G.S.: sette giornate a Bucaro, inibito Nicolosi

Mister Bucaro al

Mister Bucaro al "Nobile"  Foto: CalcioCatania.com

La lite tra il tecnico del Bisceglie e l'azionista di maggioranza della S.I.G.I. costa dure sanzioni ad entrambi.

A seguito di un attento esame dei fatti accaduti alla fine del match Catania-Bisceglie, il Giudice sportivo ha espresso il proprio verdetto. Il tecnico degli azzurrostellati è stato squalificato per sette turni "perché, dopo essere stato allontanato dal campo dall'arbitro, su segnalazione del quarto collaboratore, per comportamento offensivo verso un tesserato della squadra avversaria, rientrando negli spogliatoi metteva le mani al collo di un calciatore della squadra avversaria. Dopo il termine della gara, negli spogliatoi, il medesimo aggrediva, spingendolo a terra, il Presidente della squadra avversaria, generando una colluttazione (a seguito della reazione dell'aggredito) che veniva sedata solo dall'intervento di addetti alla sicurezza e altri tesserati."

Come si è evinto, la colluttazione è nata con Gaetano Nicolosi, a sua volta inibito a ricoprire cariche federali e rappresentare la società sino al 3 febbraio 2021, "perché al termine della gara, dopo aver subito un'aggressione fisica dall'allenatore della squadra avversaria, reagiva generando una colluttazione che veniva sedata solo dall'intervento di addetti alla sicurezza e altri tesserati. Successivamente, a seguito della richiesta da parte del direttore di gara di procedere alla sua identificazione, rivolgeva al medesimo una frase offensiva". Occorre specificare che, in realtà, Nicolosi non ricopre alcuna carica all'interno del Catania (non essendo stato mai formalizzato un CdA, a seguito della nomina di Nico Le Mura ad amministratore unico), ed è attualmente l'azionista di maggioranza della S.I.G.I., società che detiene il 100% delle quote del club.