Focus sul prossimo avversario: la Vibonese

Tifosi della Vibonese

Tifosi della Vibonese   Foto: Nino Russo

I rossoblù in casa hanno ottenuto tre successi; un k.o., zero i pareggi

Domenica 20 ottobre, allo stadio "Luigi Razza" di Vibo Valentia, il Catania giocherà la sua sesta gara di campionato lontano dal "Massimino", dove ha fin qui raccolto una sola vittoria e quattro sconfitte. Se la vedrà con la Vibonese del presidente catanese "Pippo" Caffo. La gara è in programma alle 15 e sarà valida per la decima giornata di andata del girone C della Serie C.
I calabresi hanno concluso la scorsa stagione al 14° posto con 42 punti, gli stessi della Sicula Leonzio, davanti a Rieti, Siracusa, Bisceglie e Paganese.

--> L’andamento in campionato
La compagine rossoblù occupa attualmente l’undicesima posizione in classifica a quota 11 punti, a pari merito con la Cavese. Tre sono le vittorie, due i pareggi, quattro le sconfitte.
I successi sono arrivati tutti al "Razza", dove fin qui non si è visto nessun pareggio, uno il k.o., con l’Avellino alla seconda giornata. I tre punti sono stati conquistati contro Rende (3-0), Picerno (3-1) e Casertana (3-1).
Fuori casa nessuna vittoria ancora, pari con Cavese (1-1) e Viterbese (2-2), sconfitte a Monopoli (1-0) alla prima giornata, Reggio Calabria (2-0 con la Reggina) e a Francavilla Fontana, contro la Virtus Francavilla, nell’ultimo turno, dove è arrivato un pesante 6-2 in favore dei padroni di casa.

--> I numeri
Le reti messe a segno dai leoni sono 14, 4 in meno del Catania che ha, insieme alla Paganese, il miglior attacco del girone; quindici invece sono i gol subiti, uno in più degli etnei. Tra le mura amiche sono 9 i gol all’attivo, 3 quelli al passivo.
I marcatori: Bubas (5), Allegretti, Tito (2), Bernardotto, Emmausso, Malberti, Petermann, Prezioso (1).

--> L’organico
Il tecnico degli ipponici è Giacomo Modica, originario di Mazara del Vallo, la scorsa stagione sulla panchina della Cavese, sulla quale ha conquistato 47 punti che sono valsi l’undicesimo posto in classifica.
Il portiere titolare è il giovane Stefano Greco, ventenne, cresciuto nella Roma dalla quale è arrivato in prestito a luglio.
Al centro della difesa c’è il venticinquenne Alex Redolfi, di scuola Atalanta, ex di Juve Stabia e Reggina. Il terzino sinistro è Fabio Tito, classe 1993. In carriera ha vestito anche le maglie di Casertana, Benevento e Foggia. È arrivato in Calabria due anni fa. Nella disfatta di Francavilla Fontana ha realizzato una doppietta su calcio di rigore.
A centrocampo c’è Davide Petermann, classe '94, che ha già vestito diverse maglie fra le quali quelle di Palermo, Sicula Leonzio e Reggina. Otto presenze e una rete nell’attuale campionato. Contro il Catania non sarà della partita perché squalificato. Titolare sulla mediana c’è anche il siciliano, di Marsala, Giorgio Tumbarello. Il ventitreenne, che nello scorso campionato ha giocato con la Cavese, totalizzando 31 presenze e una rete, è cresciuto calcisticamente nel Trapani.
Il capitano dei monteleonesi è l’attaccante argentino Nicolás Bubas, alla Vibonese dal gennaio del 2017. Nella stagione attuale ha giocato tutte le partite, comprese le due di coppa Italia contro la Sicula Leonzio, ed è il miglior marcatore della squadra con 5 centri. A quota 2 reti c’è Diego Allegretti, che sta disputando la terza stagione con i rossoblù.

--> La formazione tipo
Di seguito la formazione tipo della Vibonese, con il 4-3-3 scelto da Giacomo Modica, che presenta una squadra votata all’attacco, lo dimostrano i 14 gol messi a segno fin qui.

4-3-3
Greco;
Ciotti (Del Col), Redolfi (Altobello), Malberti, Tito;
Pugliese (Prezioso), Petermann, Tumbarello (Rezzi);
Berardi (Allegretti, Emmausso), Bubas, Rezzi (Bernardotto);