UFFICIALE: Ferrario lascia il Catania

Stefano Ferrario in azione al

Stefano Ferrario in azione al "Massimino".  Foto: CalcioCatania.com

Il difensore "over" in esubero risolve il contratto e trova l'accordo con la Sambenedettese.

Comunicato ufficiale Catania
"Stefano Ferrario si congeda dal Catania: risolto il rapporto con il nostro club e conclusa così l’esperienza in maglia rossazzurra, il calciatore va alla Sambenedettese, con cui ha stipulato un accordo contrattuale per la stagione 2016/17."

Esperienza deludente
Acquistato negli ultimi giorni di agosto durante il calciomercato estivo del 2015, Stefano Ferrario non è riuscito ad assolvere alle falde dell’Etna il compito di garantire sicurezza con la propria esperienza alla retroguardia del Catania. Sul difensore, tra l’altro, incombeva una nuova richiesta di squalifica (3 anni e 6 mesi) nell’ambito del nuovo deferimento promosso dal procuratore Palazzi in merito all'incontro Lecce-Lazio della stagione 2010/11. Il 30 settembre successivo tuttavia la Corte Federale d'Appello della FIGC ha giudicato inammissibile il ricorso di Palazzi. Dopo aver esordito con la maglia rossazzurra il 23 settembre 2015 nel vittorioso recupero infrasettimanale di Monopoli, Ferrario anche a causa di una condizione fisica precaria ha vissuto il girone d’andata da riserva del duo titolare Pelagatti-Bergamelli. Ha trovato un po’ più di fiducia durante la gestione Moriero nel girone di ritorno, senza tuttavia riuscire a distinguersi in positivo.
Al termine della stagione è finito nella lista degli epurati del nuovo corso targato Lo Monaco. Ha raggiunto i compagni a Torre del Grifo qualche settimana dopo l’inizio del ritiro, restando in attesa di sistemazione. Dopo l’interesse manifestato l’Ancona si è concretizzata la trattativa con la Sambenedettese, club militante nel girone B della Lega Pro 2016/17. Ferrario chiude la sua esperienza al Catania con 16 presenze (15 in campionato, una in Coppa Italia di Lega Pro) e un’espulsione per doppia ammonizione, rimediata nel match casalingo contro la Juve Stabia del 13 marzo 2016.