Lo Monaco presenta Aya e Semenzato

Da sx verso dx: Aya. Lo Monaco e Semenzato

Da sx verso dx: Aya. Lo Monaco e Semenzato  Foto: CalcioCatania.com

Presentati a Torre del Grifo altri due volti nuovi del Catania 2017/18

L' amministratore delegato del Calcio Catania, Pietro Lo Monaco, ha introdotto la presentazione di altri due dei nuovi arrivati in casa rossazzurra, Aya Ramzi e Daniel Semenzato. Cedendo la parola ad Aya Ramzi, ha nostalgia di quando pescava talenti per l’Udinese e racconta un episodio: «Nel 97 presi un certo Adil Ramzi, capitano della nazionale under 20 marocchina, comprai il giocatore per 300 milioni delle vecchie lire, per l’Udinese di Zaccheroni. Lui voleva giocare a tutti i costi allora ho detto al Willem ІІ (squadra del campionato olandese, ndr) di prenderlo. Diventò il miglior giocatore del campionato olandese e poi lo cedetti al PSV per più di 10 miliardi».

Il dirigente di Torre Annunziata si è poi soffermato sui due volti nuovi di casa rossazzurra:«Aya è un difensore centrale, Semenzato è un centrocampista esterno. Ci giocheremo la qualificazione in Coppa Italia con Akragas e Leonzio. Domani faremo un’amichevole, che poi è un allenamento condiviso, quindi non ufficiale con la Reggina e sarà a porte chiuse. Quello che conta alla fine sono i numeri, una difesa diventa forte se il centrocampo sa fare il giusto filtro: se teniamo gli avversari lontano dalla nostra porta sarà meglio. Abbiamo 5 difensori tutti strutturati, esperti, giovani, la difesa è un reparto che ci lascia ben sperare per il prossimo futuro. Se è migliore rispetto allo scorso anno non lo so, lo dirà il campo, anche se quando si fa una squadra si pensa sempre di aver fatto meglio rispetto a prima. Ben venga un campionato a 57 anziché 60 squadre, anche se ci sono più possibilità che si giochi con 60 squadre».


Daniel Semenzato
«Anche io sono felice di essere qui e farò di tutto per rendere al meglio quest’anno. Il mister vuole un determinato gioco e noi stiamo lavorando tanto affinché questi schemi vengano applicati al meglio in campionato per far bene. Essere un grande gruppo è molto importante, poi i valori tecnici verranno fuori, dobbiamo lavorare tranquilli. Sicuramente quest’anno sarà un girone tosto, per noi partire senza penalizzazione può essere un passo in avanti rispetto alle scorse stagioni. Siamo pronti ad affrontare questo campionato e concluderlo al meglio senza fare proclami».

Ramzi Aya
«Volevo ringraziare la mia vecchia società (l’Andria, ndr) per avermi messo nelle condizioni di esprimermi a grandi livelli e poi un grazie va anche alla mia attuale società. Sono due anni che gioco con la difesa a tre ed è un modulo che mi piace. È normale che quando si viene in una piazza come Catania le ambizioni siano alte. Stiamo lavorando per trovare una condizione migliore, con l' umiltà e il lavoro questa è una squadra che potrà dire la sua».