Novellino: "Il nostro è un gruppo valido che domani in campo darà tutto"

Walter Novellino

Walter Novellino  Foto: CalcioCatania.com

La prima conferenza pre-gara del nuovo tecnico rossazzurro

Nel pomeriggio il nuovo allenatore del Catania, Walter Novellino, che domenica esordirà in panchina al "Massimino" nella sfida contro il Potenza che si giocherà alle 14.30, ha tenuto la sua prima conferenza stampa pre-gara. Queste le sue dichiarazioni:

«Quando c’è un cambio di allenatore c’è sempre una maggiore attenzione negli allenamenti ma ci deve essere sempre. In questi tre giorni la squadra ha lavorato bene, con voglia, con intensità e spero che domenica faccia bene. Sono convinto che siamo responsabili del momento, dove dobbiamo aumentare la velocità. Incontriamo una squadra ben organizzata che sta facendo bene».

«Il Potenza è una squadra molto compatta, molto ben organizzata, ma lo è anche il Catania, e lo sa bene, ha delle qualità e bisogna saperle sfruttare. Bisogna affrontare la gara con la giusta maniera, in considerazione della forza dell’avversario».

«Ho trovato un gruppo disponibile e molto ben organizzato. Parlare con il gruppo diventa noioso, preferisco parlare a uno a uno, già l’ho fatto con alcuni, stasera finirò di farlo con gli altri. Aldilà degli schemi conta lo spirito e la determinazione di scendere in campo, non dobbiamo pensare allo schema. Io so come gestire un gruppo, che è valido e aldilà dei numeri domani scenderà in campo e darà tutto».

«Le nostre prime punte le vorrebbero tutti, bisogna che ritrovino un po’ di autostima e io lavorerò per fargliela ritrovare, devono ritrovare loro stessi. Sarno ci darà una grande mano, ma ancora non è al meglio, ci vorrà almeno una settimana. Lodi come qualità di gioco può giocare ovunque, ma le sue qualità vanno protette. Marchese sta bene, ci può dare una mano».

«I ragazzi del settore giovanile verranno sicuramente presi in considerazione, io ho sempre lavorato con i giovani, e in questi tre giorni ho visto che ce n'è di interessanti».

«Sicuramente faremo venire la voglia al pubblico di venirci ad aiutare. Tornare al "Massimino" per me è magnifico. Catania per me non rappresenta la C, ma molto di più. Non so cosa proverò domani».