Messina-Catania 1-2: cronaca e tabellino

Il riscaldamento pre-partita degli etnei sotto lo sguardo vigile dei tifosi catanesi

Il riscaldamento pre-partita degli etnei sotto lo sguardo vigile dei tifosi catanesi  Fonte: Nino Russo

Il racconto della gara tra peloritani ed etnei. Petrone sceglie il 4-3-1-2 con Gil e Russotto dal primo minuto.

CALCIO D’INIZIO ALLE ORE 14.30
Partita dai mille contenuti, piena di storia e tradizione, di vecchie ruggini riportate a galla da una settimana assai calda: Messina alla prima sotto la nuova presidenza di Franco Proto e bisognoso di punti salvezza; Catania al primo esame in trasferta per mister Mario Petrone dopo il mezzo passo falso casalingo contro il Taranto e “obbligato” a far punti dopo i risultati positivi delle dirette concorrenti per un posto nei play-off. Direzione di gara affidata al signor Francesco Fourneau della sezione A.I.A. di Roma 1. Il fischietto romano sarà coadiuvato dagli assistenti Michele Nocenti (sezione di Padova) e Luca Cassarà (sezione di Cuneo). Calcio d’inizio alle ore 14.30.

DERBY NUMERO 34
Giornata nuvolosa e pioggia fitta allo stadio “Franco Scoglio”, teatro del derby siciliano tra Messina e Catania, il numero 34 dal 1946. Terreno di gioco in condizioni non perfette, con diverse zone prive del manto erboso. Formazioni: Lucarelli sceglie il 4-3-1-2, optando per il ritorno di Rea in difesa insieme a Grifoni, in attacco il catanese Anastasi supportato da Milinkovic; nel Catania, mister Petrone, manda in campo Gil e Russotto al posto di Parisi e Mazzarani.

PRIMO TEMPO
Padroni di casa con la maglia biancoscudata con risvolti giallorossi, pantaloncini e calzettoni neri; etnei con la tradizionale casacca e strisce verticali rosse e azzurre, pantaloncini azzurri e calzettoni bianchi. Prima dell'inizio della partita esposto in curva sud dai tifosi di casa uno striscione in memoria di Ciccio Famoso, storico capo ultras catanese scomparso l'uno febbraio. Partiti!

3': Tiro dalla distanza di Valerio Anastasi abbondantemente fuori bersaglio. Terreno di gioco già pesante per via della pioggia incessante che cade da oltre mezzora.

7': Catania in 10: rosso diretto sventolato a Gil per un fallo da ultimo uomo su Anastasi lanciato a rete. Decisione ineccepibile. Il successivo calcio di punizione calciato da Musacci finisce a lato di poco.

12': Messina vicinissimo al vantaggio con Sanseverino: il tiro del numero 4 peloritano, splendidamente imbeccato da Anastasi, è intercettato miracolosamente da Pisseri.

13': Nonostante l'inferiorità numerica il Catania prova a non farsi schiacciare. Tiro di alleggerimento di Fornito fuori di un paio di metri alla sinistra del portiere messinese.

17': Tiro dalla distanza di Mancini, scoccato da una trentina di metri, parato agevolmente da Pisseri. Continua a piovere incessantemente.

19': Calcio d'angolo conquistato dal Catania con Fornito. Tiro dalla bandierina calciato in profondità da Russotto che sorvola l'intera area messinese senza essere toccato da nessuno.

21': Giallo per Rea su fallo da dietro su Pozzebon.

22': Altro calcio d'angolo conquistato dal Catania. Dagli sviluppi del piazzato, sinistro di Djordjevic abbondantemente a lato.

25': Terzo corner per gli etnei. Traversone di Fornito direttamente fuori.

28': Altro miracolo di Pisseri su colpo di testa a botta sicura di Silva.

29': Corner per i giallorossi. Dagli sviluppi dell'azione, clamorosa pallagol fallita da Anastasi a pochi metri da Pisseri: un rigore in movimento fallito miseramente. Spinge il Messina.

30': Nonostante l'inferiorità numerica il Catania regge bene il campo, con Russotto, nell'inedito ruolo di terzino sinistro, tra i migliori insieme a Pisseri.

35': Piove meno in questo momento, ma le condizioni del terreno di gioco sono sempre più precarie.

37': Calcio di punizione da posizione interessante conquistato da Diogo Tavares. Fornito dal punto di battuta. Il traversone mancino del numero 21 è deviato in corner da un difensore messinese.

38': Tiro dalla distanza di Russotto di prima intenzione parato a terra da Berardi.

40': Combinazione Tavares Fornito, tiro del numero 21 senza pretese.

45': Puntata di Tavares da trenta metri, facile preda del portiere Berardi. Concesso un minuto di recupero.

46': Al termine dei primi 45 minuti Messina e Catania sullo 0-0.


SECONDO TEMPO
Squadre nuovamente in campo per i secondi quarantacinque minuti con gli stessi effettivi.Nota positiva pioviggina. Partiti!

2': Il primo squillo del secondo tempo è del Catania con una conclusione da distanza siderale di Saro Bucolo che non procura alcun problema al portiere peloritano.

4': Giallo a Silva per un fallo a metà campo.

6': Corner per il Messina. Dagli sviluppi dell'azione colpo di testa pericolosissimo di Rea sventato sulla linea dal solito Pisseri in collaborazione con Bucolo.

7': Risposta del Catania con un tiro-cross di Biagianti che taglia tutta l'area piccola messinese senza che nessun compagno tocchi il pallone.

10': Calcio di rigore concesso al Messina per un fallo di Russotto su Anastasi. Ammoniti Russotto e Biagianti per proteste.

12': Dal dischetto Milinkovic spiazza Pisseri portando in vantaggio il Messina.

14': Calcio di punizione conquistato dal Catania sulla trequarti messinese. Il destro di Fornito termina altissimo.

17': Bella azione sulla sinistra con Fornito e Djordjevic, palla interssante al centro per Tavares con il portoghese che appoggia debolmente di testa tra le braccia di Berardi.

19': Cambio nel Catania, fuori Russotto dentro Parisi. Cambio anche nel Messina: fuori Mancini, dentro Foresta.

21': Messina in 10 per via dell'espulsione di Silva per doppio giallo. Ristabilita la parità numerica in campo.

22': Giallo ad Anastasi per un fallo su Bergamelli.

23': Altro cambio nel Catania, Barisic per Bucolo.

25': Calcio di punizione conquistato da Paarisi a venticinque metri dalla parta messinese. Posizione interessante per un mancino. Sinistro a giro di Fornito deviato in corner da Berardi. Dagli sviluppi del corner, contropiede del Messina, due contro uno, clamorosamente fallito da Milinkovic.

29': Pareggio del Catania con un imperioso colpo di testa di Pozzebon su perfetto traversone mancino di Marchese. Pareggio meritato. Gol dell'ex con tanto di esultanza rabbiosa sotto il settore ospiti.

31': Provvidenziale salvataggio in scivolata di Parisi su Milinkovic lanciato verso la porta di Pisseri. Partita apertissima.

34': Corner per il Catania. Dagli sviluppi dell'azione contropiede del Messina con Bruno che a tu per tu con Pisseri si fa ribattere il pallone. Ancora un miracolo del portiere catanese.

35': Giallo a Fornito.

38': Calcio di rigore conquistato da Pozzebon per un fallo plateale di Grifoni (ammonito nell'occasione). Il destro del numero 9 termina a lato alla destra di Berardi. Per il Catania è il terzo calcio di rigore sbagliato in stagione

40': Vantaggio del Catania con un destro rabbioso di Maks Barisic splendidamente imbeccato da una spizzata aerea di Tavares. Altro gol dell'ex. Ammutolito il Franco Scoglio

41': Cambio per il Messina, fuori Sanseverino dentro Plasmati

44': Ammonito Bruno per un fallo durissimo su Barisic

45': Decretati 3 minuti di recupero.

47: Mischia in area rossazzurra, colpo di testa di Maccarrone che termina alto.

48: Dopo tre minuti di recupero il triplice fischio finale dell'arbitro Forneau di Roma sancisce la vittoria del Catania, la prima dell'era Petrone.


FORMAZIONI UFFICIALI/b>
MESSINA (4-3-1-2): Berardi; Grifoni, Rea, Bruno, Maccarrone; Silva, Musacci, Sanseverino (dal 41' st Plasmati); Mancini (19' st. Foresta); Milinkovic, Anastasi. A disp.: Russo, De Vito, Palumbo, Marseglia, Saitta, Ansalone, Akrapovic, Capua, Foresta, Ciccone, Ferri, Madonia, Plasmati. All: Lucarelli

CATANIA (4-3-3): Pisseri; Gil, Bergamelli, Marchese, Djordjevic; Biagianti, Bucolo (23' st Barisic), Fornito; Russotto (19' st Parisi), Pozzebon, Tavares. A disp.: Martinez, Mbodj, Parisi, Longo, De Rossi, Manneh, Scoppa, Piermarteri, Di Grazia, Mazzarani, Barisic. All: Petrone

ARBITRO: Forneau di Roma 1; Nocenti-Cassarà

RETI: al 12' del st Milinkovic, al 29' del st Pozzebon, al 40' st Barisic

AMMONITI: Rea, Silva, Grifoni, Biagianti, Russotto, Fornito, Bruno,

ESPULSI: Gil al 7' pt, Silva al 21' del st.

RECUPERO: p.t. 1'; st. 3'

INDISPONIBILI: Di Cecco e Baldanzeddu

SQUALIFICATI: -

DIFFIDATI: Mazzarani e Parisi