Ternana-Catania 3-2: quarto k.o. consecutivo in trasferta

La rete del definitivo 3 a 2 firmata da Di Piazza

La rete del definitivo 3 a 2 firmata da Di Piazza  Foto: Nino Russo

Ancora una sconfitta per i rossazzurri lontano dal 'Massimino'. La vetta adesso si allontana

Tabellino
TERNANA-CATANIA 3-2
Marcatori: Mazzarani al 16', Mbende (autogol) al 31', Paghera al 48', Biondi (autogol) al 51', Di Piazza all'83'


TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli; Parodi, Suagher, Bergamelli, Mammarella; Paghera (dal 64'Damian), Palumbo, Salzano, Furlan (dal 69' Celli); Ferrante (dal 76' Vantaggiato), Partipilo (dal 77' Marilungo). A disp.: Marcone, Tosto, Celli, Nesta, Mucciante, Niosi, Damian, Russo, Torromino, Vantaggiato, Defendi, Marilungo. All: Gallo.

CATANIA (4-3-3): Furlan; Calapai, Mbende, Silvestri, Biondi (dall'88' Curiale); Dall'Oglio (dal 68' Llama), Lodi, Welbeck; Mazzarani (dal 77' Rossetti), Di Piazza, Di Molfetta (dal 68' Barisic). A disp.: Martinez, Della Valle, Pinto, Noce, Pino, Esposito, Rizzo, Llama, Barisic, Curiale, Distefano, Rossetti. All: Camplone.

ARBITRO: Matteo Gariglio di Pinerolo.

ASSISTENTI: Gianluca D'Elia ed Andrea Niedda entrambi della sezione di Ozieri.

AMMONITI: Palumbo al 26', Silvestri al 38', Dall'Oglio al 49', Mazzarani al 57', Parodi al 63', Bergamelli al 71', Llama all'89', Salzano al 91', Vantaggiato al 95'

ESPULSI: Palumbo al 93'

RECUPERO: 0 pt; 4 st.

INDISPONIBILI: Proietti, Sini e Repossi; Sarno, Saporetti e Catania

SQUALIFICATI: -

CRONACA PRIMO TEMPO:
Catania in campo con la divisa da trasferta, con tre novità rispetto all’undici iniziale schierato domenica scorsa a Reggio Calabria: vanno in panchina Esposito, Pinto e Rizzo, al loro posto Silvestri, Biondi e Dall’Oglio. Il tridente d’attacco è composto da Mazzarani, Di Piazza e Di Molfetta. I padroni di casa, con il tradizionale completo rossoverde, si schierano con il 4-3-1-2, con il solito Furlan, trequartista, dietro il tandem formato da Ferrante e Partipilo, quest’ultimo miglior realizzatore degli umbri con tre marcature.
Si è osservato un minuto di silenzio in memoria di Giorgio Squinzi, patron del Sassuolo scomparso in settimana.
I rossazzurri attaccano da sinistra verso destra.
Occasionissima per la Ternana al secondo minuto: Partipilo serve Ferrante che si trova solo davanti a Furlan ma spedisce il pallone fuori. Il Catania rischia di capitolare dopo pochissimi minuti dall’inizio del match come accaduto a Reggio.
Al 9’ Bergamelli sfiora il gol dell’ex: punizione dalla mediana di sinistra battuta dal terzino Mammarella (capitano della Ternana), il colpo di testa dell’ex difensore dell’Elefante finisce fuori alla destra di Jacopo Furlan. Nell’azione successiva Silvestri, nel tentativo di liberare la propria area di rigore rischia un clamoroso autogol con un colpo di testa all’indietro.
Al 12’ si vede finalmente la squadra di Camplone: Lodi serve Dall’Oglio che ci prova dalla distanza con una conclusione di prima intenzione, il pallone va fuori di poco impensierendo il portiere delle "fere". Al quarto d’oro di gioco gli etnei conquistano il loro primo corner del match contro i due fin qui guadagnati dalla Ternana.
Al 16’ il Catania va in vantaggio: Calapai crossa basso dalla destra, Mazzarani calcia di prima intenzione con il piede destro e batte Iannarilli per l’uno a zero dell’Elefante. Il Catania torna a segnare al "Liberati", l’ultima volta ci riuscì Lulù Oliveira, nel 3-1 per i padroni di casa del 15 ottobre del 2003, allora si giocava in Serie B.
Ancora Mazzarani al 18’, questa volta nella fascia opposta e col piede sinistro, Iannarilli fa suo il pallone.
Al 20’ Furlan salva la sua squadra con una respinta decisiva sulla linea di porta.
Cinque minuti dopo i rossoverdi sprecano due clamorose occasioni: Ferrante di testa scavalca Furlan ma Silvestri salva sulla linea, nella respinta ci riprova il numero 9 ternano e questa volta a salvare è Furlan. Sul capovolgimento di fronte ancora Mazzarani, scatenato, impegna l’estremo difensore umbro.
Pareggio della Ternana: al 31’ Furlan (Ternana) crossa dalla destra, Mbende nel tentativo di allontanare la sfera la spinge all’interno della propria porta.
Al 36’ le "fere" vanno in vantaggio con Salzano ma il direttore di gara annulla per un fallo in area di Bergamelli. Due minuti più tardi cartellino giallo per Silvestri che si va ad aggiungere a Palumbo, ammonito al minuto 26.
Gran botta di Lodi al 40’ dopo una respinta della difesa avversaria, la sua conclusione da fuori ara termina alta.
Il primo tempo si conclude senza recupero con il punteggio di 1-1. Sembrava il solito Catania da trasferta, con l'atteggiamento sbagliato, come spesso rimproverato da mister Camplone, quello visto dopo appena due minuti quando rischiava di capitolare nell'occasione sprecata clamorosamente da Ferrante. Poi pian piano i rossazzurri son venuti fuori e hanno trovato il gol sull'asse Calapai-Mazzarani. L'"infortunio" di Mbende, che ha portato al pareggio ospite, ha fatto crescere nuovamente la Ternana. Ma dopo questi primi 45 minuti si è visto un Catania diverso rispetto alle ultime trasferte, al cospetto della capolista. Ottimo Mazzarani, male Mbende.

CRONACA SECONDO TEMPO:
Non ci sono cambi a inizio ripresa, si riparte con gli stessi 22 del primo tempo.
Dopo 3 minuti, Furlan (Ternana) appoggia per Paghera che calcia in corsa dal limite dell’area e batte l’estremo difensore ospite. I padroni di casa adesso conducono 2-1.
Per il Catania ammonito Dall’Oglio.
La Ternana raddoppia: autogol di Biondi: dagli sviluppi di un angolo, il giovane esterno, forse spinto da un avversario, calcia verso la propria porta mandando la palla in rete.
Al 56' ci prova il Catania con Di Piazza, il suo tiro è "sporcato" dall'intervento di un difensore avversario e finisce tra le braccia di Iannarilli.
Terzo ammonito per gli etnei al minuto 57: si tratta di Andrea Mazzarani che commette un fallo di frustrazione su Parodi.
Ammonito Parodi per la Ternana che usufruisce del primo cambio del match: esce Paghera, autore della seconda rete umbra, al suo posto c’è Damian.
Al 67’ Catania pericoloso con Di Piazza, Iannarilli respinge il colpo di testa dell’attaccante con il numero 9. Camplone fa esordire Barisic, prende il posto di Di Molfetta, entra anche Llama per Dall’Oglio. Mentre mister Gallo sostituisce Furlan con Celli.
Per la Ternana adesso ci sono in campo Vantaggiato e Marilungo che hanno rilevato Ferrante e Partipilo. Nel Catania Rossetti ha sostituito Mazzarani.
Bella parata di Furlan all’81’ su tiro di Damian.
Di Piazza accorcia le distanze, il Catania ci crede! Cross di Barisic che pesca Di Piazza che questa volta di testa non sbaglia e fa gol.
Al minuto numero 88 Curiale prende il posto di Biondi, mentre all'89' Llama si fa ammonire e protesta contro l'arbitro rischiando il secondo cartellino.
Vengono segnalati 4 minuti di recupero.
Per la Ternana viene espulso Palumbo al 93’ per doppia ammonizione.
Ultimo assalto del Catania con Furlan che va nell'area avversaria in occasione di un calcio di punizione che si conclude con un fallo in attacco.
La gara termina con la vittoria della Ternana per 3-2. Il Catania subisce la quarta sconfitta consecutiva in trasferta e adesso la vetta della classifica è a sette lunghezze.