Il Catania smentisce Lo Monaco

  Foto: CalcioCatania.com

La società puntualizza di non aver proposto l'annullamento dei campionati e che valuterà nel corso dell'assemblea del 3 aprile.

Avevano suscitato un certo scalpore le parole proferite da Pietro Lo Monaco, attuale dg del Catania, nel corso della trasmissione "Sportitaliamercato", andata in onda due sere fa sulla nota emittente sportiva nazionale. Lo Monaco aveva annunciato che, nel corso dell'assemblea di Lega Pro convocata per il 3 aprile, i club di terza serie avrebbero manifestato l'intenzione di chiedere l'annullamento del campionato.

Al riguardo, si è registrata oggi la "reazione" del presidente di Lega Ghirelli, il quale ha diramato una nota affermando che "oggi una richiesta delle società di chiusura e di annullamento del campionato è controproducente", poiché "una simile decisione comporterebbe danni irreversibili, soprattutto sotto il profilo economico e legale (oltreché sociale). Pensiamo, ad esempio, ai pagamenti degli emolumenti dei calciatori. Se la decisione di sospendere e annullare il campionato venisse assunta dalle società (datori di lavoro) non ci sarebbero le basi giuridiche per legittimare la riduzione o l’interruzione dei pagamenti, perché la prestazione sportiva sarebbe interrotta a causa di una decisione delle società e non per causa di forza maggiore. Vi è quindi la necessità di un provvedimento sospensivo o interruttivo dell’Autorità Pubblica per un interesse generale di tutela sanitaria e della salute che legittimi ad invocare la sospensione o interruzione del pagamento degli emolumenti per impossibilità sopravvenuta della prestazione sportiva per causa di forza maggiore. Faccio fatica a seguire il ragionamento di chi chiede una decisione autonoma del mondo sportivo: ci troveremmo a dover rispondere in sede legale ad ogni iniziativa isolata e slegata rispetto alle decisioni del Governo e, di conseguenza, della catena di comando, del Coni e della Federazione".

In serata è poi arrivato il comunicato del Catania, che va sostanzialmente a "smentire" quanto dichiarato da Lo Monaco: "In merito al dibattito relativo all'ipotesi di annullamento del campionato in corso, il Calcio Catania puntualizza di non aver avanzato alcuna proposta in tal senso e ribadisce che l'orientamento della società sarà espresso nel corso dell'assemblea dei club in programma venerdì 3 aprile, alla quale parteciperanno il presidente Gianluca Astorina e l'amministratore delegato Giuseppe Di Natale, che eserciterà il diritto di voto.
Condividendo il senso delle riflessioni del presidente della Lega Italiana Calcio Professionistico Francesco Ghirelli, la posizione del Calcio Catania maturerà dopo aver analizzato attentamente tutti i possibili scenari, nella consapevolezza della cruciale importanza di un approccio condiviso e del necessario riferimento alla logica di sistema".