Potenza-Catania, precedenti: un 3 a 1 che brucia ancora...

Teste basse al termine della gara dello scorso 3 novembre...

Teste basse al termine della gara dello scorso 3 novembre...  Foto: Nino Russo

Il racconto delle sfide in terra lucana fra i rossoblu e gli etnei

Altro conto da saldare…
Quando il Catania mette piede sul sintetico dell’ “Alfredo Viviani” di Potenza il sapore delle rame di Napoli è ancora fresco. È il 3 novembre 2018 e per gli etnei di mister Andrea Sottil si tratta della terza gara di fila in terra avversa. Terza, proprio così, per via di un calendario intasato da tre recuperi da incastrare in un modo o nell’altro, derivanti dai continui rinvii generati dalla pantomima sul possibile (poi mancato) ripescaggio in cadetteria. È autunno ed il Catania si trova al quarto posto con 14 punti, frutto di quattro vittorie e due pareggi. L’imbattibilità in campionato degli etnei viene messa a serio rischio già dopo 12 minuti di gioco, minuto nel quale lo stagionato bomber di casa Carlos França sovrasta il difensore rossazzurro Lovric (16 anni più giovane rispetto al brasiliano) sbloccando il risultato.



Il Potenza, nono della classe e imbattuto fra le mura amiche da due anni, è in giornata di grazia: al minuto 26’ Nicola Strambelli, proprio lui, irride Silvestri depositando alle spalle di Pisseri il pallone del 2 a 0. A scuotere il Catania, sotto di due reti dopo meno di metà gara, ci pensa capitan Marco Biagianti con un destro da distanza siderale imprendibile per l’ex Ioime. È il gol che accende la fiammella di una possibile rimonta. Il vento gelido che spegne ogni illusione si materializza nella persona di Leandro Guaita: preciso colpo di testa con Pisseri che sbaglia l’uscita. È la rete che sancisce il 3 a 1 finale, nonché prima sconfitta stagionale del Catania. Dopo il trenino reggino ecco un altro conto da saldare…


Il gran gol di Marco Biagianti sul green di Potenza, inutile ai fini del risultato...  



La vittoria sull’Invicta…
Potenza, 22 gennaio 1995. Allo stadio “Alfredo Viviani” si gioca per la terza giornata di ritorno del Campionato Nazionale Dilettanti. Il Catania di Angelo Busetta, reduce dal successo casalingo sull’Igea Virtus per 2-0, ha bisogno di punti per proseguire la rincorsa al primo posto occupato dal Milazzo. Lo 0-0 di partenza resiste per 29 minuti: a spezzare l’equilibrio ci pensa Vincenzino Del Vecchio con una delle sue solite incursioni in area ospite. I minuti passano, il Catania mantiene il vantaggio, due punti sembrano cosa fatta. Al minuto 79’ il potentino Natiello prova a mettere i bastoni fra le ruote, perforando senza pietà Carlo Riccetelli. L’1-1 non basta agli etnei, serve la vittoria. A sei minuti dalla fine Maurizio Pellegrino, entrato in campo da meno di dieci minuti al posto di Mimmo Crisafulli, trova il jolly con una girata volante di destro che fulmina il portiere di casa Santarsiero. È il gol della vittoria, l’ultima in casa dei lucani.

Una formazione del Catania 1994/95 



0-4 catanese nel 1964/65
Il bilancio delle sfide in terra potentina fra le due compagini è in perfetto equilibrio: tre vittorie per parte e un pareggio, dieci gol fatti e altrettanti subiti. Le vittorie catanesi, prima del successo nel Campionato Nazionale Dilettanti 1994-95, si collocano nella Serie C edizione 1948/49 ( uno a zero con rete di Cadei) e nella gara di Coppa Italia 1964-65, conclusa con un roboante 4-0 per via delle reti di Danova (doppietta), Lampredi e Calvanese.

Sempre negli anni sessanta il primo dei tre successi del Potenza, il primo dei quali nella Serie B 1967/68: vantaggio rossoblù con Vetrano, pareggio catanese con Gavazzi, 2-1 finale firmato da Cappellaro. L'altro successo potentina è datato 30 maggio 1993, nonché ultima gara in Serie C1 sotto la presidenza di Angelo Massimino: 2-0 siglata dalla doppietta del palermitano Francesco Libro tra l’85’ e il 90’.

L’unico pareggio tra le due compagini risale al campionato cadetto 1966/67: vantaggio lucano con Rosito, pareggio catanese con Pereni a due minuti dallo scadere. Infine, nel pre-46, bisogna ricordare le tre gare potentine dell’Associazione Fascista Calcio Catania tra il 1937 e il 1941, tutte in Serie C. Bilancio in perfetto equilibrio con una vittoria per parte (per i rossazzurri a tavolino) e un pareggio.




Di seguito il quadro completo delle gare in terra potentina:

1948/49: Potenza-Catania 0-1 (Serie C)
1964/65: Potenza-Catania 0-4 (Coppa Italia)
1966/67: Potenza-Catania 1-1 (Serie B)
1967/68: Potenza-Catania 2-1 (Serie B)
1992/93: Potenza-Catania 2-0 (Serie C1)
1994/95: Invicta Potenza-Catania 1-2 (C.N.D)
2018-19: Potenza-Catania 3-1 (Serie C)

BILANCIO
VITTORIE POTENZA: 3
PAREGGI: 1
VITTORIE CATANIA: 3
RETI POTENZA: 10
RETI CATANIA: 10