Catania vs "sintetico": a Siracusa la decima esibizione

Il nuovo manto del De Simone nel periodo di lavorazione

Il nuovo manto del De Simone nel periodo di lavorazione  Foto: CalcioCatania.com

Al De Simone gli etnei dovranno provare a sfatare il tabù che li vede mai vittoriosi sul sintetico.

TABU' DA SFATARE
Oltre all’assenza forzata dei propri sostenitori, di per sé un aspetto assai fastidioso (eufemismo), il Catania di Cristiano Lucarelli, nella sfida di sabato contro il Siracusa, dovrà far fronte ad un’ulteriore insidia rappresentata dal terreno di gioco. Da quest’estate, infatti, il green dello stadio “Nicola De Simone”ha cambiato i connotati, passando dall’erba naturale a quella sintetica. Un fattore, quello del manto artificiale, che tradizionalmente rappresenta un ostacolo quasi insormontabile per l’Elefante: nessuna vittoria, soddisfazioni effimere e cocenti delusioni, molte delle quali sfociate in umiliazioni che bruciano ancora ogni qual volta vengono rievocate.



NOVARA E CESENA: SINTETICO DA SERIE A
Nelle nove precedenti esibizioni sul sintetico, tra Serie A, B e Lega Pro, il Catania ha ottenuto quattro pareggi e cinque sconfitte. Il primo contatto con un terreno di gioco con l’erba artificiale risale al lunch match di Novara del 2 ottobre 2011. Al “Silvio Piola” pirotecnico 3-3 tra gli azzurri di Attilio Tesser (ex rossazzurro) e gli etnei di mister Vincenzo Montella. Catania subito in vantaggio con una fortunosa rete di Nicola Legrottaglie. Nella ripresa, lo show: pareggio novarese con Rigoni su rigore, nuovo vantaggio etneo con Lodi su punizione, controsorpasso azzurro con le reti degli ex Morimoto e Jeda, definitivo 3-3 siglato dal Papu Gomez. Qualche mese più tardi, il 7 marzo del 2012, il bis meno spumeggiante al “Dino Manuzzi” di Cesena, match concluso sullo 0-0.



PRO VERCELLI-CATANIA 3-2
Il 7 settembre del 2014 il Catania di Maurizio Pellegrino ritorna il “Silvio Piola”, stavolta non quello di Novara ma l’impianto della Pro Vercelli. Tante le analogie tra le due partite disputate in terra piemontese a distanza di tre anni: campo sintetico, tante reti con rimonte da una parte e dall’altra. Etnei in vantaggio con Martinho, rimonta vercellese con Marchi e Belloni, pareggio catanese con Rosina e definitivo 3-2 dei bianchi con Ronaldo, quest’ultimo soltanto un omonimo del Fenomeno brasiliano e del portoghese CR7.



TRAPANI-CATANIA 2-2
Il 16 novembre dello stesso anno, al “Provinciale” di Erice, sulla panchina degli etnei c’è già seduto da qualche settimana Beppe Sannino. Primo tempo di marca granata, coi ‘ragazzi terribili’ di Roberto Boscaglia avanti per 2-0 in virtù delle reti di Giovanni Abate (attualmente in forza proprio alla Virtus Francavilla) e Simone Basso. Nella ripresa, la rimonta rossazzurra è firmata da un ispiratissimo Sebastian Leto, protagonista di una doppietta. Gemme solitarie di un’esperienza da dimenticare.



VIRTUS ENTELLA-CATANIA 2-0
A Chiavari, città ai tifosi rossazzurri rievoca le gesta del fischietto Andrea De Marco, il Catania di Dario Marcolin, terzo tecnico di un’annata assai travagliata, si sgretola sotto i colpi di Gaetano Masucci, ‘eroe’ di giornata con una doppietta. È il 21 marzo 2015, data dell’ultima gara cadetta disputata sul sintetico.



LE SBERLE DI CASTELLAMMARE E FRANCAVILLA
L’andazzo tutt’altro che positivo ha subito un ulteriore peggioramento nelle ultime due stagioni in terza serie: tre sconfitte e un pareggio. Si parte dalla gara di Castellammare di Stabia del primo novembre 2015, conclusasi con la vittoria in extremis delle vespe in virtù della rete di Ciccio Bombagi. Nella scorsa annata il sintetico del “Romeo Menti” ha confermato tutta la sua avversità ai colori rossazzurri: l’umiliante 4-0 nella fredda notte dello scorso 22 dicembre e lo 0-0, dal sapor di sconfitta, del 14 maggio 2017 nella gara (secca) che ha estromesso gli etnei di Giovanni Pulvirenti dalla lotteria dei play-off. In mezzo a cotante vespe, s’incastra la partita del 20 novembre 2016 in quel di Francavilla Fontana: vittoria dei pugliesi per 1-0 ottenuta in un terreno di gioco, quello del “Giovanni Paolo II”, ai limiti della regolarità: un sintetico al quanto stagionato, pieno di trappole per ogni squadra avversaria.



Nel dettaglio tutte le gare dei rossazzurri disputate sul sintetico:

2011-12: NOVARA-CATANIA 3-3 (Serie A)
2011-12: CESENA-CATANIA 0-0 (Serie A)
2014-15: PRO VERCELLI-CATANIA 3-2 (Serie B)
2014-15: TRAPANI-CATANIA 2-2 (Serie B)
2014-15: VIRTUS ENTELLA-CATANIA 2-0 (Serie B)
2015-16: JUVE STABIA-CATANIA 2-1 (Lega Pro)
2016-17: VIRTUS FRANCAVILLA-CATANIA 1-0 (Lega Pro)
2016-17: JUVE STABIA-CATANIA 4-0 (Lega Pro)
2016-17: JUVE STABIA-CATANIA 0-0 (Lega Pro – Play Off)