Siracusa-Catania, precedenti: Il tris rossazzurro anni novanta

1989/90: invasione rossazzurra al

1989/90: invasione rossazzurra al "De Simone"  Foto: CalcioCatania.com

Il racconto delle tre vittorie etnee a Siracusa conseguite tra il 1989 e il 1992

INVASIONI ROSSAZZURRE
A distanza di ventiquattro anni dall’ultima volta – 29 novembre 1992 – Siracusa e Catania ritornano ad affrontarsi in una gara valevole per il campionato di terza serie: ieri Serie C1 oggi Lega Pro, ma la sostanza non cambia. Allora, quell’incontro di fine novembre, concluso sullo 0-0, rappresentò l’ultima grande invasione portata dalla tifoseria rossazzurra al “Nicola De Simone” di Siracusa; l’ultimo atto di una sfida che negli anni novanta aveva ritrovato quella continuità avuta in precedenza per parte degli anni settanta (tra Serie C e Coppa Italia) e cinquanta (quattro sfide in Serie B). Risultato a reti inviolate, per la ‘felicità’ dei due portieri, Bianchessi da una parte e Tontini dall’altra, che mise fine alla serie di tre vittorie consecutive conseguite dall’Elefante in terra aretusea, tra il 1989 e il 1992.

29 Novembre 1992: corteo rossazzurro tra le strade di Siracusa 



Si parte dal pomeriggio del 17 dicembre 1989, dal Catania di Melo Russo. Rossazzurri in vantaggio dopo appena 12 minuti con Loriano Cipriani. Il raddoppio ospite arriva in avvio di ripresa con Nicola D’Ottavio. Sullo 0-2 la vittoria sembra in cassaforte, ma l’undici aretuseo ha un sussulto d’orgoglio e nel giro di sette minuti Maragliulo e Pannitteri (su rigore) riportano il punteggio in parità. Al 68’tocca ancora a Loriano da San Vincenzo riportare avanti l’Elefante, stavolta in maniera definitiva. Tre a due per gli etnei e gravi scontri fuori dallo stadio tra le due tifoserie.

Una cartolina di Siracusa-Catania 1990/91 



La stagione seguente, il 21 ottobre 1990, i rossazzurri di Angelo Benedicto Sormani (vecchia gloria del Milan di Nereo Rocco), si recano a Siracusa forti delle due vittorie consecutive ottenute a Terni (1-2) e in casa contro il Nola (2-0). Pronti via e gli etnei trovano subito il gol del vantaggio con Claudio Pelosi, alla terza rete di fila dopo quelle segnate ad umbri e campani. Il raddoppio giunge puntuale a pochi minuti dalla fine del primo tempo, in virtù della rete del centrocampista Vincenzo Esposito. Nella ripresa, al 51’, un rigore di Bizzarri fissa il risultato sul 1-2 finale. Nuova vittoria rossazzurra e ancora nuovi scontri fuori dallo stadio tra le due opposte fazioni. Infine, ecco il 23 febbraio 1992, giorno dell’ultimo dei cinque successi etnei in terra aretusea. Uno a zero per il Catania di Pino Caramanno, grazie alla rete siglata da Pippo Romano (già decisivo la settimana precedente con il rigore al 90’ al Licata, vittoria catanese per 1-0) a sei minuti dalla conclusione. Al termine della stagione Catania sesto in classifica, Siracusa terzultimo e retrocesso sul campo, ma successivamente ripescato a causa del fallimento del Licata.

1991/92: tifosi rossazzurri in terra aretusea