Petrone: "Atteggiamento giusto, ma bisogna migliorare..."

Mario Petrone, tecnico degli etnei

Mario Petrone, tecnico degli etnei  Foto: Nino Russo

Le parole di mister Mario Petrone raccolte in sala stampa

Le dichiarazioni di mister Mario Petrone al termine della gara interna contro il Taranto, match d’esordio sulla panchina degli etnei:

“In settimana abbiamo lavorato molto sull’aspetto nervoso e posso ritenermi contento dell’atteggiamento avuto di fronte a una squadra come il Taranto. Avevo chiesto ai ragazzi di giocare prevalentemente nella metà campo avversaria, sfruttando al meglio le qualità dei nostri attaccanti. Nel primo tempo c’era un po’ di preoccupazione, di timore, derivante da quanto accaduto la settimana precedente ad Agrigento. Ci siamo mossi poco senza palla, non abbiamo verticalizzato e non abbiamo osato il passaggio di qualità. Nella ripresa ho inserito Tavares e Bucolo (al posto di Mazzarani e Scoppa, ndr) per dare maggior ampiezza alla manovra. È andata un po’ meglio, con la squadra che ha giocato prevalentemente nella metà campo avversaria. Purtroppo, ripeto, è mancata la precisione nelle verticalizzazioni e soprattutto nell’ultimo passaggio: aspetti che dobbiamo migliorare in settimana, attraverso il lavoro. L’aspetto positivo è che la squadra vuole dare una sterzata e che nel secondo tempo abbiamo osato di più per vincere la partita. Puoi sbagliare il gesto tecnico ma non il concetto. Singoli? Non posso dare una valutazione in questa settimana. I fischi alla fine della partita? Siamo noi a determinare l’entusiasmo del pubblico attraverso le vittorie”. Infine, una battuta anche sulle condizioni di Baldanzeddu e Di Cecco, out per infortunio: “Bisogna valutare la tempistica dei loro infortuni, non credo comunque che ci saranno a Messina”.