Cosenza-Catania 1-2: cronaca e tabellino

In corsa verso la prima vittoria esterna...

In corsa verso la prima vittoria esterna...  Fonte: Nino Russo

Vittoria meritata degli etnei a Cosenza. Decisive le reti di Bergamelli e Mazzarani, etnei noni

CALCIO D’INIZIO ALLE ORE 16.30
Trasferta ostica per il Catania di Pino Rigoli, impegnato al “San Vito- Luigi Marulla” di Cosenza nella gara valida per la sedicesima giornata del Girone C della Lega Pro. I rossazzurri, reduci dalla vittoria casalinga contro la Vibonese, saranno chiamati all’ennesima riprova in campo avverso, sempre in cerca di quel “2” che manca ormai da un anno (28 novembre 2015, Lupa Castelli Romani-Catania 1-2). Momento tutt’altro che entusiasmante per il Cosenza, autore di una prestazione negativa – conclusa con un’inaspettata sconfitta – in quel di Siracusa. Silani vogliosi di riscatto, etnei vogliosi di conferme: quale voglia avrà la meglio? Direzione di gara affidata al signor Vincenzo Valiante di Salerno. Con il fischietto salernitano gli assistenti Mattia Scarpa di Reggio Emilia e Giuliano Parrella di Battipaglia.

FORMAZIONI UFFICIALI
Nel Cosenza, privo dell’infortunato Pinna, regolarmente in campo il portiere Perina, uscito malconcio dalla rifinitura di ieri. Solo panchina per Ranieri (debilitato da uno stato influenzale) e Mugno, al loro posto Criaco e Capace nel 4-4-2 di mister Giorgio Roselli. Tra i rossazzurri, privi di capitan Biagianti, mister Rigoli ha rimescolato un po’ le carte: conferme per Scoppa, Anastasi e Russotto, panchina per Di Cecco e Di Grazia.

PRIMO TEMPO
Cosenza in campo in maglia a strisce orizzontali rossoblu, pantaloncini e calzettoni blu; Catania in completa tenuta bianca. Prima dell'inizio della gara osservato un minuto di silenzio in memoria dei giocatori della Chapecoense, scomparsi tragicamente in un incidente aereo tra le colline di Medellin (Colombia). Calcio d'inizio affidato ai calabresi.

Primi minuti di gara senza emozioni rilevanti, con le due formazioni molto compatte.

5' : episodio dubbio in aerea etnea con il Cosenza che invoca un calcio di rigore per un intervento di Parisi su Statella. L'arbtitro Valiante di Salerno lascia correre.

8' : fallo di Parisi su D'Anna. Sugli sviluppi del calcio di punizione i calabresi guadagnano il primo corner del match. Catania un po' in sofferenza sull'out destro.

11' : azione pericolosa del Catania con Bucolo che imbecca in aerea Anastasi. Azione, tuttavia, giudicata fallosa dall'arbitro Valiante.

14': fallo sospetto in area di rigore cosentina su Valerio Anastasi trattenuto da un difensore rossoblu. L'arbitro salernitano lascia correre ancora...

18': conclusione del calabrese Filippini ribattuta in corner da Gil.

19': Cosenza in vantaggio: conclusione dalla distanza di Capace, parata di Pisseri e pallone ribattuto in rete dal francese Alain Baclet. Per l'ex Martina Franca si tratta della quarta rete segnata ai rossazzurri dopo le tre realizzate nella scorsa stagione con la maglia dei pugliesi.

22': ancora un calcio d'angolo per i silani. Dalla bandierina il traversone di Criaco pesca in area Tedeschi che impegna severamente Pisseri.

24': sinistro di Russotto che sorvola la porta cosentina difesa da Perina. Catania in sofferenza a centrocampo.

29': pareggio del Catania con Dario Bergamelli, lesto a ribattere in rete un prepotente il colpo di testa di Anastasi sul traversone dalla bandierina di Fornito. Per il difensore etneo si tratta del primo gol stagionale, il secondo in maglia rossazzurra dopo quello siglato alla Fidelis Andria nella scorsa stagione.

30': miracolo di Pisseri sul perentorio colpo di testa di Blondett. Partita scoppiettante con azioni da una parte e dall'altra.

35': delizioso traversone mancino dalla trequarti di Russotto sul quale Mazzarani non ci arriva per questione di centimetri. Fase del match favorevole ai rossazzurri.

40': bella sgroppata sulla sinistra di Stefan Djordjevic, il traversone del terzino serbo è però troppo arretrato rispetto alla posizione degli attaccanti rossazzurri.

42': primo cartellino giallo del match sventolato a Scoppa per un fallo al calabrese Filippini

44': azione pericolosa del Catania, traversone di Russotto per Mazzarani che da due passi calcia tra le braccia di Perina.

Squadre negli spogliatoi sull'1-1 senza alcun minuto di recupero.

SECONDO TEMPO
Si riparte dall'1-1 e dalle formazioni di partenza.

50': prime fasi della ripresa abbastanza confuse, con le due squadre che combattono molto nella metà campo. Possesso palla affidato al Catania che prova a scardinare la difesa calabrese.

56': conclusione acrobatica di Mazzarani facilmente intercettata dal portiere calabrese Perina.

58': Catania vicinissimo al raddoppio con una conclusione di Mazzarani parata sulla linea dal sempre attento Perina.

62': primo cambio della gara. Nel Cosenza dentro il palermitano Cavallaro, fuori Criaco.

63': tiro dalla distanza di Fornito parato agevolmente da Perina.

64': giallo al silano Blondett per fallo su Mazzarani.

70': secondo cambio nel Cosenza, dentro l'agrigentino Gambino al posto del francese Baclet.

72': Catania in vantaggio con Mazzarani al termine di una splendida azione corale imbastita da Russotto e Anastasi. Vantaggio ampiamente meritato. Per il numero 32 degli etnei si tratta della terza marcatura in rossazzurro, la seconda consecutiva.

75': primo cambio tra gli etnei, fuori Anastasi (infortunatosi in occasione dell'azione del gol) dentro Barisic

76': terzo cambio per i calabresi, dentro Mungo fuori Capece.

77': si copre il Catania. Fuori Mazzarani, dentro Di Cecco.

79: cartellino giallo sventolato a Gil per un fallo commesso al limite dell'area di rigore etnea in posizione pericolosa. La conclusione su punizione di Cavallaro s'infrange sulla barriera.

82': conclusione di Cavallaro, smorzata da Russotto, facilmente parata da Pisseri.

83': pericolosissimo traversone di D'Anna deviato in angolo da Parisi. Nulla di fatto dagli sviluppi del tiro dalla bandierina.

89': terzo cambio nel Catania, fuori Russotto dentro Bastrini.

90': forcing dei calabresi, vicinissimi al gol con un destro di Blondett terminato a lato di poco.

Cinque minuti di recupero.

93': continua l'assalto dei calabresi con il Catania tutto rintanato nei propri sedici metri.

95': dopo cinque minuti di recupero il triplice fischio dell'arbitro Valiente di Salerno sancisce il ritorno alla vittoria in trasferta del Catania dopo un anno. Per gli etnei si tratta della seconda vittoria di fila, in virtù della quale balza al nono posto a quota 21 in coabitazione con il Fondi.



TABELLINO
COSENZA (4-4-2): 1 Perina; 2 Corsi, 5 Tedeschi, 6 Blondett, 23 D’Anna; 7 Criaco (dal 63' Cavallaro), 4 Capece (dal 76' Mungo), 8 Caccetta, 11 Statella; 27 Filippini, 16 Baclet (dal 70' Gambino). A disp.: 22 Saracco, 12 Quintiero, 28 Scalise, 15 Bilotta, 13 Meroni, 26 Madrigali, 21 Ranieri, 18 Collocolo, 25 Mungo, 14 Appiah, 10 Cavallaro, 9 Gambino. All: Giorgio Roselli

CATANIA (4-3-3): 12 Pisseri; 28 Parisi, 3 Bergamelli, 6 Drausio, 20 Djordjevic; 4 Bucolo, 5 Scoppa, 21 Fornito; 10 Russotto (dall'89' Bastrini), 19 Anastasi (dal 75' Barisic), 32 Mazzarani. A disp. 1 Martinez, 2 Nava, 13 De Santis, 16 Bastrini, 32 Di Cecco, 30 Piermarteri, 7 Calil, 9 Paolucci, 23 Di Grazia, 11 Barisic, 31 Graziano. All: Pino Rigoli.

ARBITRO: Valiante di Salerno; Scarpa-Parrella

RETI: al 19' Baclet, al 29' Bergamelli, al 72' Mazzarni

RECUPERO: pt 0; st 5'

AMMONITI: Scoppa, Blondett, Gil

ESPULSI:

SQUALIFICATI: -

INDISPONIBILI: Pinna; Biagianti, Silva, Piscitella, Mbodj, Russo, Sessa e Sibilli

DIFFIDATI: Biagianti e Di Cecco