Spataru di Siena e da Andrea Torresan di Bassano del Grappa; quarto ufficiale il signor Adolfo Baratta di Rossano. Per il sig. Angelucci si tratta della seconda direzione con il Catania. L'unico precedente risale alla gara con la Turris dello scorso 22 novembre: a Lentini finì 0 a 0.

LE SCELTE INIZIALI
In casa rossazzurra mister Francesco Baldini ha convocato tutti i componenti dell'organico, compresi gli infortunati Confente, Silvestri e Volpe. Nel 4-3-3 di partenza spazio a centrocampo a Welbeck, al posto di Izco, mentre in avanti out Sarao (che non compare neanche in panchina, così come Piccolo), spazio a Di Piazza, Russotto e Golfo. Nel Potenza l'undici predisposto da Fabio Gallo, con il 4-3-1-2, spazio a Mazzeo e Balcet in attacco; a centrocampo fiducia a Saretto Bucolo in cabina di regia.

CRONACA
Giornata soleggiata su Catania per la penultima gara della stagione regolare in programma allo stadio "Angelo Massimino". Terreno di gioco che dalla nostra postazione appare in buone condizioni, temperatura che si attesta attorno ai 16 gradi. Catania in campo con la tradizionale casacca a strisce verticali rosse ed azzurre, pantaloncini azzurri e calzettoni neri con risvolti rossi ed azzurri; Potenza in completa tenuta bianca con vistose striature rossoblu. Calcio d'inizio affidato al Potenza.

PRIMO TEMPO
La gara si sblocca dopo appena tre minuti: errato disimpegno del Catania in mediana, ne approfitta il Potenza che riparte velocemente, palla in profondità per Baclet che da due passi fredda Martinez sul proprio palo. Nei minuti successivi il Catania si porta in avanti con veemenza in cerca dell’immediato pareggio. All’11’ intervento deciso di Zampa su Welbeck, il secondo in pochi minuti, con i rossazzurri che invocano il cartellino giallo, l’arbitro Angelucci fischia la punizione senza ammonire il calciatore lucano. Al quarto d’ora calcio di punizione conquistato da Welbeck, sempre lui, dai trenta metri. La battuta di Maldonado, tesa e velenosa, è alzata oltre la traversa dal portiere lucano Marcone. Dagli sviluppi del corner, colpo di testa dell’ex Giosa fuori misura.Al 21’ arriva il pareggio del Catania: passaggio filtrante di Golfo per Matteo Di Piazza che, dopo un primo tocco errato, salta Gigli e di destro deposita il pallone alle spalle di Marcone. Per il numero 33 rossazzurro si tratta della quinta rete al Potenza con la maglia del Catani. Al 28’ palla filtrante assai delizioso di Russotto per il “solito” Di Piazza che non riesce ad intercettare la sfera di un soffio, complice la contrapposizione regolare di Conson. Al 30' primo giallo della gara, a rimediarlo il calciatore lucano Di Livio per un intervento in ritardo su Giosa. Al 32’ altro cartellino giallo sventolato dal signor Angelucci. Destinatario del provvedimento disciplinare è il difensore lucano Conson per un fallo, sui trenta metri, su Dall’Oglio. Fase della partita farraginosa, spezzettata da una serie di interventi fallosi da entrambe le parti. Al 44' fallaccio da dietro di Balcet su Pinto, l'arbitro Angelucci decide per il giallo graziando l'attaccante francese. Un minuto più tardi il Catania ribalta il risultato con Calapai: il destro del numero 26 rossazzurro trova la deviazione decisiva del potentino Ricci divenendo imparabile per Marcone. Al termine di due minuti di recupero decretati dall'arbitro Catania in vantaggio per 2 a 1.

SECONDO TEMPO
Squadre in campo per la seconda parte di gara, nessun cambio effettuato dai due tecnici nel corso dell'intervallo. Al primo minuto è il Catania ad andare vicino al gol con Andrea Russotto che da buona posizione perde l'attimo per calciare verso la porta dei lucani. Al 3' Maldonado-show: palla conquistata a centrocampo, scucchiaiata del sudamericano per l'inserimento di Golfo che non riesce a catturare il pallone per questione di centimetri. Catania assai pimpante, in cerca della terza rete. Al quinto azione solitaria di Golfo conclusa con un destro abbondantemente alto. Un minuto più tardi ci prova Jacopo Dall'Oglio: il destro del numero 23, scagliato dai venticinque metri, finisce fuori bersaglio. Al 10' si fa vedere il Potenza: cross velenoso di Ricci allontanato con il pugno da Martinez. Trenta secondi più tardi il Catania trova il terzo gol. Azione personale di Dall'Oglio, palla filtrante per Golfo la conclusione dell'attaccante è respinta da Marcone. Sul proseguimento dell'azione, palla in mezzo di Calapai che trova Di Piazza la sfera all'interno della porta sguarnita. Al 13' doppio cambio nel Potenza: fuori Baclet e Di Livio, dentro Sandri e Salvemini. Un minuto più tardi, il Potenza accorcia le distanze con un colpo di testa di Sandri. Al 16' ammonito Bucolo per un fallo su Welbeck sul lato corto dell'area di rigore. Al 20' veloce ripartenza del Catania imbastita da Welbeck, palla sulla sinistra per Russotto, passaggio per Dall'Oglio che di prima intenzione gira la sfera sul secondo palo, verso Golfo che non riesce ad arrivare sul pallone. Un minuto più tardi salvataggio provvidenziale di Bucolo che toglie la sfera dai piedi di Welbeck. Al 21' fuori Golfo, dentro Reginaldo. Minuto 22 Catania vicinissimo al gol con un colpo di testa di Giosa che sorvola la traversa lucana. Quarto gol del Catania al minuto 23: azione corale dei rossazzurri, palla in mezzo di Calapai per il destro di prima intenzione di Dall'Oglio, pallone che colpisce la parte interna della traversa, sul rimbalzo è lestissimo Russotto a depositare la sfera in rete con un'acrobatica rovesciata. Per il numero 7 rossazzurro si tratta del gol numero 20 con la maglia del Catania. Al 26' doppio cambio nel Catania: fuori Calapai e Di Piazza, dentro Albertini e Manneh. Al 27' ammonito Welbeck: giallo pesante che costringerà il ghanese a saltare Catanzaro per squalifica. Al 31' azione da applausi di Maldonado che prima recupera un pallone in mediana, poi salta un avversario e prova a sorprendere Marcone dalla distanza con un pallonetto che si perde fuori di poco. Al 32' doppio cambio nel Potenza: fuori Mazzeo e Bucolo (salutato dagli applausi scrosciant de presenti), dentro Volpe e Bruzzo. Al minuto 35, altri due cambi nel Catania: dentro Zanchi e Rosaia, fuori Russotto e Maldonado. Al 37' Catania vicinissimo al quinto gol: cross tagliato di Pinto sulla destra, sul quale Claiton non riesce ad intervenire per poco. Trenta secondi più tardi ultimo cambio ospite: fuori Zampa, dentro Nigro. Al 42' veloce ripartenza del Catania con Manneh, passaggio filtrante per Albertini che da posizione decentrata opta per un tiro-cross che taglia tutto lo specchio della porta senza trovare alcuna deviazione. Al 45' bella triangolazione Manneh-Welbeck conclusa dal gambiano con un tocco mancino fuori misura davanti alla porta di Marcone. Decretati 5 minuti di recupero. Al primo dei cinque minuti di recupero arriva il quinto gol del Catania: calcio di punizione di dall'Oglio, stacco aereo di Claiton respinto da Marcone, ribattuta aerea di Zanchi che firma la 'manita' rossazzurra. Al 48' ci prova ancora il Catania con Kalifa Manneh, ma l'azione del gambiano è stroncata dalla difesa lucana. Due minuti più tardi arriva il triplice fischio dell'arbitro Angelucci: Catania batte Potenza 5 a 2. Per gli etnei si tratta della quarta vittoria di fila conquistata in altrettante gare sotto la gestione Francesco Baldini