UFFICIALE: Falcone alla Reggiana

Falcone esulta dopo il gol al Matera.

Falcone esulta dopo il gol al Matera.  Fonte: CalcioCatania.com

L'uscita annunciata dell'esterno libera un'altra casella "over", ma si attendono ulteriori cessioni.

Comunicato ufficiale
"Il Calcio Catania comunica di aver ceduto il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Luigi Falcone, a titolo definitivo, all'Associazione Calcio Reggiana."

Tanta continuità ma poca concretezza
Tesserato, dopo qualche giorno di prova a Torre dal Grifo, dalla triade Bonanno-Pitino-Ferrigno nel bel mezzo della complessa opera di costruzione dell’organico per la stagione 2015/16, Luigi Falcone è stato uno dei giocatori più utilizzati durante l’intero campionato, nonostante la forte concorrenza di Russotto e Calderini nel settore degli esterni offensivi. Rispetto ai due colleghi l’ex Varese si è dimostrato più continuo, anche se meno incisivo in fase realizzativa: soltanto 3 gol realizzati, di cui uno dalla dubbia assegnazione (quello realizzato ad Agrigento nel derby di ritorno). Ininfluente la rete siglata al Catanzaro nel 4-1 del “Massimino”, molto più importante il gol contro il Matera dello scorso 31 gennaio, decisivo per la conquista di 3 punti fondamentali in chiave salvezza. Ai fini del mantenimento della categoria, però, ancor più rilevanti si sono rivelati, col senno di poi, i due assist serviti a Scarsella nella trasferta di Monopoli in occasione della seconda partita di campionato disputata dagli etnei.

Partito come rincalzo di lusso, Falcone si è via via ritagliato il proprio spazio diventando a tutti gli effetti un titolare, grazie agli acciacchi di Russotto ed al calo di forma di Calderini. Ha saltato per infortunio soltanto quattro partite consecutive tra metà novembre ed inizio novembre e i due match conclusivi della regular season. Sia nel 4-3-3 di Pancaro che nel 4-2-3-1 di tanto in tanto schierato da Moriero ha giocato prevalentemente da ala sinistra, salvo spostarsi qualche volta per esigenze tattiche sul versante opposto. Assistito dall’agente Umberto Calaiò, fratello dell’ex rossazzurro Emanuele, Falcone contava di prolungare oltre la scadenza prevista (giugno 2017) il contratto col Catania, ma il cambio dirigenziale ha ribaltato la situazione, trasformando l’esterno da possibile conferma ad “epurato”. Non convocato per il ritiro guidato dal nuovo tecnico Pino Rigoli, il giocatore ha raggiunto dopo qualche settimana Torre del Grifo allenandosi prima a parte e poi in gruppo in attesa di sviluppi sul fronte mercato. Tanti i club che, stando ai rumours, hanno manifestato interesse nei suoi confronti: dal Lecce al Catanzaro, passando per Modena, Albinoleffe e Taranto. Alla fine l’ha spuntata la Reggiana, squadra militante nel girone B della Lega Pro 2016/17.