Catania, in attesa dei ripescaggi batti l’Hellas e vai avanti in Coppa!

Il gol di Ciccio Lodi allo

Il gol di Ciccio Lodi allo "Zaccheria"  Foto: CalcioCatania.com

Domenica 12 agosto alle 20, al "Massimino", rossazzurri in campo contro gli scaligeri per il terzo turno di Coppa Italia

L’urlo del "Massimino" per dire: "Vogliamo la B"
Il giorno della partita. Per un tifoso è riabbracciare la propria fede, il proprio credo, sostenere i propri colori dopo una settimana d’attesa; per chi va in campo è svolgere il proprio lavoro, fare il proprio dovere, che è anche una passione. Lo sfogo è un punto in comune. Domenica 12 agosto, alle 20, allo stadio "Angelo Massimino", nelle tribune bisognerà urlare il proprio sdegno (nella maniera più civile si intende, per la quale i catanesi sono stati spesso da esempio) per quanto sta succedendo in questi ultimi giorni per la questione ripescaggi e, con il solito indiscutibile amore, far "volare" gli 11 rossazzurri per battere l’avversario. Discorso parallelo per i calciatori che, contro una delle favorite del prossimo campionato cadetto, dovranno dimostrare chiaramente che è quella la categoria che vogliono e nella quale meritano di militare. Il Catania affronterà il Verona nel terzo turno della Coppa Italia 2018/2019.

Gli etnei sono usciti vittoriosi dai primi due turni della competizione, segnando tre reti in entrambe le gare: lo scorso 29 luglio al "Massimino" 3-0 sul Como, a segno Lodi, Rossetti e Curiale; domenica scorsa, allo "Zaccheria" di Foggia, successo per 3-1 sui rossoneri padroni di casa, in gol ancora Lodi e Rossetti, autore di una doppietta. Per il giovane Mattia sono stati gli ultimi due gol con la maglia dell’elefante prima di passare alla Sicula Leonzio. In Puglia Sottil non ha potuto contare, così come accaduto anche contro i lariani, sui nuovi acquisti, che potremo vedere all’opera in una gara ufficiale già da domenica, e allora ha dato spazio ai "vecchi" e anche ai giovani, come Noce che è stato uno dei migliori. Buona prova anche di Pozzebon, autore di uno splendido gol in rovesciata nell’amichevole di giovedì a San Cataldo, a dimostrazione di come l’attaccante ex Messina si stia impegnando per convincere tecnico e società a trattenerlo.

Il Verona di mister Fabio Grosso, ex calciatore di Palermo, Inter e Juventus ed eroe di Germania 2006, ha invece eliminato la Juve Stabia domenica 5 agosto. Al "Bentegodi" i gialloblù si sono imposti per 4-1 sulle malcapitate "vespe". I marcatori sono stati: Matos, Antonio Caracciolo, Pazzini e Di Carmine. Gli scaligeri, che per il prossimo campionato di B partono tra le favorite per la promozione in Serie A, ai componenti dell’organico che sono rimasti rispetto alla scorsa stagione nella massima serie, hanno aggiunto degli innesti importanti come Di Carmine, ex Perugia, Cissé, ex Benevento l’anno scorso al Bari, il messinese Antonino Ragusa e l’ex rosanero Dawidowicz; figurano tra gli altri Luca Marrone, scuola Juve, Crescenzi e l’ex rossazzurro (giovanili) Lubomir Tupta.

La gara tra siciliani e veneti verrà diretta da Fabrizio Pasqua di Tivoli, il quale sarà coadiuvato da Longo e Rocca. Quarto ufficiale sarà Pillitteri di Palermo. In quanto partita "secca", se dovesse concludersi con un punteggio di parità al termine dei 90 minuti si disputeranno i tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore. Chi passa il turno a dicembre affronterà la vincente del confronto tra Sassuolo e Ternana. Anche gli umbri puntano al ripescaggio in Serie B.