Gela-Catania 0-3: cronaca e tabellino

Tortolano realizza il primo gol del test match.

Tortolano realizza il primo gol del test match.  Fonte: CalcioCatania.com

In un test match non ufficiale i rossazzurri battono a domicilio la formazione di casa (reti di Tortolano, Calil e Russotto).

In un test match d’allenamento (incontro non ufficiale), il Catania di Pippo Pancaro ha oggi incontrato allo Stadio “Vincenzo Presti” di Gela la formazione locale, che nella stagione che sta per cominciare disputerà il campionato di Eccellenza. L’allenatore dei rossazzurri ne ha approfittato per testare molti dei nuovi arrivi. Dopo aver riproposto nel primo tempo una serie di elementi già scesi in campo col Siracusa (Ferrario in difesa, Russo in cabina di regia, Scarsella a centrocampo, e il tridente Tortolano-Di Grazia-Calderini), Pancaro ha infatti dato spazio ad altri elementi: dal primo minuto ha giocato Castiglia nel ruolo di mezzala sinistra, mentre si è ripreso il posto da terzino destro Tino Parisi, reduce da un infortunio. Nella ripresa, girandola di cambi ed esordio per il portiere Liverani, per il centrocampista Agazzi e per gli attaccanti Russotto e Calil. Questi ultimi hanno formato un tridente completato da Maks Barisic. Prima della fine del primo tempo ha fatto il proprio ingresso in campo Luca Lulli, riproposto nel ruolo di terzino destro al posto di Parisi.
La squadra di Pancaro ha fatto dei passi in avanti rispetto all’amichevole con gli aretusei. I meccanismi di gioco, ancora da rodare, sembrano definiti un po’ meglio, grazie alla duttilità di Russo, abile a recuperare il pallone, impostare l’azione e proporsi in avanti. Nel primo tempo parte meglio il Gela, che ha due buoni occasioni con Floridia (giocatore formatosi nel settore giovanile etneo) e colpisce un palo esterno con Campanaro. Nel Catania il tridente sceso in campo dal primo minuto non mostra un feeling sufficiente, anche se il gol di Tortolano nasce da un’iniziativa di Calderini. Più vivace il tridente sceso in campo nella ripresa: il raddoppio di Calil nasce da una pregevole iniziativa di Barisic, mentre lo 0-3 di Russotto è determinato da un elegante uno-due con Calil. Gli etnei legittimano il rotondo risultato con un palo centrato da Barisic con una conclusione da fuori area. Il Catania ha testato il giovane Solomon Ayerega, esterno sinistro ghanese classe ’96 che ha giocato gli ultimi venti minuti del match.

Tabellino
GELA-CATANIA 0-3
Marcatori: 35’ Tortolano, 59’ Calil, 69’ Russotto.
GELA (4-3-3): Pandolfo (46’ Alabiso); Campanaro, Runza (46’ Pira), Guerrero (46’ Vella), Canale (14’ Cosentino); Satorini (46’ Treppiedi), Messana, Bonaffini; Mincica (58’ Ascia), Nassi, Floridia. In panchina: Mallia, Scerra. Allenatore Pardo.
CATANIA (4-3-3): Ficara (46’ Liverani); Parisi (43’ Lulli), Ferrario (46’ Cabalceta), Bacchetti, Ramos; Scarsella (46’ Agazzi), Russo (70’ Ayerega), Castiglia (65’ Schisciano); Tortolano (46’ Barisic), Di Grazia (46’ Calil), Calderini (46’ Russotto). In panchina: -. Allenatore Pancaro.
AMMONITI: Parisi, Castiglia.
ESPULSI: -