Focus sul prossimo avversario: il Bari

Tifosi del Bari al

Tifosi del Bari al "San Nicola"  Foto: Nino Russo

La sfida tra siciliani e pugliesi è in programma domenica 27 ottobre allo stadio 'Massimino'

Domenica 27 ottobre, alle 15, il Catania giocherà la seconda gara consecutiva al "Massimino", dopo quella nell’infrasettimanale contro il Bisceglie. L’avversaria sarà un’altra pugliese, il Bari del presidente Luigi De Laurentiis (figlio del più famoso Aurelio, patron del Napoli), promosso in Serie C dopo la vittoria del girone I della Serie D avvenuta la scorsa stagione.

--> L’andamento in campionato
I biancorossi, che vengono da 4 vittorie nelle ultime 5 gare, sono quarti in classifica con 21 punti (a quattro lunghezze dal primo posto occupato dalla Reggina), frutto di 6 vittorie e 3 pareggi; 2 sono i k.o.
In trasferta sono 10 i punti conquistati: tre successi, un pari e un k.o. Espugnati Lentini (2-0 alla Sicula Leonzio), Rieti (1-2) e Picerno (0-1); 2-2 in casa dell’Avellino lo scorso 20 ottobre, sconfitta in quel di Francavilla Fontana, contro la Virtus per 1-0, alla quinta giornata.
Al "San Nicola", invece, i 3 punti sono arrivati a discapito di Cavese (4-0), Ternana (2-0) e Catanzaro (2-0), nelle ultime tre gare casalinghe; pareggi con Reggina e Monopoli, entrambi per 1-1. L’unica compagine a vincere a Bari fin qui è stata la Viterbese, con un sorprendente 3-1 alla seconda giornata.

--> I numeri
I 'galletti' hanno realizzato 18 reti in undici partite. Quelle subite sono 9 (terza miglior difesa del girone dopo quelle di Potenza e Reggina). In trasferta i gol fatti sono 7, 4 quelli subiti.
I marcatori: Antenucci (6), Sabbione e Simeri (3), Awa, Costa, D’Ursi, Di Cesare, Ferrari, Hamlili (1).

--> L’organico
La società dei De Laurentiis in estate aveva affidato la guida tecnica della squadra, tra le favorite del girone C e sicuramente tra le più attese, a Giovanni Cornacchini, che dopo 2 vittorie, 2 sconfitte e un pareggio è stato esonerato. Al suo posto è arrivato Vincenzo Vivarini, che fin qui ha ottenuto 4 vittorie e 2 pareggi.
Il portiere titolare è Pierluigi Frattali, classe 1985, arrivato dal Parma con il quale ha esordito in Serie A nello scorso campionato, nell’ultima giornata contro la Roma. Tre presenze tra i pali (e un solo gol subito) anche per Davide Marfella, ventenne, che ha militato nelle giovanili del Napoli.
Della retroguardia fa parte il capitano Valerio Di Cesare, 36 anni, ex di Torino e Parma. Ai ducali dal gennaio del 2017 fino al settembre del 2018, quando approdò in biancorosso. Tra i migliori realizzatori della squadra c’è il difensore centrale Alessio Sabbione, che ha segnato 3 reti in 11 presenze.
A centrocampo i 'galletti' possono contare sulla giovane promessa Michael Folorunsho, 21 anni, che nelle due stagioni precedenti ha ben figurato con la Virtus Francavilla. Questa estate è stato ingaggiato dal Napoli che lo ha girato in prestito ai pugliesi. Sulla mediana c’è anche il nigeriano Theophilus Awua, anche lui classe ’98, che ha giocato 9 partite e messo a segno un gol, nell’ultimo turno contro il Catanzaro (nell’infrasettimanale di mercoledì 23 ottobre).
In attacco c’è il bomber della squadra Mirko Antenucci, 6 centri in 10 gare, che ha vestito a più riprese la maglia rossazzurra del Catania, con la quale ha esordito in Serie A nel 2008. Nel reparto avanzato figura anche per questa stagione Simone Simeri (9 presenze e 3 gol), che nello scorso campionato di quarta serie ha totalizzato 31 presenze e 13 reti.

--> La formazione tipo
Il Bari ha tanta abbondanza sia in attacco che a centrocampo, mentre in difesa i tre centrali Sabbione, Di Cesare e Perrotta, sembrano non avere concorrenza. Il sistema di gioco adottato è il 3-5-2. Cornacchini si era affidato anche al 4-2-3-1, al 4-4-2 e al modulo a rombo (4-3-1-2).

3-5-2
Frattali (Marfella);
Sabbione, Di Cesare, Perrotta;
Berra (Kupisz), Awua (Hamlili, Terrani), Bianco (Folorunsho), Scavone (Schiavone), Costa (Corsinelli);
Antenucci (Neglia, D’Ursi), Simeri (Ferrari).