Lo Monaco: "Dopo Castro, altre situazioni da sistemare"

  Foto: CalcioCatania.com

L'ad del Catania, durante la presentazione di Marchese, si sofferma su diversi aspetti della gestione e delle prospettive del club

Di seguito, riportiamo le dichiarazioni rilasciate da Pietro Lo Monaco a Torre del Grifo durante la
conferenza stampa di presentazione di Giovanni Marchese. L'ad del Catania è giunto a conferenza iniziata ed ha fornito numerosi chiarimenti legati a diverse questioni.

LA LEGA PRO TI METTE DI FRONTE A POSSIBILITA' ECONOMICHE RISTRETTE
"Sono contento di accogliere Marchese, il Catania ha bisogno anche di lui. Con questo acquisto abbiamo messo appunto una difesa che potrà sbizzarrirsi nei vari moduli. Stiamo costruendo una buona squadra per cercare di ripartire nel modo giusto. In questa sessione di mercato invernale cercheremo di fare quello che non abbiamo potuto completare in estate. Qualcuno partirà, qualche altro tentenna nell'accettare il trasferimento ma noi procediamo sulla linea che ci siamo imposti. La Lega Pro è purtroppo l'unico campionato che ti mette di fronte a possibilità economiche ristrette. Per acquisire un giocatore si va incontro a delle spese di un determinato tipo".

BASTRINI VERSO LA CREMONESE
"Adesso dobbiamo sistemare altre due tre cose che sono quasi concretizzate. Bastrini? Abbiamo un impegno con la Cremonese, lunedì si saprà qualcosa di più. Posso dire che noi puntavamo molto sul giocatore che ha lasciato sicuramente qualcosa. Lo ringraziamo per quello che ha fatto. In questa fase dobbiamo stare attenti a come ci muoviamo perché ci sono delle operazioni che faticano a concretizzarsi a causa delle regole imposte dalla Lega. Ci rivolgeremo ai giocatori che ci servono, Mazzarani ne è un esempio con lui abbiamo avuto la fortuna di giungere a degli accordi futuri importanti. Il Catania è una società affidabile, i calciatori vengono e restano con grande piacere".

SUL CASO CASTRO E ALTRI DEBITI PREGRESSI
"Sanzione dei sette punti definitiva? Certo che si, purtroppo l'accordo preso con il Racing é subentrato troppo tardi e la FIGC aveva già preso la sua decisione. Ci sono tante cose da attenzionare ed ulteriori problemi da risolvere, ad oggi abbiamo una situazione debitoria con il Boca Junior per Escalante che stiamo tentando di sistemare. Di contro però abbiamo risolto le vicissitudini legate al giocatore Chrapek. Resta ancora da pagare invece un milione e quattro allo Sporting Lisbona per Rinaudo".

SU LODI E SUL RINNOVO DI BERGAMELLI
"Lodi: tramontata la possibilità di vederlo a Catania? Non so se sia così ma se il giocatore ha più possibilità di trovare accordi con il Bari buon per lui. Ad oggi però Il calciatore non ha ancora risolto il suo contratto con l'Udinese quindi parliamo del nulla. Bergamelli? Quando verrà il momento si firmerà tranquillamente, entrambi le parti hanno la volontà di rinnovare il contratto che verrà prolungato come da sua richiesta".