Paganese-Catania, presentazione: Confermarsi al "Torre"

Andrea Mazzarani compie oggi 28 anni

Andrea Mazzarani compie oggi 28 anni  Foto: CalcioCatania.com

Rossazzurri impegnati in trasferta nell'infrasettimanale contro i campani

TURNO INFRASETTIMANALE
Domani, martedì 7 novembre, per il Catania secondo in classifica a quota 22 punti (gli stessi del Monopoli) ricomincerà l’inseguimento al Lecce capolista che di punti ne ha 27. L’avversario di turno sarà la Paganese, quattordicesima in classifica con 10 punti. Si giocherà al "Marcello Torre" di Pagani per la tredicesima giornata (secondo turno infrasettimanale della stagione) del Girone C del Campionato di Serie C. Il calcio d’inizio è fissato per le 14.30, la gara è stata affidata al direttore di gara Simone Sozza di Seregno che sarà assistito dai guardalinee Gregorio e Mittica.

PAGANESE: IN CASA ZERO SUCCESSI
La prossima avversaria dei rossazzurri sarà la Paganese di mister Massimiliano Favo che da calciatore ha indossato le maglie di Palermo, di cui è stato anche capitano e con il quale ha vinto un campionato di C, e Atletico Catania. Il tecnico napoletano è subentrato a Matrecano dopo la sconfitta dei campani in casa alla prima giornata contro il Bisceglie. All’esordio batté fuori casa il Cosenza (0-2) alla seconda giornata. Gli azzurrostellati nello scorso campionato, con Grassadonia in panchina, si sono piazzati all’ottavo posto uscendo poi al primo turno dei play-off eliminati dal Cosenza. Con il più uno dal quartultimo posto attualmente l’obiettivo sembra inverso a quello dell’anno precedente. Nell’ultima gara, valida per la dodicesima giornata, la Paganese è tornata a vincere dopo nove turni (5 sconfitte, 4 pareggi). Al "De Simone" di Siracusa, contro gli aretusei padroni di casa, gli ospiti hanno avuto la meglio vincendo per 3-2. A segno sono andati Scarpa con una doppietta e Cesaretti, entrambi a quota 3 nella classifica marcatori. Per i campani in Sicilia è arrivato il secondo successo stagionale in campionato (entrambi in trasferta), dopo quello sul Cosenza. In casa ancora nessuna gioia per gli uomini di Favo che hanno il peggior rendimento casalingo del girone: solo tre punti conquistati, 3 pareggi (Paganese-Reggina 1-1, Paganese-Trapani 0-0, Paganese-V. Francavilla 2-2) e 3 sconfitte (Paganese-Bisceglie 0-2, Paganese-Juve Stabia 1-2, Paganese-Monopoli 0-1); quattro gol fatti, 8 subiti. I liguorini hanno uno degli attacchi meno prolifici del girone con 10 gol all’attivo e una delle difese più perforate con 15 gol al passivo. Nell’organico paganese figurano tra gli altri il portiere Gomis (fratello del portiere della Spal), il giovane terzino Pavan (di proprietà del Verona), il centrocampista Bernardini (di proprietà del Genoa) e l’attaccante Nicola Talamo che ha sin qui segnato 3 reti.

CATANIA: IN TRASFERTA NESSUN PAREGGIO, 3 VITTORIE E 2 SCONFITTE
Rossazzurri dunque subito in campo a tre giorni dal ritorno alla vittoria dopo le due sconfitte di fila contro Leonzio e Reggina. Sabato pomeriggio al "Massimino" festival del gol per il Catania che ha rifilato ben 4 reti al malcapitato Bisceglie. È la prima volta in queste prime dodici giornate (il Catania ha giocato undici partite in quanto ha già riposato al contrario di Lecce e Paganese) che gli etnei segnano quattro reti in una sola gara, ne avevano messe a segno tre in due occasioni, nei 3-0 contro Lecce in casa e Virtus Francavilla fuori. Nel match con i nerazzurri sono andati a segno Curiale, che con una doppietta sale a quota 5 reti in campionato (miglior realizzatore etneo) a meno due dal capocannoniere Genchi, Di Grazia, la sua prima gioia in stagione e Russotto (autore anche dell’assist per il primo gol di Curiale, a conferma del suo ottimo stato di forma in questo primo scorcio di stagione; per il numero 7 sono 3 i gol in campionato). Da segnalare l’ennesimo assist vincente di Marchese in occasione del 3-0 e quello di Semenzato nel gol del 4-1 finale. Tra le tante note liete della sfida con i pugliesi ci sono anche gli esordi di Rossetti e Lovric. Il Catania ha segnato in tutte le undici gare sin qui disputate eccetto in quella con la Casertana in cui è uscito sconfitto per 1-0. L’attacco ha ripreso quota salendo a 17 gol fatti, solo due in meno del Lecce che ha il miglior reparto avanzato del Girone C. La difesa è la seconda meno battuta dopo quella del Monopoli (5 gol subiti) con 7 gol al passivo, di cui 5 subiti nelle ultime 3 partite (prima delle quali aveva mantenuto un’imbattibilità di 6 turni di fila). Lontano dal proprio stadio i rossazzurri hanno fin qui collezionato 3 vittorie (contro Francavilla, Cosenza e Siracusa) e 2 sconfitte (con Casertana e Reggina), nessun pareggio esterno. Per la gara di domani torna a disposizione Bucolo dopo i due turni di squalifica, si spera di poter rivedere in campo Lodi e i primi gol di Ripa.

LE PILLOLE DEL PRE-PARTITA
1) Negli ultimi due precedenti al "Torre" il Catania ha pareggiato per 0-0 nella stagione 2015/2016 e perso per 2-1 nella sfida della scorsa stagione dove per l’elefante andò a segno Andrea Di Grazia.
2) Il Lecce domani giocherà in casa alle 18.30 contro la Casertana quartultima in classifica che non vince da quattro partite. Il Monopoli sarà di scena a Catanzaro contro i giallorossi padroni di casa che domenica 12 novembre saranno ospiti dell’elefante. Le inseguitrici Trapani e Siracusa giocheranno rispettivamente contro Rende in casa e Reggina fuori casa.
3) Oggi Andrea Mazzarani compie 28 anni. Il centrocampista, titolare nelle ultime quattro partite, è andato a segno due volte in campionato, contro Cosenza e Siracusa, in trasferta in entrambe le occasioni. Quale miglior occasione per tornare al gol e festeggiare compleanno e vittoria!