Lo Monaco: "Speriamo di riuscire a raggiungere tutti gli obiettivi"

Pietro Lo Monaco

Pietro Lo Monaco  Foto: Nino Russo

Il direttore generale del Calcio Catania oggi a Torre del Grifo per la presentazione dello staff tecnico

Pietro Lo Monaco, direttore generale del Calcio Catania, stamattina ha fatto da 'padrone di casa' a Torre del Grifo per la presentazione alla stampa dello staff tecnico per la stagione 2019/2020. Di seguito le sue dichiarazioni:

«Speriamo di riuscire a raggiungere tutti gli obiettivi. Per il nostro direttore sportivo (Argurio, ndr) c’è stato un rinnovo contrattuale per altri tre anni come per il responsabile del nostro settore giovanile, Alessandro Failla. A proposito di settore giovanile, ci sono delle novità intriganti che porteremo avanti».

«Abbiamo passato un’estate abbastanza tormentata, intensa. L’unica cosa lieta è stato leggere i giornali (ironico, ndr). Stamattina leggevo che il Catania ha bisogno di dieci giocatori. Ci sono dei contratti in essere, voi sapete che il Catania non ama avere giocatori col contratto in scadenza. Ci ritroviamo con un organico abbastanza corposo, con una situazione nostra economica che è quello che è. L’anno scorso tutti ci davano come i vincitori del campionato. Ci sta che un calciatore riesca a dare il massimo e che gli altri non ce la facciano, vedi Semenzato: con noi ha avuto delle difficoltà, dopo ha vinto il campionato col Pordenone. Noi ci avevamo visto bene, ma ci può stare che poi qualcuno possa non rendere come ci si aspetta. Troveremo delle sistemazioni a chi ha avuto qualche difficoltà. Il rendimento di un calciatore non dipende solo da quello che lui riesce a esprimere come soggetto, ma dipende da tante cose. L’unica cosa certa è che attrezzeremo un squadra importante. Poi dopo ci confronteremo con chi sulla carta dovrebbe fare man bassa in questo campionato. Al momento abbiamo preso, Furlan, Welbeck e il 'ragazzino' (Lele Catania, ndr), e l’innominato che non è ancora ufficiale. Sicuramente faremo altre due, tre cosette, poi basta. Rimane sempre il concetto delle coppie per ruolo, il mister gioca con il 4-3-3 e avremo due giocatori per ruolo».

«Carboni sarà nel nostro staff e avrà la responsabilità di guidare la seconda squadra del Catania. Anche mister Pulvirenti sarà vicino al nostro settore giovanile. La stagione è per noi ampiamente iniziata e speriamo possa essere quella giusta».

«Per il catanese c’è la famiglia, Sant’Agata e il Catania. Il tifoso catanese è andato ovunque, ha sempre seguito la squadra. Mi auguro che i 7mila dello scorso anno possano essere confermati se non migliorati».

«Il nostro calcio ci ha abituato a delle estati abbastanza turbolente, ma adesso si sta lavorando per dare 'regolarità alle regole'».

«Non è facile trovare avversari per delle amichevoli con degli impegni così imminenti. Il 4 agosto esordiremo in Coppa Italia, che ci servirà da esame al nostro lavoro».