Catanzaro-Catania 0-4: le dichiarazioni dei protagonisti

Il gol di Ripa (3-0)

Il gol di Ripa (3-0)  Foto: CalcioCatania.com

I commenti a caldo di Ripa, Curiale e Porcino alla fine della gara del "Ceravolo"

Di seguito le dichiarazioni di Ripa, Curiale e Porcino, tutti a segno nel 4-0 sul Catanzaro allo stadio "Nicola Ceravolo". Per Ripa è il sesto gol in campionato (tutti in trasferta), per Curiale il quattordicesimo (capocannoniere solitario), per Porcino il primo in maglia rossazzurra.

Francesco Ripa:
«Sono contento per il gol, è stato molto facile ma è arrivato dopo un periodo sfortunato per me. Sono contento per la vittoria e per la prova che abbiamo fatto qui a Catanzaro. Il primo tempo col vento contro era difficile giocare palla a terra come sappiamo fare, nella ripresa avevamo il vento a favore ed è stato tutto in discesa».

«La pressione non l’abbiamo mai avuta, giochiamo in una piazza importante ed è normale che un po’ di pressione ci sia. I risultati ci stanno dando un po’ ragione, il Lecce si è fermato come noi quando abbiamo steccato qualche partita, adesso spero di poter segnare anche al "Massimino". Con la Juve Stabia dobbiamo far nostra la partita, godiamoci Pasqua e da lunedì testa alla Juve Stabia».

Davis Curiale:
«Menomale che Maks l’ha sbloccata, poi è stato tutto più facile. Non dimentichiamoci che la differenza reti è importante, buoni i nostri 4 gol. Oggi il vento ha influito molto, siamo stati bravi a gestire la situazione nel primo tempo e a sfruttarla nel secondo».

«C’è molto entusiasmo e compattezza nello spogliatoio, lo notiamo dai compagni che non stanno giocando, che quando segniamo esultano come se avessero fatto gol loro. Questo può essere la nostra forza in più nelle ultime cinque partite».

Antonio Porcino:
«A Reggio Calabria avevamo altri obiettivi, ringrazio i miei compagni per avermi fatto integrare subito in questo progetto vincente. Adesso abbiamo 5 finali davanti a noi, è troppo importante vincere questo campionato, per la città e per noi stessi».

«I risultati aiutano tanto sia a livello mentale che a fare girare le gambe. Noi abbiamo cambiato mentalità, stiamo girando a duemila. Il 5-0 di Monopoli è stata la scintilla che ha fatto cambiare tutto, dovremo ringraziarli a fine campionato».