Il "quarto d'ora rossazzurro": Catania 10 volte a segno negli ultimi 15 minuti

Il gol di Luca Calapai alla Cavese segnato al minuto 87

Il gol di Luca Calapai alla Cavese segnato al minuto 87  Foto: Nino Russo

Più della metà delle reti dei catanesi sono arrivate nella ripresa. E la 'Zona Calapai'...

LETALI NELLA RIPRESA
Con la partita di Rieti si è chiuso ufficiosamente il girone di andata del Catania. Ufficiosamente, perché al momento gli etnei devono ancora recuperare (e chissà quando…) la gara interna con la Viterbese Castrense, match valido per la nona giornata. Nonostante la gara in meno, però, è possibile stilare un primo bilancio di questa prima parte di stagione, contraddistinta anche dall’anomala e balorda querelle legata al possibile (poi mancato) ripescaggio dell’Elefante in Serie B. I trentaquattro punti conseguiti dagli etnei nel girone di andata hanno prodotto un terzo posto in classifica a -2 dal Trapani secondo della classe e, addirittura, a -9 dalla Juve Stabia capolista, protagonista di un andamento stratosferico con 44 punti (uno dei quali sottratto dalla disciplinare) in 18 incontri, uno in più rispetto agli etnei.

Il gol di Luca Calapai segnato al Matera al 50'  



Al di là dell’attuale classifica, non in linea con le ambizioni della vigilia sia della società che della piazza, analizzando i numeri del Catania emerge un dato assai significativo che lascia ben sperare per il proseguimento di un campionato ancora lungo.
Delle ventisei reti segnate dagli etnei nel corso delle 17 gare disputate nel girone di andata diciassette sono state realizzate nel secondo tempo: Silvestri al Rende (al 38’), Lodi alla Vibonese (al 6’), Aya alla Vibonese (al 37’), Lodi al Trapani (al 3’ e al 15’), Marotta al Trapani (al 5’), Curiale alla Paganese (al 37’), Marotta al Siracusa (al 1’), Biagianti al Siracusa (al 42’), Marotta alla Reggina (al 43’), Calapai al Matera (al 50’), Lodi alla Virtus Francavilla (al 47’), Lodi alla Cavese (al 25’), Marotta alla Cavese (al 27’), Manneh alla Cavese (al 38’), Calapai alla Cavese (al 42’) e al Rieti (36’).

Appena nove le reti segnate dal Catania nella prima frazione di gioco: Manneh al Rende (al 13’), Biagianti alla Vibonese (al 29’), Curiale alla Casertana (al 24’), Marotta alla Paganese (al 1’ e al 14’), Curiale alla Paganese (al 4’), Biagianti al Potenza (al 38’), Vassallo al Matera (al 39’) e Manneh alla Cavese (37’).

Il gol vittoria di Calapai al Rieti 



LA “ZONA CALAPAI”
Scendendo ulteriormente nel dettaglio si evince che delle 17 reti segnate nel secondo tempo ben 10 sono arrivate nell’ultimo quarto d’ora di gara, due delle quali nei minuti di recupero (Lodi alla Virtus Francavilla, Calapai al Matera). Protagonista number one, in tal senso, è il terzino fluidificante (una volta si chiamavano così) Luca Calapai, prodotto del vivaio catanese ritornato alla base dopo le esperienze di Barletta, Modena e Carpi. Le tre reti segnate fino a questo momento dal numero 26 rossazzurro, messinese classe 1993, sono arrivate tutte dopo l’ottantesimo: al Matera al 95’, alla Cavese all’87 e al Rieti al minuto 81. Una vocazione al gol ‘improvvisa’, mai avuta in passato (appena un gol nei professionisti, con la maglia del Barletta, prima di questa stagione), arrivata proprio nel ritorno nella sua terra natia. Se un indizio rimane un indizio e due fanno una prova, tre creano un assioma: dall’80’ si entra nella “Zona Calapai”, per buona pace di Renato Cesarini…

Nel dettaglio tutti i gol segnati dal Catania dal 75’ in poi:

Rende-Catania 1-2: Silvestri all’83’
Catania-Vibonese 3-0: Aya all’82’
Paganese-Catania 2-4: Curiale (su rigore) all’82’
Catania-Siracusa 2-1: Biagianti all’87’
Catania-Reggina 1-0: Marotta all’88’
Matera-Catania 0-2: Calapai al 95’
Catania-Virtus Francavilla 1-0: Lodi (su rigore) al 92’
Catania-Cavese 5-0: Manneh all’83’
Catania-Cavese 5-0: Calapai all’87’
Rieti-Catania 0-1: Calapai all’81’