Lucarelli: "Dagli arbitri esigo rispetto, non favori. Ci mancano 8 punti!"

Mister Lucarelli

Mister Lucarelli  Foto: Nino Russo

Le parole di mister Lucarelli raccolte in sala stampa

E' un Cristiano Lucarelli decisamente arrabbiato quello che si è presentato nella sala stampa dello stadio "Angelo Massimino" al termine della gara contro il Matera conclusa sull'1-1 e condizionata dalla direzione arbitrale:
“Mi tocca fare qualcosa che non mi piace fare, essendo un uomo di sport. Devo parlare dell’arbitro. Le ultime cinque-sei partite sono state condizionate fortemente da degli errori arbitrali. Credo che la nostra piazza, la nostra società, meriti più rispetto. Tra gol annullati e rigori non dati credo che ci mancano almeno 7-8 punti. Sicuramente ci sono dei limiti negli arbitri, ma è possibile che dobbiamo subire solo noi? È sotto gli occhi di tutti, stasera però alzo la voce per la prima volta! A Castellammare il rigore non dato al 92’ è stato “mascherato” dal gol di Mazzarani, a Trapani c’era un rigore su Semenzato, questa sera è stato annullato un gol regolare a Curiale per la terza volta, anche in Coppa Italia contro il Cosenza mancano due reti. Mi chiedo: è possibile che si sbagli solo contro di noi? Esigo rispetto, non favori.
Detto questo, l’unica recriminazione è questa, perché ai ragazzi non posso rimproverare nulla: hanno sudato la maglia, sono molto attaccati alla maglia. Mi dispiace dover consolare i miei calciatori perché offesi da alcuni “signori” dalla tribuna. Dispiace, perché ci stiamo battendo in una situazione non facile contro avversari importanti: il Trapani due anni fa ha sfiorato la Serie A, mentre il Lecce è da anni che spende soldi e che, come dico sempre, l’anno scorso aveva 27 punti in più rispetto a noi. Siamo una squadra esperta, siamo quella che gioca meglio rispetto alle tre (Lecce e Trapani, ndr), ma dobbiamo mettere più mestiere, più garra. L’impegno però è quello giusto: abbiamo perso Russotto nel finale del primo tempo, siamo rimasti in dieci per via dell’infortunio di Lodi, la nostra difesa è stata ammonita in toto e questo ci ha condizionato, ma non abbiamo mollato. Bogdan? Era un po’ arrivato fisicamente, era stato avvisato dall’arbitro che al prossimo fallo sarebbe andato fuori e così ho deciso di cambiarlo. Ripa? Se vi dicessi che sono contento vi prenderei per il culo. Sono coerente, spero che si sblocchi. Ha avuto diverse occasioni, non è andata bene, io ho fiducia in lui. Con il 4-3-3 vedere Ripa e Curiale sarà difficile vederli insieme, sono da 3-5-2”.