Paganese-Catania 2-4: doppiette per Marotta e Curiale

Davis Curiale e Alessandro Marotta abbracciati da capitan Biagianti

Davis Curiale e Alessandro Marotta abbracciati da capitan Biagianti  Foto: CalcioCatania.com

I rossazzurri trionfano al 'Torre' ma non senza soffrire. La cronaca e il tabellino del match di Pagani

TABELLINO
PAGANESE-CATANIA: 2-4
MARCATORI: Marotta al 1', Curiale al 4', Marotta al 14', al 38' Parigi, al 52' Scarpa, all'81' Curiale (su rig.)

PAGANESE (3-5-2): Galli; Tazza, Diop, Acampora (dal 46' Carotenuto), Sapone, Nacci, Gargiulo (dal 61' Garofalo), Gaeta (Gori dal 61'), Della Corte (dal 91' Longo), Scarpa, Parigi (dall'84' Cappiello). A disp.: Cappa, Santopadre, Cappiello, Buonocore, Carotenuto, Garofalo, Della Morte, Amadio, Gori, Verdicchio, Longo, Alberti. All: Fusco

CATANIA (3-4-1-2): Pisseri; Aya, Esposito, Silvestri; Ciancio, Biagianti, Bucolo, Scaglia (dal 71' Angiulli); Lodi (dal 64' Llama); Curiale, Marotta (dal 71' Calapai). A disp.: Fabiani, Pulidori, Calapai, Baraye, Lovric, Scaglia, Angiulli, Llama, Manneh, A. Rizzo, Brodic, Mujkic. All: Sottil

ARBITRO: Matteo Marcenaro di Genova.

ASSISTENTI: Lucia Abruzzese di Foggia e Fabio Pappagallo di Molfetta.

INDISPONIBILI: Cesaretti, Piana, Punzi, Schiavino, Fornito e Musacci; Barisic e Rizzo

SQUALIFICATI: Vassallo

DIFFIDATI: -

AMMONITI: Tazza al 17', Esposito al 46', Bucolo al 75', Garofalo al 78', Gori all'81', Llama all'85'

ESPULSI: -

RECUPERO: 1'; 4';

I ROSSAZZURRI A CACCIA DEL POKER
Il Catania apre l’ottava giornata del Girone C della Serie C, in contemporanea gioca il Trapani contro il Rieti al "Provinciale", alle 14.30 sarà di scena al "Marcello Torre" di Pagani contro i padroni di casa della Paganese. I rossazzurri, con ancora tre partite da recuperare (martedì 23 verrà recuperata la prima, col Monopoli) e a sei lunghezze dalla vetta occupata dai "cugini" granata, cercano il quarto successo in campionato dopo quelli contro Rende (1-2), Vibonese (3-0) e proprio contro il Trapani (3-1) nell’infrasettimanale di martedì scorso. In mezzo c’è il pareggio con la Casertana (1-1) nel match del "Pinto" di sabato scorso. L'Elefante è attualmente quarto in classifica con 10 punti, gli avversari di turno, gli azzurrostellati di mister Luca Fusco, sono ultimi (se si esclude la Viterbese che non è ancora scesa in campo e della quale non si conosce il destino) con un punto: 0 vittorie, un pareggio e 5 sconfitte; 4 gol fatti, 18 subiti. I campani sono reduci da due sonore sconfitte consecutive, sabato scorso in casa contro il Catanzaro per 4-0 e martedì sera a Monopoli per 3-0.

LE SCELTE INIZIALI
Mister Sottil schiera i suoi con il 3-4-1-2: davanti a Pisseri i tre centrali sono Aya, Esposito e Silvestri, le due ale saranno Ciancio a destra e Scaglia a sinistra, in mezzo al campo Biagianti e Bucolo. Lodi agirà dietro la coppia Curiale-Marotta.

CRONACA PRIMO TEMPO:
Neanche il tempo di battere il calcio d’inizio e dopo 12 secondi il Catania va in vantaggio: palla in area, Curiale appoggia di testa a Marotta che insacca di destro alle spalle di Galli. Dopo appena tre minuti arriva il raddoppio: lancio di Lodi dalla metà campo che innesca Curiale che davanti all’estremo difensore campano non sbaglia e calciando di prima fa 2-0! All'8' ci prova la Paganese con un tiro dal limite di Scarpa che impegna Pisseri. Il Catania indossa la seconda divisa, quella bianca con strisce trasversali rossazzurre sulla maglia e attacca da sinistra verso destra. I padroni di casa sono con la casacca azzurra. La squadra di Sottil in quattro minuti ha già messo le cose in chiaro e adesso gestisce la partita, con gli azzurrostellati che provano a venir fuor timidamente. Al 14’ l’Elefante fa tris: Bucolo ruba palla ad un avversario e serve Marotta all’interno dell’area di rigore, l’attaccante napoletano calcia di destro e batte ancora una volta il portiere della Paganese. Al 18’ liguorini in avanti, tiro di Parigi respinto in angolo da Pisseri con la mano destra, ottimo intervento dell’estremo difensore etneo. Al minuto numero 22 Lodi prova a pescare nuovamente Curiale, come in occasione del raddoppio, ma questa volta il numero 11 non ci arriva e Galli fa sua la sfera. I padroni di casa provano a far male agli ospiti, Gaeta dal vertice dell’area di rigore cerca di inventarsi qualcosa, il suo non è né un tiro né un cross e la palla finisce fuori. Bucolo cerca il secondo assist vincente consecutivo, serve Curiale in area ma il pallone arriva prima tra le braccia del portiere. Il Catania gestisce i tre gol di vantaggio aspettando i campani e ripartendo quando possibile: bella azione al 32’ con uno scambio sulla mediana tra Curiale e Ciancio con il difensore che si fa bloccare prima dell’ingresso nell’area avversaria. Al 38’ gli azzurri accorciano le distanze: calcio d’angolo battuto dalla sinistra, colpo di testa di Parigi e palla in rete. Adesso il punteggio è di 3-1 per l’Elefante. Altra azione della Paganese, cross dalla destra ma c’è un fallo in area ai danni di Ciancio e l’arbitro arresta il gioco concedendo la punizione ai rossazzurri. Al 46’ Lodi perde palla, un attaccante azzurrostellato si invola verso l’area ma viene fermato da Esposito che lo atterra e viene anche ammonito. Dalla conseguente punizione nasce un tiro di Scarpa che finisce fuori alla destra di Pisseri. Il primo tempo si conclude con il Catania in vantaggio per 3-1.

CRONACA SECONDO TEMPO
I padroni di casa effettuano subito un cambio, Carotenuto prende il posto di Acampora. Stesso undici di partenza per il Catania. Al 47’ ci prova subito la Paganese con un tiro mancino di Scarpa che finisce fuori dallo specchio della porta. Al 52’ il direttore di gara concede un calcio di punizione da posizione pericolosa per i padroni di casa, sul punto di battuta c’è Scarpa che realizza un gran gol: collo pieno di destro e Pisseri non ci arriva. I liguorini riaprono la partita, adesso il punteggio è di 2-3 per gli ospiti. Doppio cambio per i campani: Luca Fusco manda in campo Garofalo e Gori che prendono il posto rispettivamente di Gargiulo e Gaeta. Sottil risponde inserendo Llama per Lodi. Al 69’ i rossazzurri provano a venir fuori, tiro dalla distanza di Marotta che però finisce sul fondo. Doppia occasione pericolosissima per i campani: prima Scarpa chiama al miracolo Pisseri che si salva in angolo, poi Nacci con una gran conclusione dalla distanza fa venire i brividi all’Elefante. Doppio cambio al minuto 71 per gli ospiti: Calapai per Marotta e Angiulli per Scaglia. Fallo di Aya al limite dell’area, altra punizione pericolosa per la Paganese, adesso il Catania soffre. Grande parata di Pisseri su Parigi, che raccoglieva la sfera sulla ribattuta del calcio di punizione. Liguorini ancora vicinissimi al clamoroso pareggio. Al 77’ Curiale reclama per un rigore non concesso da Marcenaro. Gara tesa adesso: all’81’ Curiale entra in area, prova a superare Diop che lo stende, è calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso numero 11 calcia di potenza verso il centro della porta e insacca. Il Catania respira, adesso è 4-2! All’89’ Curiale cerca la tripletta: cross di Bucolo dalla destra, torsione dell’ex Trapani ma nessun problema per Galli che blocca la sfera. Tentativo dalla distanza di Calapai, para l'estremo difensore liguorino. La Paganese guadagna un angolo al minuto numero 92, batte Sapone (giovane scuola Juve) direttamente su Pisseri. L’arbitro ha concesso quattro minuti di recupero. Per gli azzurrostellati in campo adesso c’è Longo che ha sostituito Della Corte. Allontanato dalla panchina il medico sociale della Paganese per proteste. Finisce qui. Il Catania batte la Paganese 4-2 grazie alle doppiette di Marotta e Curiale.