Catania, la rete "storica" segnata da Ripa... 'Na sera 'e maggio

Il pallonetto vincente di Ciccio Ripa a Salò

Il pallonetto vincente di Ciccio Ripa a Salò  Foto: CalcioCatania.com

A Salò, al settimo tentativo, il Catania ha finalmente segnato una rete in trasferta nei play-off

“Quanno se dice "sí! "
Tiènelo a mente
Nun s'ha da fá murí
Nu core amante
Tu mme diciste "sí!"
‘Na sera 'e maggio…”


Proprio così, ‘Na sera ‘e maggio. Così come recita una delle icone della canzone classica napoletana, scritta da Gigi Pisano e musicata da Giuseppe Cioffi nel lontano 1937, Francesco Ripa ha detto ‘sì’ al Catania, realizzando probabilmente il gol più importante fino a questo momento della sua esperienza rossazzurra. In verità, però, il buon Ciccio Ripa da Battipaglia, nel corso di questa stagione, decisivo lo era già stato in più di un’occasione: a Pagani, con la rete di rapina del momentaneo 2-1, gol che ha segnato il sorpasso sugli azzurro stellati; la doppietta di Rende che ha blindato una vittoria avviata dalla zampata di Curiale e, soprattutto, il colpo di testa di Andria che schiodato lo 0-0 iniziale dopo 53 minuti di gioco. Reti, alle quali, bisogna aggiungere quelle realizzate al Fondi e al Catanzaro, tutte rigorosamente in trasferta.

A Salò, però, il pallonetto d’istinto che ha sorpreso il gardesano Liveri, regalando un più che meritato pareggio ai rossazzurri, è da considerarsi una rete storica, in quanto primo gol realizzato dal Catania in una gara in trasferta concernente i play-off di Serie C. Numeri alla mano, infatti, dal 1993-94 – anno della loro introduzione segnatamente ai campionato di Serie C1 e Serie C2 (categorie successivamente accorpate nell’attuale Serie C unica nella stagione 2014-15) – nelle sei sfide in trasferta dei play-off disputate il Catania non era riuscito mai a violare la porta avversaria.

Tifosi rossazzurri allo Iacovone di Taranto 



Score a dir poco negativo, amplificato da quattro sconfitte consecutive (tutte per 1-0) e da due pareggi (entrambi per 0-0) dai risvolti storici decisamente diversi. Il “battesimo” in terra avversa risale all’8 giugno 1997, nella semifinale di ritorno dei play-off di Serie C2. Sul neutro di Avellino i rossazzurri di Gianni Mei perdono partita e qualificazione alla finale per mano della Turris del futuro rosanero Beppe Antonaccio. Quattro anni più tardi, sempre nello stesso stadio e nella stessa porta, ma contro i padroni di casa dell’Avellino, tocca a Beppe Mascara infliggere un’altra sconfitta per 1-0 ai rossazzurri di Vincenzo Guerini, K.O. prontamente ribaltato con il 2-0 nella gara di ritorno. Nella tragica finale di ritorno del 17 giugno 2001, al “Celeste” di Messina, la terza sconfitta per 1-0 in altrettante trasferte è riassunta in tre parole: Sullo su rigore.

Gli spettri del passato ricompaiono beffardi tra le acque dell’Adriatico del 19 maggio 2002. Una prodezza di Pasquale Suppa (altro ex rosanero!), dopo che i gli etnei avevano sfiorato più volte la rete del vantaggio – clamoroso il palo colpito da Cordone a Santarelli battuto – sancisce il poker di sconfitte in altrettante trasferte. Gli incubi di una ‘manita’ vengono scacciati con decisione proprio nel giorno più importante. Il 9 giugno 2002, allo stadio “Erasmo Iacovone” di Taranto, Iezzo abbassa la saracinesca, De Martis, Baronchelli e Zeoli limitano il messinese Riganò (punta di diamante dell’attacco degli jonici) strappando dal manto erboso dell’impianto tarantino quelle ‘B’ maldestramente disegnate dal giardiniere prima della gara. Lo 0-0 finale, che giunge dopo l’1-0 della gara di andata, proietta il Catania in cadetteria dopo una lunghissima attesa. L’altro risultato ad occhiali ha un sapore diametralmente opposto dal precedente.

Delusione rossazzurra a Castellammare di Stabia 



A Castellammare di Stabia, nella gara del primo turno del 14 maggio 2017, lo 0-0 per i campani sancisce l’eliminazione degli etnei di Giovanni Pulvirenti. Il resto è storia recente, con la rete di Ciccio Ripa alla Feralpisalò che regala al Catania, al settimo tentativo, il gusto della prima rete in trasferta in una gara di play-off. La prima, segnata proprio in riva al lago, 'na sera 'e maggio...

Nel dettaglio tutte le trasferte nei play-off disputate dal Catania:

1996-97 (Serie C2): Turris-Catania 1-0
2000-01 (Serie C1): Avellino-Catania 1-0
2000-01 (Serie C1): Messina-Catania 1-0
2001-02 (Serie C1): Pescara-Catania 1-0
2001-02 (Serie C1): Taranto-Catania 0-0
2016-17 (Lega Pro): Juve Stabia-Catania 0-0
2017-18 (Serie C): Feralpisalò-Catania 1-1

Cicci...belli!