Catania: riprende da Siracusa la rincorsa allo Stabia

Ciccio Lodi e Giuseppe Rizzo

Ciccio Lodi e Giuseppe Rizzo  Foto: CalcioCatania.com

La presentazione del match del ‘De Simone’ tra etnei e aretusei

SECONDA GIORNATA DI RITORNO
Per la ventunesima giornata del Girone C del Campionato di Serie C, la seconda di ritorno, il Catania sarà di scena allo stadio "Nicola De Simone" di Siracusa, domenica 20 gennaio, dove affronterà gli aretusei padroni di casa. Si scenderà in campo alle 14.30, agli ordini del sig. Giovanni Ayroldi di Molfetta, che avrà come assistenti Domenico Palermo e Patric Lenarduzzi. I rossazzurri, secondi in classifica con 37 punti, gli stessi del Trapani, inseguono la capolista Juve Stabia che è a quota 46; i leoni stazionano in quartultima posizione con 15 punti, a meno uno dal quindicesimo posto, occupato dalla Viterbese a quota 16.

SIRACUSA: NON VINCE DA SETTE GARE
Gli azzurri del tecnico Ezio Raciti ‒ ad inizio stagione fu secondo di Pagana fino alla 9ª giornata, dopo la quale l’ex attaccante del Paternò presentava le sue dimissioni, poi gli affidarono la panchina e ottenne una vittoria ai danni della Cavese che però non bastò per la conferma, sostituito da Gaetano Fontana, ritorna sulla panchina aretusea per la 18ª giornata ‒ in 18 gare hanno ottenuto 4 vittorie, 4 pareggi e 10 sconfitte; 16 sono le reti segnate, 24 quelle subite. In casa la formazione siracusana ha conquistato 3 vittorie (3-1 su Paganese e Cavese, 1-0 sul Bisceglie), 3 pari (a reti bianche con Leonzio e Casertana, 1-1 col Monopoli) e subito altrettanti k.o. (3-0 dallo Stabia, 2-1 dal Rende, 1-0 dal Potenza). I leoni sono a secco di successi da ben 7 giornate, 3 sconfitte e 4 pareggi, ultimo successo lo scorso 17 novembre in casa contro il Bisceglie. Nell’ultima gara del 2018 è arrivata la sconfitta di misura (1-0) a Castellammare di Stabia. Dal mercato sono arrivati gli attaccanti Cognigni e Talamo (già al Siracusa nella stagione 2016/2017), il portiere Crispino, l’ex Catania Tino Parisi, di proprietà del Livorno (trattasi di un altro ritorno); ceduta invece la punta Modou Diop.

CATANIA: A SIRACUSA PER L’UNDICESIMA TRASFERTA
La squadra di mister Sottil ha chiuso il 2018 con l’importante vittoria del "Massimino", il 30 dicembre, contro il Monopoli. Un 2-0 che porta le firme di Lodi, magia su calcio di punizione e sesto centro per il fantasista rossazzurro, e di Federico Angiulli, alla prima marcatura in questa stagione. Dagli sviluppi di calci piazzati, con quella segnata al gabbiano, il Catania ha realizzato 12 reti sulle 28 in totale; 12 sono quelle al passivo (seconda difesa meno battuta, insieme al Monopoli, dopo quella della Juve Stabia). Il gol ai pugliesi, che hanno subito la terza sconfitta in campionato e venivano da una serie utile di ben undici giornate, consente a Ciccio Lodi di guidare la classifica marcatori degli etnei insieme ad Alessandro Marotta. Adesso sono 5, invece, per Matteo Pisseri le gare consecutive senza gol al passivo. A Siracusa sarà l’undicesima trasferta per l’Elefante, che in quelle precedenti ha ottenuto 4 vittorie (a Rende, Pagani, Matera e Rieti), altrettanti pareggi (a Caserta, Monopoli, Castellammare e Lentini) e 2 sconfitte (da Potenza e Bisceglie); i gol segnati fuori casa sono 11, 8 quelli subiti. Durante l’attuale sessione di mercato sono arrivati alle pendici dell’Etna Giuseppe Carriero, in prestito dal Parma, e Matteo di Piazza dal Cosenza.

LE PILLOLE DEL PRE-PARTITA
La prima gara del 2019 il Catania di Andrea Sottil la giocherà contro il Siracusa al "Nicola De Simone", stadio intitolato all’ex difensore aretuseo che, come ha ricordato in settimana il sito ufficiale della società siracusana, morì prematuramente, dopo diversi giorni di coma, a causa di un calcio alla tempia subito durante la gara con la Palmese del 13 maggio del 1979; domenica 13 gennaio avrebbe compiuto 65 anni.
Elefanti e leoni si sono affrontati lo scorso 7 novembre in occasione del match di andata, vinto dagli etnei per 2-1: a segno Marotta, pareggio di Catania per gli ospiti e gol vittoria di capitan Biagianti a tre minuti dal 90°.
Domani per i rossazzurri ricomincia l’inseguimento alla capolista Juve Stabia, che in contemporanea sarà impegnata sul campo della Viterbese.
Dai Catania, ricomincia a marciare.