Lucarelli: "Contento per il risultato, ma arrabbiatissimo con i miei..."

Cristiano Lucarelli, tecnico del Catania

Cristiano Lucarelli, tecnico del Catania  Foto: Nino Russo

Le parole del tecnico degli etnei al termine della vittoriosa gara di Pagani

È un Cristiano Lucarelli parzialmente soddisfatto quello che si presenta nella sala stampa del “Marcello Torre” di Pagani al termine della gara contro gli azzurrostellati vinta per 5-2: “Oggi sono arrabbiatissimo – ha commentato il tecnico degli etnei – nel primo tempo ho visto poca fame, poca rabbia, ci siamo persi in qualche ‘tacco e punta’ di troppo, concedendo il fianco agli avversari. Quando poi, nel secondo tempo, vedo che la mia squadra realizza 5 gol in 48 minuti è normale che mi arrabbi con i miei calciatori, perché penso che qualcuno stava per portarci via dei punti così… Sono contentissimo per i tifosi rossazzurri, non è facile arrivare da Catania di martedì, con tutte le difficoltà del caso, ma sono arrabbiato con i miei, perché dobbiamo essere mentalmente più cattivi e devastanti. Nel primo tempo c’è mancata quella rabbia che ci porta ad andare al tiro. Bene il risultato, ma bisogna avere un atteggiamento più spietato”.

Sollecitato dai microfoni di Ultima Tv, su quale fosse l’allenatore-modello, Lucarelli ha risposto ‘nominando’ un suo concittadino: “Ho cercato di prendere il meglio da tutti i tecnici che ho avuto – ha risposto ‘salomonicamente’ Lucarelli – ma se devo dire un nome dico Walter Mazzarri. Mi sento molto vicino a lui, per il modo di preparare le partite e per la meticolosità”.

Pochi dubbi anche sul modulo giusto da opporre di partita in partita: “Al di là dei moduli, che sono tutti validi, la differenza la fa la testa e la forza della squadra. Io non sono un’integralista, l’ho sempre detto, quindi bisogna sempre guardare anche come si schierano gli avversari”.

Una battuta anche su Ciccio Ripa, finalmente in rete in campionato: “Al momento non è il Ripa che conosciamo – ha proseguito Lucarelli - io so cosa prova l’attaccante in certi momenti, questo gol lo aiuterà ad allenarsi con più serenità”.